“Te lo dico io, il fascismo sta tornando!

(citazione cinematografica: JFK, scena del crimine di Dallas)

Un commento di Rüdiger Lenz.

La fine dell’umanità è arrivata, se si leggono i media non solo in questo paese. Il giornalista Marc Pitzke di New York scrive articoli sensazionali per Der Spiegel, il negazionista del virus (1). Ciò che si intende con questo è, chi si stupisce, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Secondo il giornalista di Spiegel, Trump avrebbe minimizzato la morte del virus corona a New York e i drammatici effetti del virus a Wall Street, e non avrebbe nemmeno preso seri provvedimenti contro il virus. Si potrebbe pensare che la moneta più importante per i capi di Stato del nostro tempo sia la prudenza. Lo sappiamo già dal presidente russo Vladimir Putin, contro il quale la NATO sta effettuando una manovra poco prima del confine russo. A proposito, questo è un evento di massa. Si spezzerà perché il coronavirus potrebbe indebolire o addirittura decimare le truppe? Se Trump agisse in modo così avventato come il presidente turco sta facendo ora in Siria, darebbe il via libera all’industria farmaceutica nordamericana per una completa vaccinazione globale di tutte le persone che vi abitano.

Le mie chiacchiere di ieri

Nella buona vecchia Germania, in ogni caso, l’hype del coronavirus è completamente esploso. Molti qui probabilmente pensano che sia ancora più terribile del virus Ebola e non si rendono conto che qui il business dell’allarmismo è in pieno svolgimento. Virus denari, la parola scatena in molti la paura. Nessuno parla o scrive più di Greta Thunberg e del nevroticismo antropogenico, che la terra sta per affondare. Già tredici anni fa la Bild-Zeitung (2) scriveva che tra tredici anni la terra perirà a causa del cambiamento climatico. Questo è ciò che direbbero gli scienziati. 2020 e siamo ancora vivi. Chi avrebbe mai pensato che nel 2007! Se tenete le persone costantemente in preda alla paura, fate in modo che queste persone siano soggette a stress. Se una persona è permanentemente sotto stress e non riesce ad alleviarlo, e si aggiunge un ulteriore stress, allora il semplice cervello sapiens lo trasforma in un predatore e poi è tutta una questione di salsiccia all’interno. Ne mangio un po’ o mi trasformo in salsiccia?

Questa domanda trasforma il subconscio in un atteggiamento quotidiano con il quale l’intera vita quotidiana e il sonno sono permanentemente vaporizzati. Ergo, questa persona, non importa se summa cum laude o triplo dottorato e cattedra, non riesce più a pensare con chiarezza e fa tutto ciò che è richiesto alla sua alfa come istruzione di soluzione. E siccome l’orda ben educata accetta gli attori politici come animali alfa, una volta è arrivato un uomo, Walter Lippmann, e ha scritto tutte le cose necessarie per far sì che gli stupidi continuino a fare cose semplici e, se possibile, per non interferire quando si tratta di trucchi di stracci all’interno degli ordini democratici.

Negatori di virus, negatori del clima, negatori di sinistra, negatori di sinistra, negatori tradizionali. In una democrazia non bisogna rendersi conto che si tratta di una democrazia di facciata. E poi, alcuni decenni dopo, Daniel Kahnemann è arrivato e ha mostrato al popolo dietro il trono come prendere decisioni che non avrebbero mai preso se fossero stati consapevoli della loro risolutezza. Il mio testamento è il vostro bisogno – per questo gli è stato assegnato il premio Nobel. Sì, in questo modo la democrazia viene divorata molto lentamente, come ha fatto in Turingia il primo ministro Bodo Ramelow con una diligenza senza precedenti. Chiunque arrivi al potere con i voti dell’AfD, cioè diventi Primo Ministro, deve lasciarsi abbracciare e coccolare dall’antifa. Il fatto che questo attore politico Bodo Ramelow abbia eletto egli stesso un uomo dell’AfD come vice-presidente del parlamento statale e lo abbia giustificato con la democrazia, gli ha addirittura fatto guadagnare diversi chapeau in alcuni circoli (9/10).

La giustificazione di Ramelow per il suo voto all’AfD era che rispettava le regole del parlamento e che voleva rendere il comitato elettorale per i giudici e i procuratori in grado di agire di nuovo. Io voto per l’AfD e la mia elezione è un atto eroico per il Parlamento. “Trovo l’equazione della sinistra e dell’AfD semplicemente insopportabile”, ha detto alla Süddeutsche Zeitung appena il 14 febbraio (3). Bene, allora, cosa me ne importa del mio pettegolezzo di ieri, potrebbe essere stata la sua massima. A proposito, l’arcinemico Björn Höcke ha usato il suo voto per eleggere Birgit Keller, membro del Parlamento per la sinistra, come Presidente del Landtag anche prima della debacle di inizio febbraio 2020. Nessuna protesta da parte della sinistra in Turingia, nemmeno da parte della presidentessa di Stato e autoproclamatasi esperta di fascismo Susanne Hennig-Wellsow. Ci si unisce al demone solo molto volentieri, se egli chiama all’afferramento del cibo.

Cosa sta succedendo in questo paese? Chiunque non appartenga agli opinionisti locali, cioè che abbia una propria opinione, è diffamato ed è un nazista. Secondo la strategia della sinistra in Turingia, anche il suo primo ministro è ora probabilmente un simpatizzante nazista. Dopotutto, secondo il pensiero della sinistra nel parlamento statale della Turingia, a nessuno è permesso di guardare qualcuno dell’AfD, quel fertile grembo di Hitler. Scegliere una persona del genere sarebbe un suicidio politico. Bodo Ramelow ha scelto un uomo AfD con il suo voto. Se l’Antifa, che ha sventolato una bandiera davanti al palazzo quando è stato eletto primo ministro, ha fatto capire a tutti i presenti che dovevano essere eletti oggi, altrimenti ci sarebbe stato un pestaggio, ora deve anche picchiare il primo ministro? Anche nel campo di sinistra, la capitale è flirtata e non vuole altro che il potere a qualsiasi prezzo. Se la signora Susanne Hennig-Wellsow, delegata del Parlamento della Turingia e presidente regionale di Die Linke in Turingia, parla dei metodi fascisti dell’AfD nella ZDF con Markus Lanz, si trattiene il fiato, di tante sciocchezze costruite, che lei rilascia come suo contenuto di significato per un AfD-fascismo. Troppa cordialità è un metodo fascista, guardare negli occhi nell’ascensore e sorridere è un metodo fascista. E, suono originale: io stesso sono stato recentemente molestato da un delegato dell’AfD, ehm, il corpo non ha dovuto accompagnare il mio cammino (7).

Breve storia del fascismo

Come si diventa come questo onorevole signor Ramelow e come si diventa perché tutto ciò che è accaduto, nel vestito nero degli attivisti antifa, sia anche protetto e si chiami bene? Perché quello che è successo sulla scena politica della Turingia dall’inizio di febbraio all’inizio di marzo 2020 è molto diverso da come la SA ha protetto il NSDAP e i suoi membri, ma, e questo è ciò che conta davvero alla fine, in senso psicologico non c’è alcuna differenza significativa.

Non c’è violenza buona, non c’è una buona coercizione, non c’è uno stupro pacifico, per dirla senza mezzi termini. Il paragrafo sull’autodifesa esclude anche la violenza preventiva, come fa l’Antifa. Il fascismo, e anche qui su KenFM questo potrebbe non essere noto a molti, ha le sue radici nella parola latina Fascic (4), che significa coesione, accorpamento e qualcosa come un orientamento di tutti per la stessa cosa. Tutti insieme, è un detto tedesco. Il fondatore del fascismo moderno, Benito Mussolini, che in italiano si chiamava anche Duce del Fascismo, aveva una bandiera per il suo stendardo, in cui si vedeva un fascista con un’ascia come simbolo. L’interpretazione è chiara: chi esce dal fascio, la corda, viene punito con la morte. Nel Congresso degli Stati Uniti, due fascis (fasci) sono raffigurati (5+6) a destra e a sinistra della bandiera statunitense, simili a quelli che Mussolini aveva per il suo stendardo. Il simbolismo dei fascisti, cioè l’idea di base del fascismo, la sua perequazione di tutti gli obiettivi sociali, militari, politici, burocratici e finanziari, risale agli Etruschi. Furono i Romani a riprendere la sua importanza e furono i primi a trasferire questo potere imperiale per i loro interessi al mondo allora conosciuto. La medicina conosce anche le facies. Le facies che crescono lungo tutti i nostri muscoli sono anche note come guaine muscolari rettificanti, che danno ai muscoli la loro direzione, flessibilità e stabilità. Negli sport professionali, il massaggiatore fornisce queste facies soprattutto per la resistenza e la flessibilità dell’atleta e le mantiene elastiche in modo che il muscolo faccia ciò per cui è allenato nel miglior modo possibile. Cos’è il fascismo? Può esistere un fascismo di sinistra, così come esiste un fascismo di destra? Credo che queste siano domande fuorvianti. Il modo in cui diventiamo esseri umani nella nostra società è attraverso i creatori che ci legano e ci legano agli stessi fili, i nostri fascisti mentali ed emotivi. Mao e Stalin erano fascisti in questo senso?

L’altro abuso sui minori, quello che abbiamo vissuto anche noi

Io stesso non conosco nessuno che abbia descritto il suo divenire possibile in modo più dettagliato dello storico Michael Hüter (8) con quello che lui chiama infanzia 6,7 e pubblicato in forma di libro. Berthold Brecht scrisse: “Il grembo materno è ancora fertile da cui questo è strisciato. Questo è esattamente ciò che Hüter descrive in 479 pagine, compresi i riferimenti. Hüter descrive il grembo da cui nasce la nostra distruttività e descrive il suo modo sottile. Perché proprio come la nostra società, il grembo materno, permette all’essere umano di maturare come essere umano, non può venirne fuori nient’altro che persone che cercano costantemente sostituti per ciò che è stato trattenuto o distrutto in loro come un piccolo bambino. Ogni persona che nasce nasce per dare amore e ricevere amore. Ma chi rimane alla ricerca di entrambi è elevato e vede in tutti e in tutto solo il proprio riflesso appassito. E per questo la nostra società ha creato il mercato e il consumismo. Il mercato produce costantemente beni sostitutivi per la nostra perdita di empatia e di amore. Coloro che sono stati sviluppati sono entrambi in loro potere, sono radicati e possono, anzi non vogliono altro che prendere la propria vita nelle proprie mani. Quasi l’intera sovrastruttura politica non è più necessaria per questo. Ma, e questa è la cosa grottesca, solo coloro che sono in loro potere, a terra e si prendono la vita nelle loro mani, sono marchiati socialmente indegni da coloro che non sono a terra, non in loro potere e che si sono fatti raschiare il concetto emotivo nel corso della loro vita. Irre, Wir behandeln die Falche, è un libro di Manfred Lütz, o Das falsche Leben: Cause e conseguenze della nostra società normopatica, di Hans-Joachim Maaz. Più si diventa reali, più tutto diventa irreale, disse una volta John Lennon all’eccezionale pugile Mohammed Ali.

Qualsiasi ricerca di una soluzione politica nell’attuale stato della politica finirà nell’impasse di un ismo o di un ideale, se se ne occupano i politici e non l’uomo stesso. Hans-Joachim Maaz, specialista in neurologia e psichiatria e psicoterapeuta, lo dice chiaramente: “Sono indignato per l’amaro e tragico sviluppo che i bambini non possono più crescere in modo adeguato alla specie, che la funzione della famiglia come fonte di stabilità viene sacrificata sull’altare dell’economia e dell’ideologia, e che l’attuale pratica educativa ostacola i bambini nel loro sviluppo e li rende malati più di quanto non li aiuti a diventare personalità libere, sane, attive e creative. L’infanzia decide sulla capacità di sviluppare una democrazia dell’anima, cioè di sopprimere le esperienze emotive stressanti – cioè le paure, gli abusi emotivi e fisici, gli insulti e le ferite emotive e la mancanza di amore – o di ricordare le esperienze dolorosamente sofferte, di elaborarle emotivamente e quindi di imparare a regolarle, in modo che non siano più socialmente proiettate, denunciate e combattute da chi la pensa diversamente (8). Ai miei occhi, cioè a quelli dell’autore di questo commento, coloro che stabiliscono e prescrivono questo per una società sono criminali violenti e sono quindi soggetti alla psicologia dei criminali violenti.

Una breve storia sul potere e l’impotenza

Ed è proprio per mantenere tutto questo, per peggiorare se possibile, che sono state inventate pratiche politiche. Bisogna tenere il recinto grande e alto, e guai a chi lo tocca, riceverà un colpo da cui avrà difficoltà a riprendersi. Tutti gli uomini di potere sono interessati solo a migliorare la recinzione. Quello per cui si spacciano per noi è la carota che ci tengono davanti alla faccia per farci correre nella ruota del criceto e non smettere mai più di correre per il resto della nostra vita.

Affinché noi li votiamo, ci dicono che aboliranno la ruota del criceto. Di questo passo, pochi di questi corridori di resistenza comprendono la stessa promessa che è stata fatta per centinaia di generazioni.

Purtroppo non abbiamo una coscienza transgenerazionale, e questo è proprio il nostro punto cieco individuale, che possiamo superare solo se ci facciamo tutti una vaccinazione contro la loro propaganda. Si chiama illuminazione. Ma l’Illuminismo non deve limitarsi alla sola geostrategia e all’economia di guerra. Deve includere anche le componenti socio-psicologiche, altrimenti tutta l’illuminazione è inutile e deprimente.

Dobbiamo imparare a vedere attraverso di essa e i suoi strumenti psicologici. Ma loro, loro rendono costantemente nuovo il loro popolo riversando su di noi tutte le varianti del gioco del divide et impera. Ricordate e interiorizzate che il fascismo non è legato a destra, né a sinistra, né altrove, se non nell’uomo di potere, che in realtà è diventato per se stesso un uomo completamente impotente.

L’uomo vuole il potere solo quando è stato costretto ad essere impotente con se stesso. Poi ha bisogno di un sostituto per il potere mancante a se stesso. E lo trova in altre persone che hanno bisogno di una guida, perché ci sono tante persone che sono diventate impotenti anche nei confronti di se stesse. Per la maggior parte saranno i suoi alleati, il suo partito o gruppo, in cui la gente la pensa allo stesso modo. Finché prevale il proprio bisogno insoddisfatto, non importa in quale semantica il bisogno mancante sia intrappolato e circoscritto. L’ancoraggio distruttivo dei bisogni naturali non vissuti diventa il motore dell’identità sostitutiva così costruita, la normopatia del gruppo. In essa, uno cospira contro l’altro e contro gli altri. Non fa differenza chi o cosa sono gli altri. L’importante è mantenere il potere, in modo da non sentirsi più impotenti. Si perpetua uno schema amico-nemico, che non può più essere fermato da nulla. Questo schema è dato solo dal coinvolgimento di tutta la società a sua disposizione, alla quale l’individuo ha un legame e alla quale si formano e si legano le rispettive azioni sostitutive. Se lui o il gruppo esaurisce la proiezione nemica, viene riproiettato, inventato, o costruito e associato come completamente veritiero. Il nemico è quindi un motivo per legittimare l’acquisizione del potere incondizionatamente e per tutta la vita. Lo schema del nemico interno è imposto a chiunque o a qualsiasi altro gruppo in modo che la propria illusione non continui a scuotere la propria visione del mondo, in modo che la propria repressione traumatica sempre più dura e l’azione sostitutiva possa continuare a stabilizzarsi e a ottimizzare. E ciò che si è radicato nella propria identità ha un valore di infallibilità, come tutti sappiamo fin troppo bene.

La pace ha bisogno di un diverso contratto sociale

L’idea centrale del mio principio di non combattimento è l’eliminazione della violenza e non del nemico. Questo pensiero da solo ha aperto le porte alla psicologia sociale, perché la questione cruciale oggi è: come eliminare il nascente nuovo fascismo politicamente corteggiato che sta germogliando in generale e non solo all’estrema destra. Riconoscendo tutti i comportamenti verso di essa e imparando a non lasciarla sbocciare nella nostra società. Non un nemico esterno da sconfiggere, ma se stessi – il proprio ego – è il vero avversario sulla via della pace nella nostra società. Solo la guarigione della propria rabbia interiore può essere la base per un contratto sociale pacifico che garantisca la pace con se stessi e la pace con gli altri, perché la società si è aperta a questo, ha preso coscienza della sua piena portata e ha superato attivamente questa forma di distruttività. Moltissime persone non possono credere in questo, ma io mi sento come il Mahatma Gandhi, che ha detto di credere nella non violenza come unica cura.

Per chi pensa che io voglia trattare tutte le persone e solo allora si può osare di osare una nuova utopia, vorrei dire che si sbaglia. Voglio che tutte le persone entrino in potere e, se possibile, che la loro vita sia plasmata in modo fondato, perché così la distruttività umana finirebbe e la pace sulla terra sarebbe assicurata. Questa possibilità si applica alla mia ricerca e al mio lavoro intorno all’intero spettro della pace. La massima di ogni pace è quindi: La mia crescita promuove la vostra crescita – senza la vostra crescita rimango minacciato! Dr. Michael Heilemann, psicoterapeuta. Crescita non significa accumulo di conoscenze, ma piuttosto crescita di esperienza e di intuizione, che porta a far maturare la propria umanità e a portarla nella società.

fonti: 

(1) https://www.spiegel.de/politik/ausland/coronavirus-in-den-usa-donald-trump-spielt-die-krise-weiter-herunter-a-2f237a37-d93d-474b-9418-6e86cc5ae762

(2) Bei 4:58 Minuten: https://www.youtube.com/watch?v=FMTFoB_AqtQ&t=429s

(3) https://www.sueddeutsche.de/politik/ramelow-thueringen-interview-1.4799229

(4) https://de.wikipedia.org/wiki/Fascis und https://de.wikipedia.org/wiki/Benito_Mussolini

(5) https://de.wikipedia.org/wiki/Fascis#/media/Datei:Barack_Obama_adresses_to_Congress.jpg

(6) https://www.tagesschau.de/multimedia/bilder/trump-sotu-111~_v-modPremiumHalb.jpg

(7) https://www.zdf.de/gesellschaft/markus-lanz/markus-lanz-vom-12-februar-2020-100.html

(8) https://kenfm.de/kenfm-tipp-initiative-kindheit-6-7/

(9) https://www.fr.de/politik/thueringen-ramelow-afd-landtags-vize-kaufmann-zr-13572340.html

(10) https://www.sueddeutsche.de/politik/ramelow-afd-thueringen-1.4834648

(11) Seite 11: https://de.scribd.com/doc/181542450/Das-Nichtkampf-Prinzip

+++

Si ringrazia l’autore per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Fonte dell’immagine: agsandrew / Shutterstock

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin:18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort