Il Senato di Berlino emette un ordine di bavaglio | Di Bernhard Loyen

Dopo si è sempre più saggi.

Un commento di Bernhard Loyen.

Anche gli eventi del 29.08. a Berlino hanno ricevuto l’attenzione internazionale. Dopo questa giornata, da un lato molto fastidiosa, a causa della direttiva del Senato sulla coercizione e la violenza, dall’altro così importante, lunga e meravigliosa giornata per tutti gli interessati, pacifici e amanti della democrazia, i media tedeschi si sono concentrati su un evento marginale di quasi 45 minuti.

No, non sono state le disciplinate centinaia di migliaia di persone ad essere oggetto di discussione in tutto il panorama mediatico di questa settimana, non i discorsi per lo più molto buoni al Großer Stern, compresi quelli del campione del mondo di calcio Thomas Berthold. Non il commovente discorso di un politico ormai ex-verde (1). Né la presenza di Robert F. Kennedy jr. a Berlino, compresa la sua brillante analisi dello status quo e un sincero – Ich bin ein Berliner. Il cumulo sparso, in relazione alle masse sulla Strasse des 17. Juni, partecipanti ad un’altra manifestazione registrata e approvata dalle autorità assembleari di Berlino, è diventato il Talk of the Republic. L’assalto della scalinata del Reichstag, la scalinata del portale, è diventata la questione politica del presente.

Che questo mite evento non abbia avuto nulla a che fare con la dimostrazione del pensiero laterale non viene ancora comunicato in modo coerente. Che il 98% dei presenti davanti al Reichstag ha voluto distinguersi chiaramente dalle centinaia di migliaia, anche questo non è un problema. Che questo fatto si basa sulla reciprocità, cioè su un chiaro disinteresse per i contenuti, nessuna spiegazione presso ARD & ZDF, Lanz, Maischberger, im Spiegel, ZEIT e tutti gli altri agenti vicari del mondo dei media.

Alle 16:27 la polizia di Berlino cinguettava su Twitter, citazione (2): “Davanti al palco nella zona del prato del Reichstag, parti della barriera sono state abbattute. Le persone sono entrate nell’area chiusa. Abbiamo preso provvedimenti contro questo e ora guideremo i presenti giù dal prato. Gli irrigatori a prato inizieranno presto a lavorare lì.

Allo stesso tempo, a 2,4 km di distanza, presso il Großer Stern (3), gli amanti della pace ascoltavano i discorsi sul palco degli organizzatori del pensiero laterale. Non sembrava diverso verso le 19:00, quando il simpatico gruppo si è riunito sulle scale del portale del Reichstag (4).

Interessante è il fatto che la polizia di Berlino, compreso il Senatore degli Interni, era sempre nel quadro di quello che stava lentamente diventando dinamico sul prato davanti al Reichstag (5). Citazione:

Poco dopo le 16.00 circa 50 partecipanti hanno superato i bar e hanno raggiunto il prato davanti al Reichstag. Le forze di polizia hanno cominciato a spingere i partecipanti fuori dal prato. Poco dopo le 19.00, un gran numero di persone provenienti dalla zona della Porta di Brandeburgo si è riversato verso il prato davanti al Reichstag. Per controllare o impedire che ciò avvenisse, si dovevano convocare le forze di polizia per la zona di Simsonweg all’angolo di Scheidemannstraße. Questa fase è stata utilizzata da un gruppo più numeroso di circa 300-400 persone, che ha superato le barriere e ha raggiunto la scala esterna del Reichstag.

Questo trambusto scenico deve essere stato osservato con certezza, anche dai sei servizi di emergenza ora tanto elogiati dal Presidente federale. E non hanno fatto niente? Il signor Steinmeier è intervenuto nel suo discorso di accettazione, cito:

Per il vostro impegno e il vostro comportamento esemplare, voi, agenti di polizia, meritate un grande ringraziamento, rispetto e riconoscimento (6)”. In ogni società di sicurezza questi eroi avrebbero molto da spiegare, lungi dall’essere un encomio.

Il video (7), collegato nell’articolo scritto, dovrebbe finalmente spiegare a tutte le parti interessate quale fosse il numero aereo di questa azione, che ora mette completamente in secondo piano le preoccupazioni di centinaia di migliaia di persone. Intenzione? Ma certo!

Almeno il portavoce del ministero federale degli Interni è stato così gentile da ammettere alla conferenza stampa federale di questa settimana, quando gli è stato chiesto di parlare del tema dei V-People, cito: ma possono supporre, soprattutto con la prognosi delle autorità di Berlino della scorsa settimana, che anche tutte le autorità con giurisdizione legale sono state in azione (8).

Il 31 agosto è apparso sul New York Times un articolo che tratta degli eventi nella capitale tedesca Berlino il 29 agosto. Il titolo recita, cito: Incontra i bizzarri manifestanti antiblocco della Germania. Una strana miscela di teorici della cospirazione, estremisti di destra e cittadini comuni è scesa in strada. Perché? (9)

L’autore sembrava essere sul posto. Le dichiarazioni erano molto precise, cito: “Sabato, circa 38.000 persone hanno marciato a Berlino e hanno chiesto la fine delle restrizioni della pandemia. Era un miscuglio bizzarro: alle famiglie e agli anziani si univano gli estremisti di destra, alcuni con tatuaggi di svastica. I manifestanti hanno sventolato cartelli con scritto “Toglietevi le maschere degli schiavi”, altri hanno sventolato bandiere della pace. Molti hanno gridato “Noi siamo il popolo”, altri hanno chiesto al presidente Trump e al presidente russo Vladimir Putin di “liberare” la Germania.

Sono stato di nuovo sul posto per ore con i miei colleghi della KenFM. La mattina alle 08:30, passando per la Porta di Brandeburgo, Friedrichstrasse fino a Torstrasse, poi attraverso il Tiergarten fino a Großer Stern. Perché ho notato altri dettagli? Indossavo gli occhiali sbagliati?

Chi è l’autore? Si chiama Anna Sauerbrey e, che sorpresa, in realtà lavora per il Berliner Tagesspiegel, ad eccezione di questa rubrica mensile per il NYT. Questo spiega anche queste informazioni dettagliate per il lettore americano, la signora Sauerbrey sa, cito:

Queste dimostrazioni sono un po’ un mistero. Una delle cose più strane è che non c’è quasi nulla da protestare. Conosce anche maggiori dettagli sui creatori davanti e dietro il palco, cito: Una figura centrale è Michael Ballweg, un imprenditore di Stoccarda che gestisce una società di software. Il signor Ballweg, che non ha risposto a una richiesta di intervista, è il fondatore di Querdenken 711… Il signor Ballweg è la punta dell’iceberg. In un incontro di protesta a Stoccarda il 9 maggio, Ken Jebsen, un ex conduttore radiofonico pubblico licenziato per dichiarazioni antisemite e diventato un importante YouTuber, ha affermato che il virus è “un cavallo di Troia” che dovrebbe “rendere lo Stato e i lobbisti e le aziende che lo consigliano ancora più potenti e i cittadini ancora più impotenti”.

Queste informazioni non sconvolgono il lettore americano, né la menzione del Dr. Wodarg nell’articolo. Ma crea una sensazione di giornalismo internazionale di alto livello nella redazione berlinese del Tagesspiegel. C’è tutto: teorie di cospirazione, svastiche, estremisti di destra, antisemiti. Giornalismo transatlantico di realizzazione. Per inciso, il precedente articolo della signora Sauerbrey del mese di maggio aveva il titolo, cito: Come la Germania si è innamorata di nuovo di Angela Merkel.

Restiamo a Berlino. L’intera strategia del Senato di Berlino, il Senatore degli Interni, è stata chiara all’inizio della giornata. Nessun compromesso, non un’attuazione a piedi della decisione del tribunale del giorno precedente. Completa negazione dei diritti securizzati per gli organizzatori e i partecipanti. Necessario accerchiamento per ore fino alla forza bruta.

In questo giorno la marcia trionfale di centinaia di migliaia di democratici pacifici provenienti da tutto il mondo attraverso il cuore della capitale di governo non dovrebbe essere inviata nel mondo sotto forma di immagini. L’evento parallelo completamente inscenato, drammaturgicamente e probabilmente ancora una volta cofinanziato dallo stato ha soddisfatto l’effetto della granata fumogena desiderata e necessaria. Nessuno parla del successo di “Berlino invita l’Europa – Festival per la libertà e la pace”, non si parla di un evento troppo ovviamente pianificato, approvato e soprattutto ben controllato.

Lo scandalo, non solo che il senatore degli interni Geisel della SPD ha ignorato completamente illegalmente un giudizio di un’autorità, no, ha estratto il prossimo jolly dal catalogo disciplinare immediatamente questa settimana. Che tutto questo non avvenga senza consultare il governo locale, il ministero degli interni, il portavoce del governo, e persino il cancelliere, dovrebbe essere chiaro ai cittadini che ci pensano. La capitale federale deve essere liberata da tali eventi. La vista dalla Cancelleria federale alta 36 metri, dalle grandi finestre panoramiche, dovrebbe fornire solo belle immagini per il Cancelliere.

Già il 31.08., rbb24 è stata in grado di segnalare correttamente (10), citazione: Dopo il weekend demo. Il senatore degli Interni Geisel vuole che le maschere siano obbligatorie alle manifestazioni. Come previsto, solo i pochissimi hanno indossato le maschere alle dimostrazioni di Corona nel fine settimana. I politici di stato di Berlino vogliono ora reagire a questo. Il senatore per gli affari interni prevede di rendere obbligatorio l’uso di maschere alle manifestazioni molto presto.

Molto presto esattamente un giorno dopo, citazione: Da 100 partecipanti. Il Senato di Berlino decide di rendere obbligatorie le maschere per le manifestazioni (11). Questa decisione significa decodificare – imbavagliare e la certezza che dimostrazioni di questa portata non costringeranno più la politica e un numero spaventosamente alto di capigruppo della Corona berlinese a Berlino per il momento. Gli ultimi risultati elettorali per Berlino come promemoria: SPD 21,6%, SINISTRA 15,6%, VERDE 15,2% = Senato R2G e corrispondente comprensione politica.

Il termine gag order è troppo severo? Il termine, l’introduzione ha la tradizione berlinese. Un altro politico della SPD ha avuto approcci simili nel 2003. Per vietare ai cittadini cattivi e responsabili di parlare. La stampa ha parlato di un ordine di bavaglio. All’allora senatore della scuola Klaus Böger non piacevano le dichiarazioni sempre più critiche sulla violenza e i problemi di integrazione nelle scuole di Berlino (12). Per evitare che le scuole rendessero pubblica la loro opinione sulla politica del Senato, il Senatore aveva inviato una lettera circolare in cui affermava che ai direttori scolastici non era più permesso esprimere “opinioni politiche soggettive” nei media.

“Visioni politiche soggettive”? Suona familiare in senso lato. Secondo Böger, ciò non deve in alcun modo essere inteso, secondo Böger, come un divieto di discussione (13). Il senatore degli Interni Geisel ora sostiene la stessa cosa. Le persone sono benvenute a dimostrare, ma vi prego di farlo secondo le sue idee e le sue istruzioni.

La cosiddetta ala sinistra della SPD, i Verdi a SINISTRA hanno nel frattempo perso ogni sintonia per le decisioni enfatiche, mostra il fatto surreale di una contraddizione classica della politica corrispondente. Mostrare il volto – per il coraggio civile (14) si definisce una corrispondente campagna attuale. Per questa clientela non è affatto una contraddizione che il Senato di Berlino, l’entusiasmo dell’elettorato corrispondente per l’obbligo di indossare le maschere, faccia questo richiamo ad absurdum in occasione degli eventi nelle strade.

Andare a una dimostrazione non significa solo mostrare i propri colori, ma soprattutto mostrare il proprio volto. Non è più possibile. Ordine di bavaglio

Andare a una manifestazione non significa solo marciare fianco a fianco, ma anche cantare a voce alta e senza ostacoli – quando è troppo è troppo è troppo. Non è più possibile. Ordine di bavaglio.

Andare a una manifestazione significa incontrare persone che la pensano allo stesso modo, guardare apertamente in tutto il loro volto e riconoscere, comunicare – io sono lì, noi siamo lì, diventando sempre di più. Ridere e gioire insieme. Non è più possibile. Basta con le gag.

I politici sono sempre più irritati dal comportamento di un numero crescente di cittadini insoddisfatti. La questione non è ancora la presunta negazione della corona, ma la fine richiesta del folle catalogo di misure di corona. L’abrogazione immediata o la riformulazione della legge sulla protezione dalle infezioni.

Chi, come politico, sta lasciando la sua torre d’avorio per scendere nelle pianure delle piccole città e dei villaggi per un semplice tintinnio, può sperimentare qualcosa. Questo è quello che è successo al nostro Ministro della Salute Jens Spahn. Quattro appuntamenti consecutivi sono diventati un disastro personale. Il popolo ha osato protestare. Li ha trovati come fanti della marmaglia.

In una dichiarazione molto onesta del 02.09. ha formulato pensieri impressionanti (15), citazione

Tuttavia, voglio già dirlo, mi chiedo quale esperienza, quale situazione abbia causato tanto odio e frustrazione negli ultimi mesi.

Aveva una comprensione sincera delle difficoltà economiche, nella gastronomia, nell’artigianato, nelle tante aree. Capisce le difficoltà, la frustrazione, la fatica per le famiglie, i bambini e gli altri, ma, cito

Cosa c’è di così forte da provocare questa, questa aggressività. Non posso rispondere, mi chiedo solo.

Beh, chi può spiegarglielo? Questi pensieri possono essere accresciuti? Sì, cito:

E mi chiedo in quale paese preferirebbero essere, piuttosto che in Germania.

Scuoti la testa o ridi? Le risate gli sono rimaste in gola per settimane, mesi? Non c’è niente di meglio. Anche Jens Spahn ha fatto sapere ieri che con le attuali misure igieniche le cose stanno andando in modo ottimale (16) Il governo federale ha imparato qualcosa di nuovo. Con la consapevolezza di oggi, potrebbe dire che nessun parrucchiere e nessun negozio al dettaglio chiuderà. Questo non accadrà più. Tali sentenze non sono state ben accolte a Bottrop (17). Perché solo? Prima di lui vittima della sua politica. Dovrebbero applaudire, ma esprimere il loro disappunto. Pretenzioso.

Noi in Germania ce la caviamo bene, a differenza della gente dello Zimbabwe, per esempio. La gente parlava e poi andava laggiù. Non posso più. Oggi il governo dà aiuti all’emigrazione. Ora possono ridere. Lo Handelsblatt ha informato il 28.08. (18), citazione:

Diversi ambasciatori, anche tedeschi, hanno avvertito il governo dello Zimbabwe di non limitare i diritti dei cittadini in nome della crisi di Corona. Erano profondamente preoccupati per l’attuale crisi politica, economica, sociale e sanitaria del Paese in Africa del sud.

Vogliono un altro battitore di cosce? Citazione:

“Covid-19 non deve essere usato come scusa per limitare le libertà fondamentali dei cittadini”. Esortano inoltre il governo ad affrontare la corruzione nel Paese.

No, non c’è niente da ridere. Sono scioccati a livello della politica attuale, dei media di questo paese. Non in America, Brasile, India o Zimbabwe. In questo paese.

Sì, che vuole includere la Cina e la Russia nella loro lista. La differenza, lì è chiaramente definita e pronunciata, questo è come è e questo è il modo in cui lo facciamo. I cittadini sanno cosa aspettarsi. Il nuovo discorso orwelliano è un fenomeno nuovo qui in Germania.

Le restrizioni sono libertà. I divieti sono la democrazia. La coercizione è volontarietà. Mostrare il viso, ma solo con una maschera. Una nuova infezione senza sintomi significa malattia. I numeri bassi significano alti. Denuncia significa solidarietà.

Nel romanzo di Orwell 1984, dice, e cito:

“Non capite che il nuovo discorso ha un solo scopo, quello di restringere il campo del pensiero? Infine, renderemo letteralmente impossibili i crimini del pensiero, perché non ci saranno più parole per esprimerli… crimini del pensiero. È solo una questione di autodisciplina, di controllo della realtà. Ma alla fine, anche questo non sarà più necessario. La rivoluzione sarà completa quando il linguaggio sarà perfetto.

Il quotidiano ZEIT ha dichiarato il 02.09, (19)Citazione: Misure Corona: Dopo si è sempre più intelligenti… Probabilmente non sapremo mai se le misure sono state troppo severe.

Le persone che si rivolgono ai media alternativi sono già sicure che queste misure non solo sono state troppo severe, ma sono un terrore per il cittadino. I lettori e gli ascoltatori di Alternative Media sono già più intelligenti. Questo li rende pericolosi per la politica. L’ordine di bavaglio è molto più di un simbolismo. E’ un avvertimento. Smettila di disturbarci. Nessuna discussione. Stai zitto.

La lotta continua. Per le strade. Senza maschere.

Per noi. Per i nostri figli. Per tutti noi.

Ci vediamo alla prossima grande dimostrazione.

Il 3 ottobre 2020 a Costanza (20).

Giorno dell’unità. Giorno della libertà.

E vale ancora – nessuna violenza. Alla polizia: Connettiti!

Fonti:

  1. https://www.youtube.com/watch?v=fupRTN272Rw
  2. https://twitter.com/PolizeiBerlin_E/status/1299715248312791040
  3. https://twitter.com/TeamKenFM/status/1300698488125222914
  4. https://twitter.com/PolizeiBerlin_E/status/1299773550161801216
  5. https://www.berlin.de/polizei/polizeimeldungen/pressemitteilung.982681.php
  6. https://www.bundespraesident.de/SharedDocs/Berichte/DE/Frank-Walter-Steinmeier/2020/08/200831-Statement-Gespraech-Polizisten.html
  7. https://www.youtube.com/watch?v=nGoK_aZDQ7Y&feature=youtu.be
  8. https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=LhVpa3iqvos&feature=emb_title
  9. https://www.nytimes.com/2020/08/31/opinion/germany-covid-lockdown-protests.html
  10. https://www.rbb24.de/politik/thema/2020/coronavirus/beitraege_neu/2020/08/berlin-demonstrationen-maskenpflicht-geisel-innenausschuss.html
  11. https://www.rbb24.de/politik/thema/2020/coronavirus/beitraege_neu/2020/09/berliner-senat-will-maskenpflicht-fuer-demonstrationen.html
  12. https://www.morgenpost.de/printarchiv/berlin/article104566729/Redeverbot-fuer-Lehrer-gegenueber-Journalisten.html
  13. https://www.tagesspiegel.de/meinung/leserbriefe/die-lehrer-und-die-oeffentlichkeit-warum-maulkoerbe-fuer-lehrer/430646.html
  14. https://www.gesichtzeigen.de/gesicht-zeigen-fuer-zivilcourage/
  15. https://twitter.com/ARD_BaB/status/1301115641441779714
  16. https://www.zeit.de/politik/deutschland/2020-09/corona-beschraenkungen-jens-spahn-massnahmen-verbesserung?wt_zmc=sm.ext.zonaudev.twitter.ref.zeitde.share.link.x
  17. https://www.youtube.com/watch?v=OsGc0DaWS_M
  18. https://www.handelsblatt.com/dpa/konjunktur/wirtschaft-handel-und-finanzen-botschafter-warnen-simbabwe-vor-freiheitseinschraenkungen-wegen-corona/26138032.html?ticket=ST-6163496-v9o0tqX9P3tZ5xEcycet-ap1
  19. https://www.zeit.de/wissen/gesundheit/2020-09/corona-massnahmen-jens-spahn-lockdown-einzelhandel-schulen-pflegeheime/seite-2
  20. https://www.schwaebische.de/sueden/baden-wuerttemberg_artikel,-3-oktober-demonstration-von-querdenken-in-konstanz-geplant-_arid,11264475.html

+++

Si ringrazia l’autore per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Fonte dell’immagine: ©dileyon20

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort