Manipolazione genetica nascosta | Di Detlef Rathmer

Un commento di Detlef Rathmer.

Nota sull’articolo: Il seguente testo è apparso per la prima volta su “Rubikon – Magazin für die kritische Masse”, nel cui comitato consultivo sono attivi, tra gli altri, Daniele Ganser e Rainer Mausfeld. Poiché la pubblicazione è stata fatta sotto una licenza libera (Creative Commons), KenFM si appropria di questo testo per un uso secondario e sottolinea esplicitamente che il Rubicone dipende anche dalle donazioni e ha bisogno di sostegno. Abbiamo bisogno di molti media alternativi!

Dopo un tempo di sviluppo incredibilmente breve, alcuni vaccini mRNA sono già stati testati sull’uomo sotto forma di vaccini corona (1). E questo, anche se a ben guardare rappresentano in realtà una forma di manipolazione genetica proibita. Inoltre, questi nuovi vaccini sono già prodotti in milioni di unità, anche se la serie di test è appena iniziata. A causa dell'”urgenza attuale”, questa volta anche gli esperimenti sugli animali sono stati in gran parte eliminati, anche se questi nuovi vaccini mRNA, che non sono ancora stati testati sull’uomo, in passato hanno sempre fallito in relazione ad altri tipi di virus a causa delle reazioni eccessive sproporzionate dopo la somministrazione agli animali. Questo volo alla cieca verso un successo di vaccinazione che sia il più veloce possibile e il più efficace possibile per i media potrebbe trasformarsi in un crimine contro l’umanità di dimensioni inimmaginabili.

Le seguenti righe sono state originariamente intese come informazioni e come appello per i miei pazienti.

Già ora vorrei richiamare la vostra attenzione su questioni importanti riguardanti una prossima vaccinazione COVID-19:

Negli ultimi 20 anni, i pazienti che si sono recati nel mio studio di naturopatia sono venuti più volte nel mio studio di naturopatia, che avevano sviluppato sintomi dopo le vaccinazioni, che poi ho dovuto curare. Naturalmente, tali sintomi o malattie prodotte artificialmente sono sempre state una sfida particolare nei singoli casi e un po’ più difficili da trattare rispetto alle malattie predominanti che nascono dalla natura del paziente, cioè sono di origine naturale.

Tuttavia, poiché le conseguenze della vaccinazione si sono finora basate principalmente sui coadiuvanti (coadiuvanti del principio attivo, noti anche come booster immunitari), che hanno molti effetti collaterali e la cui escrezione l’organismo non è stato in grado di affrontare nei singoli casi e quindi ha sviluppato una luce corrispondente alla sintomatologia grave, una terapia omeopatica, in cui la forza vitale individuale è stata stimolata ad espellere le tossine dall’organismo, ha avuto più o meno successo alla fine e le conseguenze della vaccinazione sono scomparse, anche se spesso solo dopo molti mesi o pochi anni.

A causa della nuova modalità d’azione del prossimo vaccino contro il coronavirus, tuttavia, tali successi di guarigione non sono prevedibili in futuro, cioè non sono più fondamentalmente possibili.

Per la prima volta nella storia della vaccinazione, i cosiddetti vaccini mRNA di ultima generazione (da qui il nome di vaccini genetici) intervengono direttamente nel materiale genetico del corpo umano, modificando così il materiale genetico individuale nel senso di una manipolazione genetica finora vietata, anche criminale. L’essere umano è quindi meno inoculato nel senso classico del termine, ma il suo codice genetico è piuttosto nuovo, le cellule del corpo sono riprogrammate e quindi manipolate. Ciò significa che l’ultima generazione di vaccini mRNA pianificati in tutto il mondo ci modificherà geneticamente. Dr. Wolfgang Wodarg sulla sua homepage:

“Dei circa 100 ‘vaccini contro il Covid-19’ attualmente in fase di sviluppo nel concorso, 12 sono già in fase di sperimentazione clinica. Secondo l’OMS il 9 giugno, quattro di questi contengono RNA ricombinante e tre contengono DNA. Solo una minoranza è concepita come vaccino convenzionale. Sette di questi dodici candidati non hanno quindi nulla in comune con una vaccinazione, ma sono modifiche genetiche di esseri umani che navigano sotto la bandiera sbagliata. Ecco perché la “vaccinazione” viene messa in virgolette con queste.

Si tratta di frammenti di informazioni genetiche diverse che devono essere introdotte nelle cellule umane come RNA o DNA in modi altrettanto diversi.

Anche l’RNA ricombinante, che viene introdotto nelle cellule umane, cambia i processi genetici e può benissimo essere classificato come una modificazione genetica delle cellule o dell’organismo, perché la modificazione genetica non si limita ad una modificazione diretta del DNA. Tuttavia, l’RNA ricombinante introdotto nelle cellule non è destinato a riprodursi come i virus. Inoltre, non fa parte delle prove di comunicazione cellulare e abusa delle routine di difesa esistenti, come i servizi di sicurezza privati di una stazione di polizia” (2).

Si può paragonare questo intervento a quello del cibo geneticamente manipolato, anch’esso molto controverso. Per quanto banalizzata come ne parlano attualmente i media e la politica, che chiedono anche in modo irreversibile una tale nuova vaccinazione per poter tornare alla normalità (3), tale vaccinazione è altrettanto problematica dal punto di vista sanitario, etico-morale e anche dal punto di vista dei danni genetici conseguenti, che, a differenza dei danni conseguenti delle precedenti vaccinazioni, saranno ora irrevocabili, irreversibili e irreparabili.

Cari pazienti, dopo una tale nuova vaccinazione contro l’mRNA non potrete più far guarire i sintomi della vaccinazione in modo alternativo, ma dovrete convivere con le conseguenze, perché non potranno più essere trattati semplicemente rimuovendo le tossine adiuvanti dal corpo umano, tanto quanto è possibile trattare la causa di una persona con un difetto genetico – per esempio trisomia 18 o 21, sindrome di Klinefelter, sindrome di Turner, cardiopatia geneticamente determinata, emofilia, fibrosi cistica, sindrome di Rett, ecc. – perché il difetto genetico, una volta presente, rimane per sempre e irrevocabilmente! Nella migliore delle ipotesi, si possono immaginare misure di salute palliative in questo senso nel quadro di metodi di trattamento alternativi, che potrebbero migliorare un po’ le conseguenze nei singoli casi.

Per inciso, i vaccini mRNA possono anche causare il cancro e altri gravi danni, poiché l’uso improprio delle cellule può a lungo termine portare al rischio di degenerazione cellulare o addirittura di cambiamenti cellulari maligni, che viene sempre negato con veemenza ma erroneamente dai sostenitori di questi nuovi vaccini genetici, nonostante la mancanza di esperienza clinica con essi.

Come misura precauzionale, l’azienda farmaceutica Moderna ha ordinato ai partecipanti allo studio di evitare le donazioni di sperma o di sesso non protetto.

Ancora una volta, il medico esperto, epidemiologo ed ex capo del dipartimento di salute pubblica, il Dr. Wolfgang Wodarg:

“Inoltre, le modifiche genetiche artificiali comportano sempre il rischio che possano coinvolgere anche le cellule germinali. Il cambiamento della linea germinale, cioè le modifiche genetiche ereditarie, è stato finora un tabù in termini di diritti umani. I partecipanti alle sperimentazioni cliniche dei nuovi “vaccini” genetici devono quindi impegnarsi anche a severe misure contraccettive” (2).

Bill Gates spera così di vendere la sua tecnologia sperimentale per modificare i geni a tutti i 7 miliardi di persone (4) e di poter convertire la nostra specie in organismi geneticamente modificati (OGM). Scienziati ed eticisti stanno dando l’allarme.

Il nuovo vaccino mRNA utilizza una nuova, non testata e molto controversa tecnologia sperimentale RNA che Bill Gates sostiene da oltre un decennio.

Invece di iniettare un antigene e un adiuvante come nei vaccini tradizionali, gli sviluppatori di questo nuovo vaccino inseriscono un piccolo pezzo del codice genetico del coronavirus (il cosiddetto mRNA del virus) nelle cellule umane, cambiando così il DNA in tutto il corpo umano e riprogrammando le nostre cellule per produrre anticorpi per combattere il virus.

I vaccini mRNA sono una forma di ingegneria genetica nota come “modificazione del gene del germe” (5). Le modifiche genetiche dei vaccini mRNA, e soprattutto le loro conseguenze genetiche, vengono così trasmesse alle generazioni future.

A gennaio, la Dichiarazione di Ginevra (6) dei maggiori esperti di etica e scienziati del mondo ha chiesto la fine di questo tipo di esperimenti:

Il dottor Peter Hotez mette in guardia contro le conseguenze potenzialmente letali del saltare gli esperimenti sugli animali.

“Se c’è una spinta immunitaria negli animali, è uno spettacolo.”

Il dottor Suhab Siddiqi, ex direttore della chimica del produttore di vaccini Moderna, lo ha detto alla televisione della CNN:

“Non permetterei che il (vaccino) venga iniettato nel mio corpo”.

L’ex scienziata del NIH (National Institutes of Health) Dr. Judy Mikovits ritiene che sia criminale testare i vaccini contro l’mRNA sull’uomo.

Nelle persone della mia fascia d’età – io, Detlef Rathmer, ho 51 anni – che difficilmente produrranno altri figli, si potrebbe ancora accettare che i vaccini genetici di questa nuova generazione influenzino artificialmente la propria genetica. Ma è tanto più tragico se penso al materiale genetico dei nostri figli e nipoti e alla degenerazione della loro eredità, di per sé perfettamente sana, che va di pari passo con questo.

Inoltre, indipendentemente dalla questione della riproduzione, ogni essere umano geneticamente modificato può avere conseguenze imprevedibili per un periodo di tempo indefinito, e il nesso causale tra la vaccinazione genetica e le conseguenze per la propria salute nel contesto di qualsiasi processo di danno da vaccinazione sarà difficile da dimostrare in singoli casi, anzi nella stragrande maggioranza dei casi sarà impossibile da diagnosticare. Malattie come allergie da lievi a gravi, malattie autoimmuni di varia genesi e persino il cancro in età avanzata possono quindi solo in casi eccezionali essere messe in relazione diretta con la vaccinazione geneticamente manipolata, che non è stata ancora studiata sull’uomo. A questo proposito, tutti coloro che in futuro saranno vaccinati con questa nuova forma di vaccinazione non sono altro che cavie in un laboratorio con potenzialmente 7 miliardi di persone da testare.

In parole povere questo significa:

In parole povere, questo significa che se si sviluppano sintomi dopo una vaccinazione contro l’mRNA, né io né altri terapeuti saremo in grado di aiutarvi, perché il danno sarà geneticamente irreversibile.

Questa “vaccinazione” rappresenta, per così dire, non solo un attacco all’intero sistema immunitario e alle relative difese immunitarie, ma anche alla sostanza ereditaria genetica naturale del nostro corpo, da manipolare in modo innaturale e con conseguenze incalcolabili per la salute e l’integrità della persona.

I sostenitori di questi vaccini mRNA sottolineano ripetutamente che si tratta solo di un intervento nel citoplasma della cellula per mezzo di messaggeri mRNA e non nel nucleo della cellula vera e propria, in cui viene conservato il materiale genetico dell’essere umano. Tuttavia, essi omettono regolarmente di menzionare che la trascrizione inversa non comporta solo uno scambio dal nucleo cellulare al plasma cellulare, ma anche viceversa. La parola chiave centrale è quindi “trascrizione inversa” o anche “trascrizione inversa” (7).

La trascrizione inversa dei retrovirus è stata descritta per la prima volta nel 1970 da Howard Temin e, indipendentemente da lui, da David Baltimore. Sono stati insigniti del Premio Nobel per la Fisiologia o la Medicina nel 1975 per questa scoperta insieme a Renato Dulbecco. L’aggiunta della parola “inverso” denota la peculiare capacità di questo enzima di costruire il DNA secondo un modello di RNA. La direzione inaspettata del processo ha invalidato la dottrina precedentemente sostenuta, il cosiddetto “Dogma Centrale della Biologia Molecolare”, secondo cui il flusso di informazioni genetiche scorre esclusivamente nella direzione del DNA → RNA → proteine, mai il contrario. La frequenza di errore della trascrittasi inversa è da 1:103 a 1:104 a causa di una funzione di correzione mancante (correzione di bozze) e porta ad un tasso di mutazione molto elevato.

E così questi “vaccini” genetici di ultima generazione sono all’altezza del loro nome, esercitando un’influenza biologica diretta permanente sul materiale genetico, modificandolo con imprevedibili conseguenze negative precoci, medie e soprattutto tardive per la salute della persona vaccinata.

Ma coloro che – per qualsiasi motivazione – vorrebbero rendere felice l’intera umanità con questa nuova vaccinazione genetica a corona, non dormono:

Un fact check di Facebook (8) pseudo-scientifico sostiene – con riferimento all’opinione individuale di uno scienziato del Max Planck Institute – presunti fatti non provati, ma semplicemente rivendicati per sdrammatizzare i nuovi pericolosi vaccini mRNA: “improbabile”, “praticamente zero”, ecc:

“Il Dr. Tugce Aktas, capogruppo del Max Planck Institute for Molecular Genetics, spiega all’agenzia di stampa tedesca che, sebbene ci sia la possibilità che le informazioni genetiche provenienti dall’RNA possano entrare nel DNA, non è ancora chiaro se questo sia il caso. Tuttavia, la probabilità di questo processo – chiamato trascrizione inversa – è praticamente nulla. Inoltre, è ancora meno probabile che queste informazioni vengano trasferite alle gonadi e quindi trasmesse alle generazioni successive” (8).

Per inciso, il Max Planck Institute è stato finanziato dalla Bill & Melinda Gates Foundation dal 2017 e fino al 2021 con 6 milioni di dollari USA (9).

Lì gli scienziati desiderosi si sforzano e ricevono il premio Nobel per la loro prova scientifica della trascrizione inversa (7), che è associata ad alti tassi di mutazione, mentre qui si presenta semplicemente un capogruppo del Max Planck Institute, sovvenzionato dall’industria delle vaccinazioni, che sostiene semplicemente l’opposto della ricerca innovativa di due premi Nobel (8). Ancora una volta un esempio tipico dell’approccio radicale dell’industria farmaceutica. Sostenendo unilateralmente il contrario, nominando presunti esperti, i fatti scientifici vengono passati sotto il tavolo a scopo di lobbying. Questo approccio senza scrupoli e disumano ci è ormai ben noto attraverso il nostro comportamento nei confronti del professor Bhakdi, del dottor Wodarg e di tutti i numerosi scienziati ed esperti che vengono semplicemente messi a tacere senza alcuna argomentazione veramente scientifica.

A mio parere, questi nuovi vaccini mRNA rappresentano un crimine senza precedenti contro l’umanità nella sua portata, mai visto prima in una forma così ampia nella storia. L’industria dei vaccini e la politica si stanno coalizzando e vogliono modificarci geneticamente a causa di un virus influenzale stagionale chiamato SARS-CoV-2, il cui picco a metà marzo 2020 è in costante diminuzione da allora, e trasformarci in “OGM umani”, esseri umani geneticamente modificati (10).

Come ha detto recentemente il Dr. Wolfgang Wodarg, un medico esperto ed epidemiologo:

In realtà, questo “promettente vaccino” per la maggior parte delle persone è in realtà una manipolazione genetica vietata” (2)!

Fonti e note:

(1) https://www.tagesschau.de/investigativ/ndr-wdr/curavec-impfstoff-tests-101.html
(2) https://www.wodarg.com/impfen/
(3) https://www.zdf.de/nachrichten/politik/coronavirus-wirtschaft-tarek-al-wazir-100.html
(4) siehe Tagesthemen vom 12. April 2020, in denen Bill Gates gegenüber dem Moderator Ingo Zamperoni mitteilt: „Wir werden 7 Milliarden Menschen mit dem neuen Corona-Impfstoff impfen!“ https://www.youtube.com/watch?v=083VjebhzgI
(5) https://www.br.de/wissen/genome-editing-crispr-cas-genschere-keimbahntherapie-100.html
(6) http://www.wolfgang-gedeon.de/2020/05/robert-f-kennedy-jr-wissenschaftler-und-ethiker-schlagen-alarm-impfstoff-von-gates-wird-die-dna-aendern/
(7) https://de.m.wikipedia.org/wiki/Reverse_Transkriptase
(8) https://www.presseportal.de/pm/133833/4600371
(9) https://www.ceplas.eu/de/ueber-uns/news/news-detail/us6-million-grant-from-gates-foundation/
(10) https://de.wikipedia.org/wiki/Gentechnisch_veränderter_Organismus

+++

Questo articolo è apparso per la prima volta su Rubikon – Magazin für die kritische Masse.

+++

Fonte dell’immagine: Shutterstock / oes

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort