E se lo scenario peggiore fosse vero? | Di Franz Ruppert

Aereo Covid-19?

Un punto di vista di Franz Ruppert.

A proposito della rete di persone vigilanti in questa pandemia di Corona ricevo un video, sul quale il mittente scrive: “Non so ancora cosa pensare – Falso o verità?

In questo video messaggio1, un medico americano è sorpreso che le autorità sanitarie gli chiedano di dare false informazioni sulle cause della morte e di menzionare sempre “Corona” come causa della morte. Più tardi, questa autorità lo accusa di aver diffuso informazioni false su Covid-19. In seguito, in questo video, un uomo nigeriano legge un testo che descrive tutto quello che la pandemia ha fatto finora e come potrebbe essere ulteriormente pianificata. Dice che questo virus corona è stato sviluppato prima in un laboratorio per le armi biologiche in America, poi attraverso un laboratorio in Canada, e infine è atterrato a Wuhan ed è stato rilasciato lì. Hanno poi aspettato che il virus si diffondesse in tutto il mondo prima che l’OMS dichiarasse una pandemia. Quest’uomo nigeriano è sempre più indignato dai piani per mantenere la pandemia e dall’uso di virus forse ancora più pericolosi (“wapponizzati”) per mantenere le persone in regola con l’isolamento e i vaccini geneticamente modificati. Egli definisce quindi la pandemia una “pandemia”.2

Naturalmente, ci sono subito persone che pubblicano i loro video messaggi in rete per confutare l’ipotesi che la pandemia di Corona sia stata pianificata come una falsa notizia. Ovviamente vogliono continuare a credere nel bene e proteggere il loro governo da accuse così massicce.3

Mi rendo conto di quanto sia difficile anche per me credere che l’intero scenario peggiore di una pandemia di corona sia vero, anche se credo che la pandemia di corona sia stata messa in scena per aiutare il modello di business delle vaccinazioni a raggiungere una svolta globale. Possono le persone che potrebbero pianificare e realizzare tali cose essere davvero così crudeli e senza cuore e giocare a questo diabolico gioco con la vita e la salute di tutta la popolazione mondiale?

Altri scenari peggiori

Mi vengono in mente tutte le altre cose inimmaginabili con cui mi sono confrontato nei miei 63 anni di vita:

  • L’11 settembre 2001, come la maggior parte delle persone, l’11 settembre 2001, ho dato per scontato che due aerei avessero abbattuto le due torri del World Trade Center. Che sono stati i terroristi islamisti a dirottare questi aerei e poi a dirigerli verso queste torri. Che l’intera faccenda avrebbe potuto essere molto diversa mi è sembrato all’inizio incredibile, ma ci sono innumerevoli indicazioni che la narrazione ufficiale del governo americano non può essere corretta in questo modo. Internet ne è pieno e tutti coloro che lo vogliono possono fare ricerche in prima persona.
  • Antrace: Inoltre, mi trovo ora di fronte a informazioni secondo cui gli attacchi all’antrace del settembre 20014 potrebbero anche essere stati inscenati dai servizi segreti e dalle forze militari americane per giustificare la guerra contro Saddam Hussein, che era da biasimare per l’attacco.5 In parole povere, questo significherebbe che coloro che fanno la guerra contro i “terroristi” sono terroristi stessi e non esitano a terrorizzare anche il loro stesso popolo.
  • Armi nucleari: sebbene tali armi possano trasformare l’intera terra in un deserto senza vita, sono state costruite, la loro efficacia è stata testata alla fine della seconda guerra mondiale con la distruzione delle città di Hiroshima e Nagasaki6 , continuano ad essere “modernizzate”, il loro possibile utilizzo è attualmente allo studio, le munizioni radioattive sono utilizzate nelle guerre in corso. Tutto questo è sotto il titolo di “mantenimento della pace”!
  • Centrali nucleari: sebbene producano scorie radioattive che rappresenteranno un pericolo di radiazioni per un periodo di tempo infinito, sono ancora in fase di costruzione, e anche gli incidenti ai reattori nucleari come Three Miles Island, Chernobyl o Fukushima non portano all’interruzione di questo programma ad alto rischio. I rifiuti radioattivi, per i quali non esiste un posto veramente sicuro dove conservarli, continuano ad essere prodotti ogni giorno su questa terra.
  • Deforestazione della foresta pluviale: sebbene tutti i climatologi sottolineino l’importanza di questa area forestale contigua per la stabilità di un clima sopportabile per l’intero globo, essa viene ulteriormente ridotta: vendere i boschi tropicali per la vendita, guadagnare pascoli per il bestiame, che viene devastato in breve tempo, e coltivare attualmente la soia per il mercato mondiale, che viene poi utilizzata principalmente per l’ingrasso del bestiame da macello.
  • Prostituzione minorile: Anche nelle mie terapie sono già apparse persone che sono state vendute da bambini dai genitori a sette che venerano il male e torturano i bambini nei modi più disgustosi e crudeli. Dopo un po’ di tempo, personalmente non potevo più sopportare di lavorare a scopo terapeutico con più di una o due di queste persone.
  • Capitalismo: Quando ho iniziato a capire meglio il nostro sistema economico durante i miei giorni da studente, mi sono reso conto che alla fine si tratta solo di moltiplicare il capitale. Qualunque cosa qualcuno possieda in proprietà, beni o denaro dovrebbe diventare ancora più proprietà, più beni materiali e ancora più denaro. Ho poi capito che questo funziona solo se, d’altra parte, ci sono persone che sono private del loro spazio vitale, che non possiedono quasi nulla e che lavorano per una miseria per produrre i beni che vengono venduti in questo sistema economico. Questo porta allo sviluppo di un’economia mondiale in cui ci sono grandi società, cartelli agricoli, farmaceutici, alimentari, sanitari, ecc. e persone super ricche che sfruttano il resto dell’umanità alla lettera e la manipolano e la controllano senza pietà per i propri scopi. Nel XXI secolo non dovrebbe essere più un segreto che si diventa super ricchi solo se si imbroglia e si sfruttano molte altre persone. Attualmente, i super-ricchi stanno addirittura cercando di mettere a disposizione i corpi di tutti i poveri per vaccinarli a spese dello Stato con profitto.

Scura visione del mondo medievale

La “nuova normalità”, come ripetutamente evocato dall’OMS, da Bill Gates, dall’industria dei vaccini e dai loro attori politici, è una ricaduta nell’oscuro pensiero medievale. Anche se ora vengono utilizzate tecnologie informatiche e ingegneria genetica all’avanguardia, le ipotesi di base di “virus” e “malattia” si basano su ipotesi primitive e monocausali. “Là fuori” è un nemico malvagio del virus che vuole distruggere l’umanità. Possiamo sopravvivere solo se Dio = Bill Gates con i suoi buoni arcangeli salva l’umanità da questo virus malvagio con i vaccini che ricreano l’uomo perché gli cambiano il genoma,

“Covid-19” non ha nulla a che vedere con la scienza reale, che discute ipotesi di base, verifica le ipotesi empiriche, elimina le false ipotesi e promuove un pluralismo di teorie. Il racconto della corona (“nuovo virus”, “altamente contagioso”, “milioni di morti”, “i sistemi sanitari sono sovraccarichi”) è già stato confutato in tutte le sue componenti un’ennesima volta, anche in modo rinfrescante da uno studente di psicologia di Ulm.8 Tuttavia, lo stato pandemico è ancora mantenuto dall’OMS. La credenza in questo virus corona particolarmente pericoloso diventa un dogma che separa il gregge dei credenti dai miscredenti. Anche la millesima confutazione scientifica è sovranamente ignorata dai credenti e viene scagliata via con ventose contro-argomentazioni. Indossano le loro maschere come segno di riconoscimento, si lavano le mani un’infinità di volte al giorno, si tengono a distanza l’uno dall’altro – sono diventati come i rituali religiosi con cui si può riconoscere chi appartiene ai credenti e chi no. Per la loro illusione che il virus sia sempre e ovunque, i seguaci di questa dottrina sono pronti a sacrificare tutte le libertà personali e a farsi dire ogni giorno dal loro capo religioso quello che dovrebbero e non dovrebbero fare.

La vecchia disputa tra Louis Pasteur (1822-1895) e il suo avversario Pierre Jacques Antoine Béchamp (1816-1908) è semplicemente decisa a favore dei fanatici asettici con il potere del denaro, tra cui una Fondazione Bill e Melinda Gates. Anche se anche Pasteur sul letto di morte ha ammesso: “Il microbo non è niente, l’ambiente è tutto”.

“Nuovo Normale” come peggior scenario sociale

Se questa deve essere la “nuova normalità”, allora questo è il peggiore caso sociale:

  • Come fanno solo i rapinatori di banche, la classe politica ora si ritrova con le maschere addosso.
  • Le menzogne sono diffuse come verità, il tradimento non è più una vergogna.
  • Le persone che si sforzano di chiarire i fatti sono considerate degli svitati.
  • I lobbisti a pagamento sono corteggiati come scienziati.
  • Gli scienziati seri sono messi ai margini della società.
  • La propaganda è considerata un’illuminazione. Gli illuministi sono chiamati teorici della cospirazione.
  • Le misure di malessere sono dichiarate come protezione della salute.
  • Coloro che proteggono la loro salute e non prendono parte alla mania delle maschere sono considerati pericolosi (“superspreader”).
  • Le persone che torturano le persone sono considerate filantropi.
  • Il pensiero e l’azione delirante sono considerati ragionevoli.
  • Le persone che resistono alle norme assurde sono minacciate dalla psichiatria.

La follia è stata definita come una nuova normalità in Germania negli anni 1933-45. Questo non ha fatto bene né alla Germania né al mondo.

Il mio personale scenario peggiore

Fino all’età di 50 anni avevo creduto di essere uno dei figli dei sogni dei miei genitori, il figlio e l’erede, che ha anche ottenuto il nome di battesimo del padre e quindi dovrebbe continuare la famiglia “Ruppert”. Da un lato sono rimasto senza figli, il che mi ha dato una cattiva coscienza per molto tempo. A quel tempo mi ero un po’ calmato, perché tre dei miei fratelli e sorelle avevano presto avuto dei figli e così l’albero genealogico è continuato. Ma poi i miei sintomi fisici mi hanno portato sempre più al punto di partenza. Mia madre non voleva rimanere incinta a quel tempo. Ha cercato di liberarsi di me durante la gravidanza. Anche lei non era disponibile per me durante il processo di nascita e in seguito come mamma. Non sono riuscito ad avere alcun accesso emotivo a lei. Mi ha allattato al seno solo per un breve periodo e sono quasi morta per una dieta a base di sostituti del latte in polvere. Sono stata lasciata molto sola, tutta la mia infanzia ha avuto enormi paure. Anche mio padre non era interessato a me, ma solo alle sue pecore, poi ai suoi polli e al suo progetto di costruzione della casa.

Sono diventato più un inconscio che uno psicologo e psicoterapeuta cosciente. E fondamentalmente, oggi lavoro con persone che si preoccupano anche di accettare il loro personale scenario peggiore come la verità: non essere voluti o amati dai propri genitori, non essere da loro protetti da trascuratezza emotiva, violenza fisica o anche aggressione sessuale. Io stesso so molto bene cosa fanno le persone per non dover accettare questo personale scenario peggiore:

  • hanno una percezione sensoriale ridotta (sono diventato molto miope, per esempio),
  • emotivamente insensibile,
  • non volendo credere a tutto questo,
  • pensare che sia colpa tua se non piaci ai tuoi genitori,
  • poi cercare ancora di più, di essere bravi, di eseguire servizi speciali, di fare tutto giusto e perfetto,
  • Si distraggono con il lavoro, lo sport, la politica,
  • ribellandosi temporaneamente contro i loro genitori, essendo arrabbiati con loro,
  • Ma d’altra parte, hai la cattiva coscienza di essere un bambino ingrato che è stato dato in vita dai suoi genitori,
  • non perdere la fede nel bene dell’uomo e del mondo e lavorare per un mondo migliore,
  • vogliono impedire agli altri di credere negli scenari peggiori,
  • …per non lasciarli scoraggiati e senza speranza.

E se tutto questo fosse vero?

Ma se tutti questi scenari peggiori fossero veri? E se vi trovate nella stessa situazione con i vostri genitori, che non vi hanno voluto, non vi hanno voluto bene e non vi hanno protetto, e ora vi trovate nella stessa situazione con il governo che avete eletto voi stessi:

  • Non sei veramente importante, in realtà sei visto come un disoccupato superfluo, un beneficiario dell’assistenza sociale, un richiedente asilo, ecc.
  • Non si ricevono attenzioni personali, per non parlare dell’amore, ma si suppone che siano utili per i programmi di sopravvivenza traumatologica di coloro che sono attualmente al potere.
    Si può votare alle elezioni ogni quattro anni e seppellirlo in un’urna.
  • Ora dovresti indossare una protezione per la bocca e il naso e non chiedere a cosa serve tutto questo. “Il tuo stato è tutto, non sei niente” è il caso estremo.
  • Non si è protetti dalla violenza, ma al contrario, si è esposti indifesi alla violenza di coloro che hanno il potere nelle loro mani e che pianificano con molto sforzo ulteriori scenari di violenza.
  • Perché i genitori fanno ai loro figli gli scenari peggiori? La risposta è molto semplice: perché la stessa cosa è stata fatta a loro da bambini. Non erano desiderati, non erano amati e non erano protetti dalla violenza emotiva, fisica e sessuale. Così le vecchie vittime di traumi della generazione dei bambini diventano i nuovi traumatologi della generazione dei genitori. I traumatologi non vogliono ammettere l’insopportabile dolore della loro stessa vittimismo, idealizzano i loro genitori e cercano di reprimere la loro impotenza infantile e di diventare essi stessi potenti.

Questa fuga dal proprio sentimento di trauma mobilita enormi energie in molte persone, che inevitabilmente finiscono nelle posizioni di comando di una società: in politica, nell’economia, nel sistema finanziario, nel sistema educativo, nel sistema sanitario, nell’esercito e nei servizi segreti. Lì intraprendono la lotta contro il presunto “male” là fuori, una lotta che a loro avviso giustifica ogni mezzo: Nascite cesaree, asili nido, scuole agonistiche, armi nucleari, armi chimiche, biologiche, sofisticati sistemi di controllo e sorveglianza. Profondamente feriti e separati da se stessi, seguono con grande perseveranza le loro idee sbagliate. Per sfuggire al proprio caos interiore, lottano per un ordine mondiale giusto nel loro senso proprio, in cui non prevalgono la diversità e la vivacità, ma la pace cimiteriale, in cui tutto deve andare liscio e senza resistenze come per magia. Le immense possibilità dell’informatica promuovono questa idea di creare un mondo perfetto in cui tutto funziona secondo le proprie idee e tutti dovrebbero credere che questo sia per il loro bene personale.

Tuttavia, questo non accadrà mai, perché questi presunti progetti di ordine creano ancora più caos su questa terra. Il caos interiore di coloro che si abbandonano a tali fantasie di potere non sarà chiarito neanche da questo, ma diventerà sempre peggiore. Oltre ai sentimenti traumatici che portano dentro di sé dall’essere vittime, ci sono tutti i sentimenti di colpa e di vergogna che inevitabilmente derivano dall’essere un carnefice. La parte sana della loro psiche, che è ancora presente in loro, sa quante vite hanno già perso sulla coscienza per realizzare tali progetti.

Quindi, anche se 7 miliardi di persone su questa terra saranno vaccinate, monitorate digitalmente e sottoposte a tutte le altre vaccinazioni, che saranno poi ancora dichiarate necessarie, questa umanità non sarà migliore, ma questo mondo sprofonderà ancora di più nel suo caos. Quindi, per me, si pone anche la questione di cosa hanno da guadagnare i governanti e i ricchi governando su una popolazione traumatizzata?

Un virus come il caso peggiore

Credo quindi che ci sia una dinamica psicologica più profonda dietro al fatto che tutto ciò che è concepibile come male è attribuito a un virus. È fondamentalmente la nostra distruttività umana, che è insita in noi stessi a causa dei nostri traumi, che proiettiamo su un fenomeno naturale e che può anche trasformare i virus in armi mortali nei laboratori segreti. Soprattutto le prime traumatizzazioni e le esperienze violente di innumerevoli persone creano un enorme potenziale di paura repressa della morte, immensi sentimenti di vergogna e rabbia repressa, che non devono essere diretti contro gli autori originali, cioè di solito non contro la propria madre e il proprio padre.

Queste paure non digerite, questi sentimenti di vergogna e di rabbia si scaricano poi contro nemici esterni percepibili – “i russi”, “gli americani”, “i terroristi”, “gli infedeli” eccetera – e ora contro un virus corona che non è nemmeno visibile a occhio nudo. L’invisibilità dei virus è anche particolarmente adatta a scaricare qui tutte quelle sensazioni traumatiche che non trovano espressione nella normale vita quotidiana.

La “guerra contro il virus” è immediatamente una guerra contro le persone che portano questo virus in sé e per sé e che possono o potrebbero diffonderlo ulteriormente. Così ora tutto l’orrore interiore non digerito dell’infanzia può essere diretto verso la fantasia di un virus assassino, per cui il virus simboleggia fondamentalmente solo gli autori che ti hanno quasi ucciso da bambino. Allo stesso modo, l’odio repressa e la rabbia repressa possono essere diretti verso le persone che presumibilmente affronterebbero la minaccia del virus in modo sconsiderato e disobbediente, mettendo così tutti gli altri in pericolo. Questo apparentemente giustifica misure governative di violenza su scala quasi illimitata.

In nome della salute, la violenza fisica e, soprattutto, psicologica viene esercitata senza freni in questa pandemia della corona, attraverso il comandamento di mantenere la distanza, attraverso la restrizione della libertà di movimento, di occupazione, di riunione, attraverso l’obbligo di indossare una maschera, e alla fine forse anche attraverso l’obbligo di vaccinazione, che costituisce poi una lesione fisica manifesta. Molti probabilmente lo sanno ancora dalla loro infanzia: “Finché avrai i tuoi piedi sotto il mio tavolo, farai quello che ti dirò”, “Ti puniremo, in modo che un giorno tu possa diventare una persona decente”, “Quello che vogliamo da te è solo per il tuo bene! Pertanto, i bambini adulti adulti come i politici, gli insegnanti, i medici, ecc. possono poi anche molestare la prossima generazione di bambini con la coscienza pulita. Non avevano niente di diverso.

Affrontare lo scenario peggiore

Personalmente, mi ha aiutato molto a guardare negli occhi il mio personale scenario peggiore, a smettere di reprimere le mie paure, a smettere di reprimere la mia rabbia, a lasciar scorrere le mie lacrime e a sentire il dolore del bambino indesiderato, non amato e non protetto. Come terapista traumatologo, ora posso vedere il peggiore dei casi nei miei simili e accompagnarli attraverso i processi dolorosi mentre si rendono conto gradualmente dell’immenso disagio della loro infanzia. Posso stare con essa quando l’immensa portata del rifiuto, della negligenza e delle traumatizzazioni sessuali entra di nuovo nella coscienza di chi ne è colpito. Dal momento che pratico in molti paesi del mondo, posso vedere quanto sia diffusa la violenza sessuale soprattutto contro le ragazze e i ragazzi.

Ora posso anche riconoscere come verità tutti questi scenari peggiori creati da coloro che chiudono gli occhi sulla propria traumatizzazione, scappano da essa e trascinano altre persone nell’abisso della loro inferiorità e delle loro fantasie di violenza. Fortunatamente non seguo più ciecamente i traumatologi come nella mia infanzia e nella mia giovinezza. Oggi non mi fido di nessuno che pretenda di essere responsabile della mia felicità, che non si sia occupato di se stesso.

I traumatologi vanno e vengono, ne ho vissuti molti nei miei oltre 60 anni, sia a livello nazionale che internazionale. Ce ne sono innumerevoli. Quando uno di loro lascia il palco, il successivo è già tornato sotto i riflettori. Quindi non aiuta combattere contro i singoli. Continuano ad essere prodotti in massa da società traumatizzate e traumatizzanti. So che la lotta contro il “male” non produce il “bene”, ma alimenta solo le spirali di vittimismo.

Il caso migliore personale e sociale

Preferisco rivolgermi a persone che possono affrontare la verità della propria storia di vita. Non ho bisogno di altre illusioni per non diventare depresso e disperato. So che in ogni persona c’è un grande bisogno di appartenere a una comunità che la ami e la valorizzi e alla quale possa esprimere il suo amore. È l’accettazione della verità personale che guarisce. È l’espressione di sentimenti personali, soprattutto l’accettazione del dolore soppresso,

  • che ti schiarirà anche la mente,
  • che apre la strada a relazioni costruttive e a una vera comunità,
  • che rende irrilevante la guerra di trincea intellettuale e intellettuale,
  • che fa sì che gli autori del trauma si lascino andare e
  • può portarli a ritrovare la strada per tornare al loro dolore e ai loro veri bisogni primordiali.

Il mio futuro non risiede nel diventare una persona migliore o perfetta. Ho perfettamente ragione così come sono. Non devo provarlo a nessuno. Il mio obiettivo in questa crisi globale è di ritrovare la via del mio amore per me stesso e di entrare in contatto con le persone di questo mondo che vogliono fare lo stesso. Ecco perché sono molto felice che un’intervista che ho fatto recentemente con Robert Fleischer abbia ispirato un cantante a scrivere una meravigliosa canzone di protesta. Sono felice di consigliarlo qui per l’ascolto.9

letteratura:
Franz Ruppert (2018). Chi sono io in una società traumatizzata. Stoccarda: Klett Cotta Verlag.

Franz Ruppert (2020). Io sano, amore, verità, comunità reale o maschere, panico, bugie, mania delle vaccinazioni e dittatura d’elite. Cronaca della mia coscienza nella pandemia di Corona 2020. Monaco di Baviera: Auto-pubblicato.

2 Excerpt from Thomas Williams THI Special Exposé Part 2: https://traugott-ickeroth.com/wp-content/uploads/2020/07/200705_THI_TheCovidPlanRockefellerLockstep2010.mp3 , https://www.youtube.com/watch?v=h9HbrZWb4rY Originally found about half into the episode: https://www.spreaker.com/user/8955881/thi-special-expose-show-part-2 , https://www.youtube.com/watch?v=vEM6NLzg8Rw

5 https://kenfm.de/heiko-schoening/ abgerufen am 13.7.2020

9 https://www.youtube.com/watch?v=v-mouU0z4no abgerufen am 20.7.2020

+++

Danke an den Autor für das Recht zur Veröffentlichung.

+++

Grazie all’autore per il diritto di pubblicazione.

+++

Fonte dell’immagine: Rafael Trafaniuc / Shutterstock

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort