Una fiaba moderna | Di Rainer Rupp

I nuovi abiti dell’11 settembre dell’imperatore di Washington.

Un commento di Rainer Rupp.

C’era una volta un imperatore che viveva lontano dall’altra parte dell’Oceano Atlantico. Quello che gli piaceva di più era fare le guerre per espandere sempre più il suo impero in tutto il mondo. Pertanto, era sempre alla ricerca di pretesti e di nuovi modi per istigare conflitti militari senza perdere il sostegno della comunità internazionale di valori da lui guidata. Allo stesso tempo, i suoi paramenti di corte e i pianti del mercato cercavano abilmente di cullare il loro popolo in una tregua, in modo che non si accorgessero che le loro mani e le loro menti stavano lavorando per far girare le ruote della gigantesca macchina da guerra dell’imperatore che attraversava il globo.

Tuttavia, a causa delle numerose e costose guerre, il tesoro dell’impero, una volta gonfio d’oro, divenne sempre più vuoto. Ma questo non poteva fermare l’imperatore, perché i suoi alchimisti della Banca Centrale della Federal Reserve avevano scoperto un metodo per ricavare grandi quantità d’oro dalla carta verde con l’aiuto di un incantesimo. Il nuovo oro dell’imperatore, che il vernacolo chiamava dollaro, era ancora fatto solo di carta verde, ma grazie all’incantesimo degli alchimisti, i vassalli dell’imperatore e altri sudditi valutavano e amavano il dollaro ancora di più del vero oro metallico. Per questo motivo i sudditi e i vassalli dei paesi stranieri hanno accettato volentieri il libro verde dell’imperatore americano in cambio di petrolio, macchine, computer e tutto ciò di cui l’Impero aveva bisogno.

Hanno trattato la carta del dollaro verde come oro e l’hanno conservata nei loro tesori come riserva per i giorni difficili. Così gli alchimisti dell’imperatore avevano eseguito il trucco magico che permetteva all’imperatore di condurre le sue guerre senza pagarle. Ha dovuto far stampare solo carta verde.

Tuttavia, questo mondo fiorente e pacifico, dove il baratto di preziosa carta verde per olio a basso costo, macchine e computer è fiorito sotto il benevolo patrocinio dell’imperatore, è stato sempre più disturbato e minacciato dai feroci barbari in terre straniere negli ultimi due decenni. Questa minaccia consisteva nel fatto che i barbari pagani non credevano nella magia della carta oro verde e non volevano sottomettersi all’imperatore divino nella lontana Washington, ma volevano fare le loro cose.

Poiché l’imperatore, insieme ai suoi vassalli, che approfittano anche loro del suo dominio, deve assolutamente impedire che i sudditi di altri paesi inizino a dubitare del sistema di governo della comunità di valori occidentale, i barbari devono essere messi in ginocchio con interminabili punizioni militari e con guerre economiche e altre sanzioni. Perché solo così l’imperatore può credere di poter mantenere la sua egemonia unipolare. Quasi vent’anni fa, l’imperatore è stato aiutato in questo da un nuovo bellissimo cappotto nuovo, che i suoi pianificatori di guerra gli avevano regalato l’11 settembre 2001.

Il nuovo mantello ha aperto la strada a molte nuove guerre antiterrorismo contro i barbari e contro i disturbatori dell'”ordine liberale” della comunità imperial-occidentale di valori e di aggressioni. Molti sono diventati molto poveri, alcuni alla corte dell’imperatore sono diventati favolosamente ricchi. Ma finalmente, dopo le interminabili guerre in Afghanistan, Iraq, Libia, Siria e molte guerre più o meno segrete in Yemen e in molti Paesi africani, oggi il sasso dell’11 settembre si è consumato e appare sempre più malandato. Per giustificare ulteriori guerre contro i barbari non è più adatto. E l’imperatore e i suoi consiglieri cercavano sempre più urgentemente un nuovo vestito.

Un giorno sono arrivati in città due uomini che si sono definiti esperti di intelligence e hanno affermato di avere la stoffa da cui cucire un nuovo meraviglioso tipo di minaccia nemica, una minaccia totalmente invisibile alla gente comune.

“Questo tessuto è buono come l’11 settembre?”, chiese eccitato l’imperatore. “Perché con la nuova gonna di allora, con il pretesto di combattere il terrorismo globale, potrei inaugurare un’era di espansionismo militare senza precedenti!

“Il nostro materiale è ancora migliore! “Questa magica minaccia nemica consiste in attacchi cibernetici completamente invisibili alla gente comune, e Vostra Altezza Imperiale è l’unica ad avere il controllo completo. Siete voi, e solo voi, a determinare quando e dove si verificherà un tale attacco informatico contro di noi. Basta nominare un governo straniero dei barbari, e noi dei servizi segreti diremo che i barbari hanno attaccato la democrazia di Sua Maestà Imperiale! Da questo, il nuovo tessuto dell’11 settembre è tessuto”.

“E il tessuto funziona anche contro i russi?”, chiese l’imperatore e aggiunse: “Non mi piacciono i russi. Sono viziosi, perché semplicemente non vogliono riconoscere il mio ordine mondiale. Sulla scena mondiale, resistono sempre più sfacciatamente ai nostri interessi e allo stesso tempo diventano sempre più amichevoli con il nostro grande, altro nemico. Ok, proviamo prima a cucire una giacca a vento contro la Russia dal nuovo tessuto”.

Poi è stata la volta dei paramenti di corte e dei pianti di mercato a diffondere la sensazionale notizia degli sfacciati attacchi informatici dei barbari russi in tutto l’impero e a suscitare l’indignazione per le manipolazioni delle elezioni presidenziali americane del 2016, perché i russi avevano profanato e profanato il Santo Graal della democrazia americana.

Questa scandalosa aggressione russa richiederebbe necessariamente una risposta ancora più aggressiva da parte dell’impero, secondo i mass media democratici e pacifici dell’imperatore. Di conseguenza, il bilancio militare dell’Impero è stato gonfiato, i trattati internazionali sono stati annullati, le unità militari dell’Imperatore e dei suoi vassalli della NATO, comprese le tribù germaniche, sono state nuovamente avanzate verso i confini dei malvagi russi, sono state imposte sanzioni economiche e diplomatiche al governo russo, il potenziale di attacco nucleare dell’Impero e la sua dottrina nucleare sono stati adattati al nuovo atteggiamento più ostile nei confronti di Mosca, solo per citare gli aspetti più importanti. E tutti coloro che si sono opposti a queste misure sono stati diffamati dall’Impero e dai suoi paramenti di corte come propagandisti dei barbari russi e cancellati dalla memoria pubblica.

“Oh, funziona benissimo”, gridò estasiato l’imperatore di Washington. “Facciamo un nuovo abito su misura per l’Iran e uno per la Cina!

E presto si sentì dire dagli esperti dell’intelligence: “La Russia, l’Iran e la Cina hanno attaccato la democrazia del sacro impero americano! E’ come un altro 11 settembre, no, anche peggio!” E i paramenti di corte e i pianti del mercato fecero di nuovo il loro lavoro e la gente comune guardò l’imperatore con timore, in cerca di aiuto. Un giorno l’imperatore sfilò per la città con il suo magnifico abito nuovo dell’11 settembre, tessuto con filati anti-russi, in modo che la gente comune potesse ammirarlo.

“Oh, questo nuovo abito dell’11 settembre è ancora più impressionante del precedente”, gridavano le persone. “Vorrei gettare la mia vita negli ingranaggi della macchina da guerra! Lode al nostro potente imperatore!” Poi una piccola voce ha suonato: “Ma l’imperatore non ha un nuovo 11 settembre. È completamente nudo”, gridò una ragazza. “Non c’è niente da fare!” Il bambino è stato immediatamente bollato come propagandista russo, messo a tacere e bandito da Facebook, YouTube e Twitter.

In realtà, non è un caso che tutti questi presunti attacchi alla democrazia americana avvengano in un modo che nessun altro, se non il cartello dell’intelligence statunitense, vede. Non è un caso che la macchina propagandistica statunitense scopra costantemente nuovi invisibili attacchi, da parte degli stessi governi che sono da tempo nella lista degli obiettivi dello stesso cartello dell’intelligence. Non è una coincidenza che ogni volta che questi presunti attacchi si verificano, le prove concrete che hanno effettivamente avuto luogo sono classificate come top secret.

Di tutti i paesi, lo stesso paese che quasi ogni anno da generazioni inizia nuove guerre e continua le vecchie guerre quasi ogni anno, letteralmente in modo permanente e ampiamente visibile in tutto il mondo, conducendo guerre militari ed economiche contro altre nazioni, questo stesso paese sostiene di essere attaccato in un modo che nessuno può vedere e per il quale nessuno può fornire prove. La gente deve credere alla parola delle stesse agenzie governative che sono responsabili delle molte guerre reali in tutto il mondo, le guerre che effettivamente si svolgono e che mietono vittime indicibili, giorno dopo giorno, anno dopo anno.

E i paramenti di corte e i gridatori del mercato denunciano i presunti attacchi invisibili di nazioni straniere contro la democrazia americana con la stessa urgenza di quando le torri sono crollate a New York l’11 settembre 2001, con la stessa indignazione, si chiede una vigorosa rappresaglia contro i colpevoli russi, iraniani e cinesi. Il nuovo 11 settembre, tuttavia, non ha grattacieli crollati o persone morte e in lutto. E’ completamente invisibile a tutti, tranne che ai servizi segreti, ai quali dovremmo credere in maniera evidente. Sono esattamente gli stessi servizi segreti che ci hanno mentito negli ultimi decenni, più e più volte in guerre sempre nuove, vedi la Jugoslavia, l’Afghanistan, l’Iraq, la Libia e la Siria.

Il vero pericolo per la gente, non importa se negli USA o in Europa, sono i servizi segreti CIA, MI6, BND, ecc. che, al servizio dei guerrafondai politici, fingono pericoli inesistenti per la gente e iniziano vere e proprie guerre. Con il sostegno dei suoi vassalli, compresi i tedeschi, il governo degli Stati Uniti ha distrutto o rovinato milioni di vite in patria e all’estero. Pertanto, il governo degli Stati Uniti sta facendo un danno infinitamente maggiore al popolo americano rispetto alla Russia, alla Cina e all’Iran messi insieme.

Con la presunta minaccia alla democrazia statunitense da parte di Russia, Iran e Cina, l’imperatore americano e i suoi vassalli europei si trovano nudi.

+++

Si ringrazia l’autore per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Fonte dell’immagine: shibuya / shutterstock

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort