Il virus Corona: pericolo mondiale o isteria completamente esagerata?

Un punto di vista di Ulrike von Aufschnaiter.

Covid-19 (Coronavirus) è ora presentato quotidianamente su tutti i media. Il virus si sta diffondendo in diversi continenti. Vengono ordinate misure drastiche per proteggere la popolazione: La gente viene messa in quarantena, gli eventi vengono cancellati su tutta la linea, i paesi di tutto il mondo chiudono i loro confini.

Ma quanto è davvero pericoloso il coronavirus? Quanto sono efficaci le misure ordinate per proteggere la popolazione? Ci sono misure preventive per ogni individuo? Quali misure possono adottare i cittadini in caso di infezione per influenzare positivamente il decorso della malattia?

Per rispondere a domande come queste, è necessaria una comprensione dei processi fisiologici di base: Cos’è un virus? Come interagiscono i virus con l’organismo umano? Quali meccanismi di protezione può mobilitare il corpo stesso quando riceve un sostegno efficace? Queste domande sono trattate nel seguente articolo.

Cosa sono i virus e come agiscono nell’organismo umano?

I virus sono strutture organiche che attaccano le cellule degli organismi viventi e le utilizzano come ospiti per moltiplicarsi e produrre nuovi virus. Si diffondono per mezzo della trasmissione, cioè sono “letteralmente” trasportati da un essere vivente all’altro da esseri umani, animali o con l’aiuto dell’aria.

I virus colonizzano l’intero pianeta e alcuni di loro vivono – proprio come batteri, acari e funghi – dentro e sul nostro corpo. Sono una parte costante e naturale dell’organismo umano.

Al momento sono stati identificati circa 3000 diversi tipi di virus, ma potrebbero essercene molti altri. I singoli tipi di virus sono specializzati in determinate strutture cellulari o addirittura in ceppi batterici. Non tutti i virus attaccano tutte le cellule, ma solo alcuni tipi. Il virus corona, ad esempio, si è specializzato, come altri virus del raffreddore, nell’attacco delle cellule polmonari. Utilizza queste cellule come ospiti per moltiplicarsi.

I virus – proprio come altri microrganismi – mutano costantemente e si adattano al loro ambiente. Ciò significa che l’ospite – nel nostro caso gli esseri umani – deve anche sviluppare costantemente nuovi meccanismi di difesa per resistere a nuovi e potenzialmente dannosi tipi di virus. Questo è esattamente ciò che l’organismo umano – proprio come gli animali o le piante – fa imparando ad affrontare un nuovo intruso con l’aiuto del proprio sistema immunitario. Con l’aiuto del nostro sistema immunitario, formiamo anticorpi e cellule killer (cellule T citotossiche), e siamo quindi in grado di riconoscere ed eliminare virus e cellule infette da virus. Se il corpo ha un sistema immunitario forte, può quindi difendersi bene dai virus indesiderati.

Il principio di base di una difesa immunitaria di apprendimento è utilizzato anche dall’industria farmaceutica con sostanze vaccinali: Ai cittadini sani vengono somministrate piccole dosi di virus o batteri per indurre il sistema immunitario ad attivarsi contro queste specifiche sostanze. La vaccinazione in sé non induce quindi l’immunità, ma il nuovo comportamento del sistema immunitario dell’organismo vaccinato – umano o animale.

E proprio come con la somministrazione di un vaccino vivo, nel periodo in cui la persona vaccinata costruisce una difesa immunitaria contro il virus/batterio, possono verificarsi infezioni in altre persone. Almeno finché i cittadini hanno contatti con la persona vaccinata durante questo periodo. Un sistema immunitario forte è quindi fondamentale nella lotta contro i virus.

Cos’è il sistema immunitario?

Il sistema immunitario è il sistema di difesa del nostro corpo. Fa parte del nostro metabolismo. Si tratta di una complessa rete di diversi organi, tipi di cellule e molecole in cui avvengono processi chimici. Tutte queste diverse parti “comunicano” tra loro nel nostro corpo in diverse costellazioni e ci proteggono da malattie e infezioni.

Diversi organi e tipi di cellule svolgono compiti diversi:

  1. La pelle: questa è la nostra copertura protettiva esterna. Serve come barriera, protezione e freno alla crescita, ad esempio per i microrganismi indesiderati come virus, batteri e funghi. Dopo l’intestino, è l’organo più importante per l’assorbimento delle sostanze che favoriscono la salute: vitamine, minerali e acqua.
  2. Le mucose: si trovano principalmente nella bocca, nel naso e nella zona genitale. Legano i microrganismi e le particelle estranee come la polvere.
  3. Gli occhi: contengono l’enzima antimicrobico lisozima, che combatte i microrganismi.
  4. Le vie respiratorie: lì il muco nella gola e nei polmoni lega gli organismi e le particelle indesiderate. Il muco trasporta queste sostanze nello stomaco e in altre aree del corpo dove vengono neutralizzate e/o escrete.
  5. Il fegato: è qui che vengono prodotte le proteine, che garantiscono che il nostro sangue si attacchi e che le ferite si chiudano in caso di lesioni. Il fegato è anche il deposito di tutte le sostanze nutritive essenziali, che possono essere richiamate da altre cellule a seconda delle necessità. Il fegato è anche l’organo di disintossicazione più importante.
  6. Lo stomaco: è qui che produciamo il nostro acido gastrico, che distrugge una grande proporzione di batteri e microrganismi indesiderati in modo che non possano entrare nel nostro flusso sanguigno.
  7. L’intestino: La nostra flora intestinale forma un proprio sistema di difesa dalle infezioni con i diversi ceppi di batteri che vi abitano. Qui vengono prodotte anche le vitamine, che poi sostengono altri organi. L’intestino è anche responsabile della rimozione dei “prodotti di scarto”, che vengono nuovamente escreti come defecazione.
  8. Le vie urinarie e i reni: La vescica, il tessuto circostante e i reni adiacenti hanno una funzione simile. È qui che i residui liquidi e le tossine del nostro corpo vengono raccolti ed espulsi nelle urine.
  9. La circolazione sanguigna e linfatica: Si tratta di due sistemi circolatori in cui diversi tipi di cellule distruggono tutto ciò che è dannoso per l’organismo, come le cellule tumorali. Questa forma di difesa immunitaria è realizzata da tipi di cellule utili, che sono chiamati granulociti neutrofili, monociti/macrofagi e cellule dendritiche.

Tutte queste aree proteggono così il corpo da intrusioni dall’esterno e dall’interno e ci aiutano a rimetterci rapidamente in piedi in caso di malattia o infortunio. Il nostro sistema immunitario è quindi fondamentale per la nostra salute.

Il nostro compito, a sua volta, è quello di sostenere ciascuno di questi organi nella sua funzione. Lo facciamo dando al nostro corpo le giuste sostanze nutritive e facendo attenzione che nessuna sostanza nociva entri nel nostro organismo.

Sosteniamo anche il nostro sistema immunitario facendo molto esercizio fisico – preferibilmente all’aria fresca, perché c’è uno spettro equilibrato di batteri e molto ossigeno. L’esercizio fisico assicura anche che tutte queste sostanze nutritive siano correttamente convertite nel nostro corpo e trasportate agli organi e alle cellule.

È anche importante sapere che il nostro sistema immunitario non è un sistema rigido, ma in continuo cambiamento. Questo sistema apprende ogni giorno nuovi compiti e funzioni di protezione. Se, per esempio, al corpo vengono regolarmente offerte piccole quantità di batteri e virus che non sono salutari per noi, il sistema immunitario impara a riconoscerli e a combatterli.

Il sistema immunitario dovrebbe quindi, come i nostri muscoli, essere continuamente sostenuto e allenato. Questo processo inizia già nel grembo materno, cioè durante la gravidanza. Il comportamento di una madre in attesa per quanto riguarda l’alimentazione, l’esercizio fisico o l’assorbimento di tossine attraverso i farmaci o l’ambiente gioca quindi un ruolo decisivo per la salute futura del bambino non ancora nato. In linea di principio, migliore è la salute della madre, più sano sarà il suo bambino.

Possiamo anche “confondere” o indebolire questo sistema immunitario. Lo facciamo offrendogli sostanze per un periodo di tempo più lungo che il sistema non può affrontare. Si tratta principalmente di sostanze che non fanno parte della nostra catena alimentare naturale.

Sostanze che confondono il sistema immunitario, irritano o indeboliscono i singoli organi per un periodo di tempo più lungo, sono ad esempio il sale da cucina convenzionale, lo zucchero industriale, l’alcool, le sigarette, i residui di pesticidi o molti dei cosiddetti additivi alimentari. Molte sostanze approvate dall’UE nei nostri alimenti e nei prodotti per la cura danneggiano anche il nostro sistema immunitario.

La percentuale di sostanze nocive è aumentata notevolmente in quantità e numero negli ultimi decenni, e i rischi e la pressione sul nostro sistema immunitario sono aumentati di conseguenza.

Anche le singole parti del nostro sistema immunitario possono essere danneggiate dall’esterno: per esempio la pelle o le gengive. In questi casi, la difesa è localmente indebolita. Batteri e virus possono penetrare nel nostro corpo molto più facilmente nei punti feriti e indebolire l’intero organismo.

Quindi ci sono molti fattori che possono avere un’influenza negativa sulle difese del nostro organismo. Un sistema immunitario indebolito non ha meccanismi di difesa sufficientemente forti per mantenere la salute contro i nuovi invasori.

Per rimanere in salute, o per sperimentare un decorso meno stressante della malattia in caso di infezione o lesione, sono necessarie conoscenze di base dei rapporti fisiologici e un modo di vita appropriato.

Di cosa ha bisogno un sistema immunitario forte?

Un forte sistema immunitario è supportato da un benefico apporto dall’esterno e da un sano grado di tensione (apporto di sostanze nutritive al corpo) e di rilassamento (rigenerazione delle cellule) all’interno del corpo.

Fornitura di cibo dall’esterno:

  1. Dieta equilibrata con quantità appropriate di micronutrienti (vitamine, minerali, grassi essenziali e aminoacidi). Si trovano in alimenti coltivati in modo naturale e trattati con delicatezza: Erbe, spezie, verdure, frutta, frutta, noci, funghi, legumi, cereali integrali e prodotti di origine animale.
  2. Acqua a sufficienza: l’acqua favorisce il trasporto delle sostanze nutritive nel corpo e l’eliminazione delle tossine attraverso l’urina e il sudore.
  3. Abbondanza di composti vegetali secondari: questi composti vegetali aiutano l’organismo umano a proteggersi da batteri e virus indesiderati e a guarire più velocemente in caso di infezione.
  4. Queste sostanze sono chiamate ad esempio saponine, flavonoidi, carotenoidi, glucosinolati e si trovano in tutte le parti della pianta coltivate naturalmente; in particolare erbe, bacche e cavoli, radici e cipolle.
  5. Un apporto costante di piccole dosi di batteri e virus: l’apporto ricorrente di questi potenziali agenti patogeni fa sì che l’organismo produca anticorpi che poi combattono questi invasori. È utile giocare in giardino, fare una passeggiata nel bosco e avere un contatto regolare con gli animali fin dalla più tenera età.

Basse tossine: le tossine mettono a dura prova il sistema digestivo e nervoso, ostacolando così l’assorbimento delle sostanze nutritive; le tossine consumano anche sostanze nutritive per la loro stessa rimozione. Le tossine sono, ad esempio, tutti gli agenti che combattono aggressivamente i batteri: disinfettanti, antibiotici, pesticidi. Quando queste sostanze entrano nel nostro corpo, danneggiano anche i batteri della flora batterica intestinale e quindi ostacolano i processi metabolici regolari.

Alternazione di tensione e rilassamento nel corpo:

  1. Sufficienti esercizi di sonno e rilassamento come lo yoga, la meditazione, l’allenamento autogeno (rilassamento).
  2. Esercizio regolare e unità di movimento ripetute durante il giorno: Ad esempio, ginnastica, camminata veloce, ciclismo (tensione).
  3. Allenamenti vascolari come docce alternate, sauna e passeggiate all’aria fresca e certamente anche all’aria fredda. Questo stimola la contrazione dei vasi sanguigni sulla superficie della pelle e allena i polmoni (alternando tensione e rilassamento).
  4. Una cura a digiuno o semplicemente saltare un pasto di tanto in tanto. Questo processo aiuta l’organismo ad allenare la conversione dei processi metabolici e gli permette di eliminare meglio le tossine accumulate.
  5. Tante risate, esperienze positive e contatto fisico – questo mette a dura prova molti muscoli e aiuta il nostro corpo a produrre gli ormoni della felicità, che a loro volta rafforzano il nostro sistema immunitario.
  6. Vitamina D – possiamo produrre questo proormone da soli con l’aiuto della luce solare nella nostra pelle. La vitamina D è già necessaria nel grembo materno per la corretta regolazione del sistema immunitario del bambino e in età avanzata per una varietà di proprietà del sistema immunitario. Tra le altre cose, la vitamina D è responsabile delle cellule immunitarie che formano una sostanza simile agli antibiotici che uccide batteri e virus.

Cosa danneggia il nostro sistema immunitario – riassunto:

  1. Cibo a basso contenuto di vitamine e minerali.
  2. Additivi dal cibo e tossine dall’ambiente.
  3. Droghe, alcool, fumo (sigarette, sigarette elettroniche, pipa ad acqua), inquinanti atmosferici (ossidi di azoto, composti organici volatili, anidride solforosa, polveri sottili PM10 e PM2,5 e nanoparticelle), zucchero industriale, troppo sale.Stress emotivo permanente al lavoro, a scuola e a casa. Questi impediscono il necessario rilassamento del corpo.
  4. Cibo sterile e un ambiente con troppi pochi microrganismi adatti al corpo.
  5. Troppo poco esercizio fisico.
  6. Troppo poco sonno.
  7. La mancanza di sole o di vitamina D.
  8. Un costante, caldo “ambiente accogliente” – il corpo diventa poi flaccido, c’è una mancanza di tensione.

Un’esposizione permanente a radiazioni magnetiche e generate artificialmente (telefonia mobile/WLAN/DECT/Microonde/BlueTooth). Questi raggi penetrano nelle parti o nell’intero organismo e causano stress nelle singole cellule.

Un rafforzamento sostenuto del sistema immunitario è la migliore precauzione e un modo efficace di trattare le persone malate. Questo principio vale anche per il coronavirus.

Un rafforzamento del sistema immunitario è possibile: ora!

Il rafforzamento del sistema immunitario dovrebbe essere sempre praticato come misura preventiva. Tuttavia, anche un sistema immunitario attualmente indebolito può stabilizzarsi rapidamente se le misure di sostegno necessarie vengono applicate in modo coerente.

Chi inizia oggi a rifornirsi di cibo nutriente e non inquinato e rimuove costantemente le tossine dall’ambiente, migliorerà molto rapidamente la digestione e quindi fornirà meglio il corpo con le sostanze nutritive necessarie. Chi inizia a fare esercizio fisico regolarmente e all’aria fresca dormirà più tranquillamente e si rigenererà meglio. Coloro che imparano lo yoga, la meditazione o le tecniche di respirazione migliorate daranno al corpo l’opportunità di rafforzare immediatamente il suo sistema immunitario.

Poiché un sufficiente apporto di vitamina D è un metodo efficace di protezione contro i virus – compreso il virus corona – il livello di vitamina D deve essere controllato e, se necessario, corretto. Questo vale soprattutto per i gruppi a rischio: donne incinte, bambini piccoli, anziani e cittadini con patologie preesistenti. Soprattutto alla fine della stagione invernale, gran parte della popolazione soffre di una carenza di vitamina D e quindi di un indebolimento del sistema immunitario. Il livello di vitamina D dovrebbe essere di almeno 30ng/ml o 70nmol/l.

Coloro che applicano queste basi di uno stile di vita sano – anche se il proprio corpo è stato trascurato in precedenza – molto rapidamente una rigenerazione e quindi un rafforzamento delle proprie difese immunitarie.

Mancanza di informazioni da parte del governo?

Le suddette nozioni di base delle correlazioni fisiologiche sono conosciute da decenni e sono state ampiamente provate scientificamente. Tuttavia, queste correlazioni non sono sufficientemente comunicate dal governo nell’ambito dell’istruzione. Cosa impedisce l’instaurarsi di condizioni favorevoli alla salute?

È un dato di fatto che abbiamo costruito un sistema economico globale che mina sistematicamente le condizioni quadro necessarie per un sano sviluppo umano. Molti settori e singole aziende traggono profitto dall’ignoranza della popolazione o dalla sua disponibilità ad acquistare prodotti e servizi che hanno dimostrato di mettere in pericolo la loro salute.

Profittatori economici

Oggi, poche decine di aziende in tutto il mondo controllano la maggior parte della nostra offerta globale di prodotti e servizi alimentari, medici e digitali. Cosa fanno le offerte di questi produttori al nostro sistema immunitario?

Alimenti di base: Quattro società dominano oltre il 60% del mercato globale delle sementi e determinano quali alimenti vengono coltivati e come vengono coltivati nei campi di praticamente tutti i paesi del mondo. Queste aziende producono i componenti fondamentali per l’industria alimentare trasformata: prodotti a base di cereali altamente coltivati, canna/bietola da zucchero, grassi vegetali prodotti industrialmente (ad es. olio di palma/margarina), prodotti animali industriali. Questi prodotti altamente selezionati contengono concentrazioni significativamente più basse di vitamine, minerali, grassi essenziali e amminoacidi e sostanze vegetali secondarie rispetto alle varietà coltivate naturalmente e non selezionate. A causa dell’evoluzione, il corpo umano non si adatta ad un minore apporto di sostanze nutritive e soffre rapidamente di un sottoapprovvigionamento di sostanze nutritive essenziali quando consuma questi prodotti.
Alimenti lavorati industrialmente: 10 aziende alimentari controllano quasi tutto il mercato globale delle principali private label. Hanno un’influenza incredibile attraverso la pubblicità e il lobbismo. Quindi hanno una grande influenza su ciò che possiamo comprare nei mercati alimentari e su ciò che finisce in bocca. Questi prodotti contengono materie prime di qualità inferiore e sono arricchiti con conservanti, coloranti e aromi potenzialmente dannosi. Questi prodotti sono venduti in tutto il paese nei supermercati e nelle mense di asili, scuole, aziende, ospedali e case di riposo. Le vendite di questi 10 produttori ammontano a circa 400 miliardi di euro all’anno.

Settore medico: 10 aziende farmaceutiche producono la maggior parte dei farmaci per la cura di persone affette da malattie della civiltà. Forniscono alle persone malattie che sono in gran parte causate da un’alimentazione non sana e da uno stress eccessivo. Queste aziende generano un fatturato annuo di circa 335 miliardi di euro attraverso la somministrazione di vaccini a persone sane e il trattamento di pazienti con malattie cardiovascolari, diabete, cancro, malattie respiratorie, osteoporosi, dolore, disturbi mentali e malattie autoimmuni come le allergie.
Alcol: le 10 maggiori aziende produttrici di alcolici al mondo hanno un fatturato complessivo di circa 160 miliardi di euro. In tutto il mondo, la vendita di alcolici genera un fatturato di 1.400 miliardi di euro.

sigarette: Il fatturato mondiale dei prodotti del tabacco è di circa 700 miliardi di euro. Anche qui alcune aziende dominano il mercato globale.
Gruppi digitali: 7 gruppi IT sono tra le 8 aziende con il più alto valore di borsa al mondo: Microsoft, Apple, Amazon, Alphabet (Google), Facebook, Alibaba. Insieme hanno un fatturato di oltre 830 miliardi di euro nel 2019. Il loro modello di business si basa sul fatto che i cittadini di tutto il mondo acquistano dispositivi finali digitali, utilizzano applicazioni digitali e acquistano beni e servizi di consumo su Internet. Per garantire ciò, gli apparecchi devono essere utilizzati frequentemente e su base mobile. Gli apparecchi devono consentire lo scambio di dati senza cavi. Tale uso significa che i cittadini in genere si spostano meno e sono esposti in modo permanente alle radiazioni permanenti.

Tutti questi fattori fanno sì che gran parte della popolazione abbia indebolito le difese immunitarie, il che significa che virus e batteri potenzialmente dannosi possono diffondersi rapidamente in tutta la popolazione e che il decorso di una malattia può essere più grave.

Il governo tedesco – così come i governi di praticamente tutti gli altri paesi occidentali – ha sostenuto l’espansione delle suddette industrie negli ultimi decenni. Le conseguenze e gli effetti collaterali sulla salute della popolazione non sono stati sufficientemente evidenziati.

Per quali motivi la popolazione non è stata ancora adeguatamente informata? Cosa occorre per ottenere informazioni complete da parte di ministeri, autorità e scuole? Come si possono creare le condizioni quadro necessarie nelle scuole, negli asili, negli ospedali e nelle imprese?

Fino a quando non vengono comunicate le risposte e non vengono prese le misure necessarie, è responsabilità del singolo cittadino informarsi in modo differenziato e prendere le misure necessarie.

L’autore: Ulrike von Aufschnaiter, membro del consiglio di amministrazione della DGUHT e.V.
Consulente gestionale e consulente per le questioni sanitarie nonché autore del libro “Deutschlands Kranke Kinder – Wie auf Anweisung der Regierung Kitas und Schulen die Gesundheit unsererer Kinder schädigen” (I bambini malati della Germania – come danneggiare la salute dei nostri bambini negli asili e nelle scuole su indicazione del governo)

Questo articolo è stato esaminato ed è supportato da

Prof. Dr. med. Hans Schweisfurth, specialista in medicina interna, pneumologia, allergologia, medicina del sonno, terapia dei tumori medicinali, medicina ambientale, riabilitazione

Prof. Dr.med. Jörg Spitz, specialista in medicina nucleare, nutrizionale e preventiva.

Dr. med. Joachim Mutter, specialista in medicina interna, specialista in igiene e medicina ambientale, nonché ulteriori qualifiche per la naturopatia e l’agopuntura

Eleonore Blaurock Busch PhD, M.D., Fondatore e Direttore del Micro Trace Minerals Laboratory, 2001-2005 collaboratrice di ricerca presso il King James Medical Laboratory di Cleveland; dal 2001 consulente scientifico presso l’International Board of Clinical Metal Toxicology.

Il comitato esecutivo della DGUHT e.V.

Fonti selezionate e ulteriori informazioni

Si ringrazia l’autore per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Questo articolo è apparso per la prima volta sul sito web della DGUHT e.V.

+++

Fonte dell’immagine: Dulli/ Persiane

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin:18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort