Daniele Ganser sorprende a Friburgo

La conferenza del 2 novembre 2019 è stato un evento speciale sotto tre aspetti. “Imperium: The Global Dominance of the USA” – il titolo della conferenza di Ganser ha già risvegliato in anticipo le menti di Antifa e del co-presentatore Jürgen Grässlin, ma ha anche fornito un’anticipazione per il nuovo libro di Ganser e ha brillato soprattutto con l’inquadratura di eccezionale musica per pianoforte.

Un commento di Christiane Borowy.

Sorpresa 1 – Daniele Ganser parla a tutti

Il friburghese Jürgen Grässlin, attivista per la pace e oppositore delle armi, è stato apparentemente colpito da questa intuizione come un fulmine, perché solo poche settimane prima ha ritirato la promessa vincolante di tenere una conferenza all’evento di Daniele Ganser. Ma il fatto che Ganser non si sottragga al contatto con il suo presunto avversario non è una vera sorpresa per chi conosce già lo storico svizzero.

Né si può dire che Grässlin non conosceva Daniele Ganser e il suo atteggiamento, perché nel settembre 2018 era seduto con lui dopo una conferenza conviviale. Posso anche testimoniare che in questa occasione lui e Daniele Ganser hanno parlato di quanto sia importante per la pace parlare con tutti e che questo non significa che si adotti automaticamente l’opinione della propria controparte. Grässlin lo vedeva in modo simile all’epoca e sottolineava che anche lui, nella sua posizione, doveva parlare con molte persone di colori molto diversi per promuovere la causa comune della pace. Come sociologo del conflitto, ho trovato interessante all’epoca vedere le strategie e i metodi con cui ha gestito questo atto di equilibrio di lavorare insieme a molte persone di punti di vista molto diversi. Mi ha fatto quindi piacere quando già nel settembre 2018 era chiaro che Grässlin avrebbe tenuto una conferenza in occasione di un evento dell’Istituto svizzero per la pace e la ricerca energetica (SIPER) di Ganser nel novembre 2019.

Tuttavia, alcune settimane prima dell’inizio dell’evento, quando guardo di nuovo la nota dell’evento, scopro che Grässlin non è più menzionato come oratore. Cerco su Internet e controllo se trovo un rifiuto ufficiale o qualcosa di simile. A questo proposito non trovo nulla, ma vedo un articolo dell’Antifa autonoma di Friburgo dal titolo “Querfront der Verschwörungsideologen” (1). Lì Ganser è accusato ingiustamente e screditatamente di essere, tra le altre cose, un “difensore AfD”. Alla fine dell’articolo la nota editoriale cattura l’attenzione:

“Aggiornamento: il DFG-VK ci ha informato l’08.10.2019 che Jürgen Grässlin ha annullato la sua partecipazione all’evento.

Così Antifa fa pressione su Jürgen Grässlin e lui salta davvero nella siepe per paura? Non posso e non lo immagino e glielo chiedo direttamente per posta. Sfortunatamente non ricevo una risposta.
Questo naturalmente lascia spazio alle speculazioni, soprattutto quando un comunicato stampa del 12 novembre 2019, dieci giorni dopo l’evento di Friburgo, lo sottolinea: La German Peace Society – United Opponents of Military Service (DFG-VK) “si riposiziona” (2).

Cosa significa “riposizionamento” qui? Il problema principale in termini di contenuti che il DFG-VK vede nel suo 22° Congresso Federale dall’8 al 10 novembre 2019 non è una pace mondiale del tutto convenzionale, ma essenzialmente una dichiarazione su come affrontare l’AfD.

Se continuate a leggere, scoprirete anche che Grässlin è stato rieletto in seno alla Direzione del DFG-VK come portavoce federale. Naturalmente può essere una coincidenza puramente casuale e non ha necessariamente a che fare con essa, ma potrebbe forse essere che Grässlin abbia dovuto dimostrare, rompendo l’accordo già raggiunto, di non lavorare con qualcuno che Antifa scredita come antisemita? L’accusa non viene fatta direttamente, ma in secondo luogo, cioè per colpa da contatto, e si basa quindi su una semplice conversazione. E cosa ha a che fare l’Antifa autonoma con il DFG-VK? Purtroppo a questo punto la questione deve rimanere aperta, ma c’è il sospetto che Grässlin avrebbe messo a rischio la sua rielezione se fosse stato sul palco di Friburgo insieme a Daniele Ganser.

Il DFG sottolinea che esso stesso ha registrato un aumento del numero di membri, perché il movimento pacifista sta diventando interessante per un numero sempre maggiore di persone di età, sesso e origini diverse. Tuttavia, il fatto che i giovani in particolare, ai quali il DFG vorrebbe rivolgersi di più ringiovanendo il suo livello di gestione, stanno diventando una parte sempre più importante del movimento per la pace, è in gran parte attribuibile all’opera di Daniele Ganser. Da molti anni Daniele Ganser si è posto l’obiettivo di scrivere i suoi libri e tenere le sue lezioni in modo che i giovani possano capirli.

Sorpresa 2 – Il nuovo libro

La conferenza di Friburgo si intitolava “Imperium. The Global Dominance of the USA” e Ganser hanno presentato vividamente le prove scientifiche che gli Stati Uniti sono un impero.

Il termine impero è un termine scientificamente definito. Questo significa che non è un’opinione personale, ma è generalmente definita, quali condizioni devono essere date, in modo che si possa parlare di un impero. Un criterio, ad esempio, è il numero di vettori aerei di un paese – e gli Stati Uniti hanno il maggior numero di vettori aerei in un confronto internazionale.

Così, quando Ganser etichetta il suo nuovo libro “Imperium USA: The Ruthless World Power”, è un riferimento ai risultati della ricerca storica contemporanea, nonostante le sue parole provocatorie – ed è giusto che una portaerei appaia sulla copertina del nuovo libro.

I critici della politica imperiale vengono screditati sostenendo che non conducono alcuna ricerca scientifica, ma diffondono le loro opinioni personali solo a un pubblico che non è in grado di pensare attraverso le scoperte scientifiche stesse e di interessarsi alle connessioni, ma che è completamente stupido e cieco dopo un leader della setta. Come già descritto in precedenza, l’Antifa soffia esattamente questo corno.

Ma l’interpretazione scientifica accettata di un numero verificabile di portaerei non è affatto un’opinione e persino la formulazione menziona senza scrupoli i fatti. Spietati significa non avere coscienza. Questo vale anche per gli Stati Uniti. Così, ad esempio, nessun presidente degli Stati Uniti si è ancora costituito e si è assunto la responsabilità politica delle menzogne e dei crimini di guerra. Nemmeno Colin Powell si è assunto la responsabilità legale per la sua menzogna che l’Iraq ha armi chimiche, anche se si è scusato pubblicamente per questo (3). Anche Barack Obama si è sottratto alle sue responsabilità per le innumerevoli guerre illegali che ha combattuto e non ha mai restituito il Premio Nobel per la pace.

Nel suo nuovo libro, che sarà pubblicato nel maggio 2020, Ganser descrive la storia degli Stati Uniti dagli omicidi indiani a Facebook.

Si occupa anche del ruolo degli Stati Uniti nella prima e nella seconda guerra mondiale. Secondo Ganser, il presidente americano Roosevelt era a conoscenza dell’imminente attacco giapponese a Pearl Harbor, ma lo ha ammesso nel 1941 per condurre gli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale. L’omicidio di Kennedy e la demolizione del WTC7 l’11 settembre sono anch’essi trattati nel libro.

Sorpresa 3 – Musica da contrappunto 

La pianista di Friburgo Barbara Melion (4) ha accompagnato questa lezione di Daniele Ganser con opere di Beethoven, Chopin e Debussy, ponendo così un contrappunto alla lezione accademica di Ganser.

“Pertanto, l’arte è più che una comodità e un ornamento della vita, ma una prova della dignità umana, un argumentum humanitatis. (Wladyslaw Tatarkiewicz)

Barbara Melion ha ottenuto questo effetto più profondo proprio all’inizio dell’evento con un pubblico che non è venuto principalmente a causa di un concerto pianistico, ma a causa di una conferenza scientifica. L’effetto del suo suonare il pianoforte si vedeva sia nei volti del pubblico che nel fatto che una spilla poteva essere sentita cadere. Non è una cosa scontata per 500 persone.

Arte contro lo stress traumatico secondario 

Ganser mostra molte immagini nelle sue lezioni per chiarire quanto sia traumatizzata la guerra. Il problema è, tuttavia, che può essere facile per lo spettatore innescare una reazione di stress, il cosiddetto stress post-traumatico secondario. Si è poi coinvolti in immagini di guerra e terrore. Gli studi dimostrano che il corpo non distingue nelle sue reazioni se fa essa stessa un’esperienza traumatica o se guarda un’esperienza traumatica. Gli stessi ormoni dello stress come l’adrenalina e il cortisolo vengono rilasciati.

C’è il pericolo che non ti accorgerai nemmeno di essere stressato, semplicemente perché viviamo in un ambiente stressante e ci siamo abituati. A volte confondiamo persino il dramma con la tensione e ci sentiamo a nostro agio in circostanze malsane, perché ci si può aspettare e perché li capiamo.

Quando Barbara Melion esegue il primo movimento della Moonlight Sonata di Beethoven nel bel mezzo della performance, è immediatamente percepibile come il pubblico smetta di respirare di fronte allo stress. Si crea un equilibrio, il corpo può rilassarsi di nuovo e uno è più tranquillo dentro di nuovo. Melion suona questo noto pezzo non solo tecnicamente impeccabile, ma anche in modo tale che l’ascoltatore sia in grado di seguire la musica spiritualmente. Così non solo il pezzo è stato consumato, ma si può avere un’esperienza interiore, una bella sensazione.

Con Chopin Nocturne Op. 55, lo spettatore viene rilasciato nella notte rilassato e informato dopo tre ore di lezione.

L’effetto equilibrante della musica è visibile nei volti del pubblico che esce dalla sala. La maggior parte di loro hanno un sorriso sul viso nonostante il tema molto serio e sembrano svegli e ispirati. Molti non vanno a casa immediatamente, ma parlano un po’.

Quindi Ganser non si limita a parlare di coscienza, ma agisce di conseguenza e tratta il suo pubblico in modo responsabile. Questo è anche un argomento contro coloro che lo accusano categoricamente di manipolazione. Piuttosto, diventa chiaro che egli è interessato alla verità, non solo per il bene della verità, ma soprattutto per la guarigione della guerra e del terrore.

Per saperne di più: 

  1. https://autonome-antifa.org/?breve7203
  2. https://www.dfg-vk.de/unsere-themen/theorie-und-praxis/friedensgesellschaft-stellt-sich-neu-auf?fbclid=IwAR1Pxu7guB2BHgMPA_OZfEamXkGhF8SQP49XXxsWohFbyGOIRKVpHJN76ps
  3. https://www.faz.net/aktuell/politik/europaeische-union/irak-krieg-powell-schandfleck-meiner-karriere-1255325.html 
  4. https://barbaramelion.de/

+++

Grazie all’autore per il diritto di pubblicazione.

+++

Riferimento dell’immagine: © Jörg Böthling

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista editoriale.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni sulle opzioni di supporto possono essere trovate qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora puoi sostenerci anche con i Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83Gh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort