Totalitarismo 2020: coercizione, paternalismo, restrizioni, divieti professionali, minacce | Di Bernhard Loyen

Il diario dei contatti arriverà in autunno?

Un commento di Bernhard Loyen

Io dormo sveglio. I miei pensieri sono sogni, i miei sogni sono pensieri.

Queste righe si trovano in un piccolo libretto pubblicato nel 1937. L’autore Irmgard Keun lascia che le sue esperienze quotidiane nell’ex Reich tedesco confluiscano nel romanzo Nach Mitternacht. Il libro parla di coercizione, paternalismo, restrizioni, divieti occupazionali, minacce. Sulla paura.

Era già emigrata in Olanda due anni prima. Si legge il romanzo e i pensieri si trasformano in percorsi inaspettati e sconosciuti.

Nessuno avrebbe potuto prevedere dove questo Paese si sarebbe sviluppato a partire da marzo, l’inizio delle misure di Corona. Ci si stupisce della velocità e della sorprendente impertinenza con cui i cittadini di questo paese sono continuamente messi in discussione. Il 30 luglio ho scritto le seguenti frasi in riferimento alla grande manifestazione di due giorni dopo: “Il numero di partecipanti del sabato sarà un primo indicatore di come questo Paese si posizionerà nel 2020 dopo i mesi passati, anche in relazione a come i media ne riferiranno la sera.

Ero lì il 01.08. È stata una bellissima giornata. Si poteva sentire una gioia e una leggerezza di cui la gente sente la mancanza e di cui ha tanto bisogno per padroneggiare la follia attuale ogni giorno. Sono entrato a far parte del team di cameraman della KenFM e ho avuto molte conversazioni. Da un lato l’entusiasmo onesto, a causa dell’inaspettata massa di partecipanti. Ma soprattutto pensieri riflessivi sui mesi passati. Un argomento in variazioni. Dove sta andando, con questo paese, con la mia vita? Cosa succederà alla biografia individuale, alle famiglie, ai bambini? Paure esistenziali. Preoccupazioni per il futuro.

Per discutere il numero dei partecipanti, raccomando il numero attuale del 3° millennio. Il video è collegato nell’articolo scritto. Non c’è bisogno di dire altro. Si deve semplicemente chiamare una bugia. I media pubblici non sottovalutano la situazione. Mentono, molto semplicemente. Per quanto riguarda il numero dei partecipanti, per quanto riguarda l’affermazione permanente tra i presenti, la maggioranza erano i soliti sospetti. Si parla di aggressione, verso la stampa. Sì, le ho sperimentate anch’io. Gente molto aggressiva, al che il team KenFM ha deciso di non provare un’intervista. Era la controdimostrazione Leipziger Strasse, angolo Glinkastrasse. Lì la SINISTRA, la SPD, l’Antifa, i cittadini contro la destra e le nonne contro la destra (1) Si è sperimentato l’abbandono linguistico della prosperità.

Questo ci porta ai responsabili dell’attuale coercizione, del paternalismo, delle restrizioni, dei divieti di lavoro, delle minacce. I politici. Poiché le figure virologiche non giocano, i tavoli si espongono, la coercizione del popolo deve essere mossa da altre leve.

Il 5 agosto, la Deutsche Welle riferisce, cito: “Sempre più città e regioni insistono sul fatto che le persone indossano protezioni per la bocca e il naso al di fuori degli edifici. (2). Anche se si riferisce ai paesi europei confinanti, come titolo di testa ha un effetto corrispondente. L’articolo di DW affronta quindi il problema tedesco solo un po’ più tardi nel testo, citazione:

Multe per grugniti tedeschi mascherati. In Germania non si parla ancora di una copertura obbligatoria della bocca e del naso all’aperto. Tuttavia, ci sono diversi tentativi di controllare più rigorosamente le maschere obbligatorie nei trasporti pubblici e di punire immediatamente le violazioni senza preavviso.

Chi non si attiene, non obbedisce, deve essere punito. La Bassa Sassonia vorrebbe aumentare significativamente la multa dagli attuali 20 euro, lo Schleswig-Holstein prevede di introdurre multe per chi rifiuta la maschera. La Baviera ha già una multa di 150 euro (3). Il ministro dei trasporti del Nord Reno-Westfalia, Hendrik Wüst (CDU), esige un soldato del partito duro, e cita: “Chi viene sorpreso senza maschera “deve scendere alla prossima fermata e pagare”… Vuole inasprire le regole in modo che una multa di 150 euro sia dovuta immediatamente al primo reato (4). Spaventoso.

Già il 31.05. il Tagesspiegel sapeva che la maggioranza dei tedeschi vuole mantenere l’obbligo della maschera (5). Per questo si scatta una foto al popolare Thomas Müller del Bayern Monaco di Baviera, naturalmente con la maschera di tutti i giorni. Questo è un tipo con i piedi per terra, cioè se lo fa, non ci può essere nulla di male. 2056 cittadini sono stati intervistati, il che è considerato rappresentativo ai nostri giorni. Citazione: “Una netta maggioranza degli intervistati era a favore delle maschere obbligatorie durante la crisi del coronavirus. Così il 49 per cento ha detto che il requisito dovrebbe essere mantenuto nella sua forma attuale. Il 13 per cento è favorevole all’estensione ad altri settori. Nella Germania dell’Est più persone hanno invocato il rilassamento o l’abolizione che nella Germania dell’Ovest.

Si comincia ad avere l’impressione che la maschera quotidiana sia ormai un segno esterno di identificazione con il governo, cioè con la politica. Le biografie della RDT sono più sensibilizzate per quanto riguarda le sciarpe nella zona del collo? Secondo le loro stesse dichiarazioni, quattro tedeschi su cinque (81 per cento) aderiscono sempre all’obbligo di indossare una maschera, un altro 13 per cento in parte. Solo il due per cento ha detto di non averlo fatto affatto (5). Sono semplicemente cifre scioccanti per chi pensa alle cose.

Lo sviluppo attualmente più intollerabile in questa crisi è l’abuso di bambini per far rispettare l’Agenda di Corona.

Il canale per bambini KiKa, finanziato con i diritti di licenza, manipola i più piccoli in una direzione che apparentemente è destinata ad accompagnare l’esistenza ancora così giovane a lungo termine, citazione di una canzone del programma KiKaninchen:

Rimanete in salute! Giraffa, scimmia, elefante con i panni colorati davanti alla bocca, spingendo i carrelli della spesa e dicendo: “State in salute! (6).

Leopoldina, un’accademia scientifica che consiglia il governo, raccomanda che nelle scuole tedesche, dalla quinta elementare in poi, le maschere debbano essere indossate anche in classe (7). Il 05.08. l’Istituto ha presentato una dichiarazione ad hoc sul sistema educativo (8). Citazione: “La dichiarazione è indirizzata agli attori responsabili del sistema educativo, cioè ministeri, istituti statali, fornitori di istruzione, centri diurni e scuole.

Dopo la prima chiusura delle scuole nel marzo di quest’anno, c’è ancora un immenso divario tra la pianificazione puramente teorica e le corrispondenti restrizioni e il caos che grava su milioni di famiglie in questo paese. Da un punto di vista politico questo suona così, cito: a causa della limitata attività scolastica legata alla pandemia nella seconda metà dell’anno scolastico 2019/20, si può presumere che l’apprendimento e lo sviluppo delle competenze di molti alunni abbiano seguito un corso diverso da quello delle classi normali (9).

Quanto le proposte teoriche siano lontane dalla realtà, per poterle poi formulare come aiuto di argomentazione per i politici, si può vedere nella dichiarazione al punto Raccomandazioni (10), citazione: “Poiché le competenze per l’apprendimento auto-regolato nelle fasi a distanza non possono essere semplicemente assunte per i bambini e i giovani, è necessario praticare esplicitamente strategie di apprendimento e di comportamento corrispondenti con gli alunni. I genitori e gli educatori interessati scuotono la testa e si chiedono: quando, dove, come, da chi?

Un’altra raccomandazione tipica della stessa affermazione è (10), citazione: “Si raccomanda che gli asili e le scuole rafforzino ulteriormente la cooperazione con le famiglie ampliando i canali di comunicazione, ad esempio tramite videoconferenze, e stabilendo opportunità di contatto a bassa soglia, come ad esempio orari di consultazione regolari (online, per telefono, di persona). Anche e soprattutto in tempi di pandemia i partenariati stabili per l’istruzione e l’educazione sono molto importanti (10). Frasi politiche vuote, pre-masticate come vengono poi ascoltate dai cittadini.

Anche qui – quando, dove, come, da chi? Quali dei milioni di insegnanti e genitori sovraccarichi di lavoro si considerano seriamente come partner educativi e educativi, ad eccezione degli autori di questi numeri teorici?

Il 03.08 nella FAZ si trova il seguente fatto, citazione: Conseguenze fatali della Corona : I lati oscuri dell’isolamento (11). Davvero spaventoso è tutto ciò che la professione medica riferisce sulle conseguenze psicosociali dell’isolamento e delle aperture limitate delle scuole. Tutte le tracce di abusi domestici, che spesso vengono scoperte negli asili e nelle scuole, sono rimaste nascoste. Per mesi i pediatri non hanno visto più bambini maltrattati o bambini con traumi da scuotimento. Chiunque si renda conto che il confinamento in casa e le condizioni socialmente precarie favoriscono tali maltrattamenti può immaginare l’entità dell’orrore da temere. Probabilmente diventerà più chiaro solo tra qualche mese.

Riguarda la politica o le istituzioni di consulenza? Le attuali discussioni sull’approssimarsi della fine delle vacanze, sui milioni di casi di coercizione di bambini dell’asilo e della scuola, studenti, sull’obbligo di indossare le maschere di tutti i giorni, non possono essere fermate nemmeno da risultati di studio di altro tipo. Per uno studio in corso, tra la fine di maggio e la fine di giugno sono stati prelevati 2599 tamponi per la gola in 19 scuole in cinque città del Libero Stato di Sassonia, nessuno dei quali è risultato positivo. Sono stati esaminati gli alunni delle scuole elementari della seconda e terza elementare, nonché gli alunni delle scuole superiori della sesta e della decima classe e i loro rispettivi insegnanti (12).

Ci sono stati altri risultati di questo studio? Sì, i medici di Lipsia hanno anche chiesto a 900 bambini e giovani le conseguenze psicologiche della chiusura della scuola. Si lamentavano di una perdita di qualità della vita “e di felicità”, soprattutto nelle famiglie con povertà e scarsa istruzione. La mancanza di una struttura quotidiana, non doversi alzare per andare a scuola, è vista come una perdita. Ciò si accompagnerebbe a un massiccio aumento dell’uso dei media e alla perdita di contatti con i pari (12).

Questo forse impressiona il ministro dell’istruzione della NRW Yvonne Gebauer del PLR? No, va un passo avanti nel suo personale pensiero totalitario, cito: “Se gli alunni non vi si attengono costantemente – né in classe né in altri ambiti – ciò può essere accompagnato anche dall’espulsione dalla scuola o da una temporanea”(13).

È possibile che tali fatti siano ancora superati al momento? Incredibilmente, sì. L’Agenzia per la protezione dell’infanzia si è sentita in dovere di informare la popolazione di questo paese attraverso un comunicato stampa (14). Leggete e ascoltate attentamente dove si sta dirigendo questo paese. Sono informazioni che dovrebbero essere sufficienti per alzarsi e dire: “Basta”. Basta con la follia, cito:

L’isolamento obbligatorio dei bambini sospettati di Corona viola i diritti dei bambini. L’Associazione per la protezione dell’infanzia sta ricevendo segnalazioni che le autorità sanitarie stanno ordinando l’isolamento dei bambini sospettati di avere la corona nelle loro case. Anche i bambini molto piccoli devono stare in camera loro, separati dal resto della famiglia. In almeno un caso che abbiamo ricevuto, la famiglia viene minacciata di essere allontanata dalla famiglia del bambino di 8 anni se non si conforma.

L’evocazione quasi maniacale di una seconda ondata, l’obbedienza milionaria alle misure della Corona assume forme spaventose, molte solo intimidatorie. Una giovane scolaretta ci ha detto il 01.08. che evita di criticare le misure perché la sua cerchia di amici e il suo ambiente scolastico reagirebbero in modo aggressivo. Questo è più che allarmante.

Il Tagesschau riporta il 07.08., citazione: pandemia di Corona. Chiama per il divieto di viaggio. Alla luce della situazione, il Consiglio economico della CDU chiede il divieto di recarsi nelle aree a rischio (15). SPIEGEL sa che i tedeschi hanno poca comprensione per le proteste della corona (16). È così? I tedeschi sono 5085 rispondenti. Dopo la grande manifestazione, si accende un dibattito sul diritto di manifestare, secondo la FAZ il 03.08. (17) citazione:

La richiesta di un duro giro di vite è stata forte. L’esperto di interni della CDU Armin Schuster ha messo in discussione dimostrazioni di questo tipo in generale. A suo avviso, sarebbe proporzionato permettere tali incontri “solo in condizioni molto più severe o per niente”.

Dove dovrebbero andare le restrizioni quando un datore di lavoro interrompe immediatamente un dipendente se partecipa a una dimostrazione di questo tipo? È quello che è successo al cestista e giocatore della nazionale Joshiko Saibou, dei Telekom Baskets Bonn (18). Come reagisce il panorama mediatico a un tale evento? Intervista con l’avvocato sportivo di Bonn Roland Nasse (19), citazione:

Domanda: Quali opzioni legali ha un club se un giocatore non rispetta le misure di corona attualmente in vigore?

Roland Nasse: Se un giocatore – come nel caso di Joshiko Saibou – si reca deliberatamente a Berlino per partecipare a una manifestazione in violazione di qualsiasi regola, compresa la legge sulla protezione dalle infezioni, lo licenzierei immediatamente come club… equivale quasi a una lesione corporale per negligenza se mi espongo a questi pericoli a Berlino e quindi metto in pericolo i miei compagni e i colleghi di squadra.

Che cosa dovrebbero fare i cittadini responsabili che non risparmiano né modo né spesa per scendere in piazza a Berlino nel loro legittimo interesse personale, ma anche per le vittime silenziose di questa politica, per poi dover ascoltare il sindaco di Berlino quella stessa sera che non avrebbero comprensibilmente abusato del loro diritto di manifestare e sarebbero venuti qui solo a causa dei disordini (20)?

Il dottor Drosten è tornato. Ha potuto godersi in pace le sue diverse settimane di vacanza. Sorprendente per il fatto che il suo rappresentante dei media Karl Lauterbach è sopravvissuto a malapena all’ora legale in modalità panico per settimane. Lauterbach sopravvaluta lo status quo o easy Drosten sottovaluta la gravità della situazione?

Un’idea brillante gli è venuta anche dal suo cappotto inamidato di fresco in un editoriale per il DIE ZEIT. Ogni cittadino dovrebbe – attenzione – tenere un diario di contatto questo inverno. Un aumento sarebbe il buon vecchio diario di casa, ma non è possibile, perché allora saremmo di nuovo nella RDT. Personalmente penso che sia di nuovo tempo per l’affidabile guardiano del blocco. Era responsabile di 40-60 famiglie con una media di circa 170 persone. Durante l’era nazista, c’erano capi blocco non solo nelle città, ma anche nei villaggi, dove un “guardiano di blocco” controllava diverse fattorie, imprese artigiane e case degli operai. Questo va bene, i salari bassi creano posti di lavoro e soprattutto la pace e la tranquillità per la Cancelleria, l’RKI e la Charité.

Guardando all’intero periodo di soli sette giorni, siamo sulla strada giusta per la seguente definizione:

“Il totalitarismo si riferisce ad una regola politica che richiede la libera disposizione dei governati e la loro completa sottomissione ad un obiettivo politico (dittatorialmente prescritto)”(20)

La prossima grande manifestazione a Berlino è stata registrata per il 29.08. La chiamata è valida in tutta Europa. Il numero dei partecipanti sarà un secondo indicatore di come questo paese si posizionerà dopo gli eventi del 01.08.2020 e dopo il 01.08.2020, anche in termini di come i media riferiranno questa volta.

Resta da vedere se i politici e ancora troppe persone in questo Paese riusciranno a prevenire questo evento. screditare, boicottare, forse vietare.

Fonti:

  1. https://www.youtube.com/watch?v=6bN0K71gt-0
  2. https://www.dw.com/de/maskenpflicht-auch-im-freien/a-54449538
  3. https://www.tagesschau.de/inland/maskenpflicht-bussgeld-103.html
  4. https://www.zeit.de/politik/deutschland/2020-08/nrw-maskenpflicht-150-euro-bussgeld-busse-bahnen?wt_zmc=sm.int.zonaudev.twitter.ref.zeitde.redpost.link.x&utm_medium=sm&utm_source=twitter_zonaudev_int&utm_campaign=ref&utm_content=zeitde_redpost_link_x
  5. https://www.tagesspiegel.de/politik/verhalten-in-der-coronavirus-krise-mehrheit-der-deutschen-will-maskenpflicht-beibehalten/25875780.html
  6. https://www.kika.de/kikaninchen/zusatzvideos/lieder/kikaninchen-lied-bleiben-sie-gesund-100.html
  7. https://www.zeit.de/wissen/2020-08/leopoldina-gutachten-schule-masken-tragen-empfohlen-corona-krise-unterricht
  8. https://www.leopoldina.org/presse-1/nachrichten/ad-hoc-stellungnahme-coronavirus-pandemie/
  9. https://www.berlin.de/sen/bjf/coronavirus/aktuelles/schrittweise-schuloeffnung/#start
  10. https://www.leopoldina.org/fileadmin/redaktion/Publikationen/Nationale_Empfehlungen/2020_08_05_Leopoldina_Stellungnahme_Coronavirus_Bildung.pdf
  11. https://www.faz.net/aktuell/politik/inland/fatale-corona-folgen-die-dunklen-seiten-des-lockdowns-16888604.html
  12. https://www.aerztezeitung.de/Politik/Kaum-Corona-Infektionen-in-Sachsens-Schulen-411767.html
  13. https://rp-online.de/panorama/coronavirus/maskenpflicht-schule-nrw-bei-groben-verstoessen-droht-ein-schulverweis_aid-52576643?utm_source=twitter&utm_medium=referral&utm_campaign=share
  14. https://www.dksb.de/fileadmin/user_upload/2020-07-31_PMCoronaKinderAbsonderung.pdf
  15. https://www.tagesschau.de/inland/coronavirus-reisen-risikogebiete-101.html
  16. https://www.spiegel.de/politik/deutschland/coronavirus-deutsche-haben-wenig-verstaendnis-fuer-corona-proteste-a-dedc28f3-94d1-4869-8246-d5d470ecdc95
  17. https://www.faz.net/agenturmeldungen/dpa/debatte-ueber-demonstrationsrecht-entfacht-16887674.html
  18. https://www.faz.net/aktuell/sport/mehr-sport/basketball-joshiko-saibou-aeussert-sich-nach-entlassung-16891007.html
  19. https://ga.de/sport/telekom-baskets-bonn/saibou-war-auf-corona-demo-in-berlin-interview-mit-sportrechtler_aid-52574057
  20. https://www.facebook.com/watch/?v=929622774216205
  21. https://www.zeit.de/2020/33/corona-zweite-welle-eindaemmung-massnahmen-christian-drosten/seite-2
  22. https://www.bpb.de/politik/extremismus/linksextremismus/33699/totalitarismus

+++

Grazie agli autori per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Fonte dell’immagine: vayno / shutterstock

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort