Il programma di fact-checker dell’UE si chiama Soma [Di Norbert Häring

… come la droga della pacificazione del popolo in “Brave New World”.

Un punto di vista di Norbert Häring.

Nell’ambito della sua vasta attività contro il dissenso e l’informazione, l’UE finanzia l’Osservatorio europeo contro la disinformazione. Il suo breve nome “Soma” è il nome della droga usata nel romanzo distopico “Brave New World” per sedare la popolazione, sia in modo cronico che acuto, quando si tratta di sfoghi emotivi o di comportamenti devianti di una folla.

Se richiamate il sito web disinfobservatory.org, il logo “Soma” vi saluta.

È così ironico che basta sottolinearlo. Se è stato accidentale, ha già mostrato una notevole ignoranza, essendo “Brave New World” uno dei romanzi più influenti del XX secolo. Se è stato intenzionale, mostra un discreto cinismo, in quanto la Soma è un elemento centrale del controllo e della gestione della popolazione in una società totalitaria, da parte di tecnocrati dittatoriali e ben intenzionati.

Wikipedia scrive del romanzo Brave New World e Soma:

“Brave New World (in inglese: Brave New World) è un romanzo distopico del 1932 di Aldous Huxley che descrive una società del futuro, nel 2540 d.C., in cui “stabilità, pace e libertà” sembrano assicurate”.

Comune a tutte le caste è il condizionamento alla gratificazione permanente attraverso il consumo, il sesso e la droga soma, che priva i membri di questa società della necessità di pensare in modo critico e di mettere in discussione il loro ordine mondiale. Il governo di quel mondo è formato da controllori, alfa più uomini che sono venerati come idoli dalla popolazione. (…) Per evitare importanti sbalzi emotivi che possono portare a sconvolgimenti negativi, le persone assumono regolarmente il Soma, un farmaco che ha effetti stimolanti e stimolanti e che viene utilizzato anche come afrodisiaco.

Sotto il logo Soma, le persone sono informate che è giunto il momento di agire e sono invitate ad aderire all'”Osservatorio europeo contro la disinformazione”, ottenendo così l’accesso a potenti strumenti di monitoraggio dei media.

La forma allungata di Soma non può essere quella.

Scorrendo più in basso, si incontra un video intitolato “Social Observatory for Disinformation and Social Media Analysis”. Soma non si spinge come abbreviazione, ma si possono almeno trovare le lettere in essa contenute.

Non è del tutto chiaro cosa sia questo “Osservatorio sociale contro la disinformazione e l’analisi dei social media”. Si chiede solo di aderire all’altra associazione, l'”Osservatorio europeo contro la disinformazione” e si parla solo di questo. L’EOD non era abbastanza fresco e hanno armeggiato fino a quando non hanno avuto una lunga forma di Soma?

Comunque, Soma o EOD (lo chiamerò così) è la nave madre delle pedine di fatto. Finanziato dall’UE, mette in rete e sostiene i controllori di fatto fedeli all’autorità con le narrazioni appropriate già formulate per qualsiasi cosa. Conta 60 organizzazioni di controllo dei fatti come membri. L’EOD si rivolge anche ai media, agli innovatori dei social media, ai ricercatori e ai responsabili politici.

C’è molto su Covid-19, per esempio, compreso un dossier su “Tre fili comuni che collegano le proteste antiblocco in Europa”. Supponendo che sia qui che i nostri media e i nostri verificatori hanno attinto per i loro numerosi reportage recenti sull’argomento, non ci si sorprende più della loro pessima base di fatti. Quello che viene offerto è un racconto, solo molto poco sostanziato con qualche strano articolo di stampa o rivendicazione da parte di un funzionario.

Uno dei filoni è che, mentre i manifestanti sono generalmente pacifici, le dimostrazioni sono spesso usate dai rivoltosi e dai destrorsi per sollevare un putiferio e liberarsi degli slogan. Questo è un problema che hanno moltissimi demo di protesta di ogni tipo. In qualche modo, però, questo è intonato come un problema specifico di destra dei manifestanti anti-lockdown.

Questo è guarnito con l’affermazione, del tutto infondata, che QAnon gioca un ruolo importante come infiltrato, cosa di cui dubito fortemente per l’Europa. Non posso provarlo, ma l’onere della prova è in realtà dalla parte di chi sostiene qualcosa di così ripido. Il primo collegamento è solo ad un controllo di fatto Reuters che mostra che Covid-19 non è un’invenzione.

Dice che un gruppo chiamato Pagella Politica ha fatto una ricerca congiunta sulle proteste con altri membri della rete Soma. Da nessuna parte si sa chi sono questi membri della rete Soma, né c’è un link all’analisi per quanto posso vedere. Si suppone che ci si accontenti della magra mole di accuse che ci vengono presentate. La comunità dei media e del fact-checking, a quanto pare, lo è, se il risultato è qualcosa da seguire. Per questo, leggete il mio articolo collegato nell’articolo scritto:

Gli antigiornalisti di CORRECTIV e i loro particolari metodi di controllo dei fatti.

Un estratto:

“I giornalisti con un’etica professionale si vedono come la quarta proprietà, che veglia sui potenti. Gli antigiornalisti si considerano alleati dei potenti, facendo in modo di far arrivare i loro messaggi al popolo nel modo più indiscutibile e ineguagliabile possibile. Gli antigiornalisti lavorano in CORRETTIVO.

CORRECTIV ha pubblicato una serie di storie investigative con merito. Anche molti controlli sono in ordine. Ci sono molti esempi in cui CORRECTIV mostra, ad esempio, che in un video la dichiarazione non è stata fatta affatto, cosa di cui qualcuno sui social media fa scandalo. Oppure mostrano che è stato detto in un contesto completamente diverso e con un significato diverso.

Ma gli antigiornalisti mostrano il loro vero colore quando il gioco si fa duro, quando si tratta di screditare certe interpretazioni indesiderate di fatti o opinioni perché hanno un’ampia diffusione online.

Non sarebbe una brutta cosa se si trattasse solo di contrapporre una visione o un’interpretazione estrema a un’altra. Ma ciò che CORRECTIV sta facendo ha una qualità molto diversa e sinistra. Gli operatori delle piattaforme di social media, in particolare Facebook, sono sotto pressione da parte di chi detiene il potere per sopprimere le opinioni critiche e i fatti alternativi. CORRETTIV viene pagato da Facebook per mettere un timbro negativo sui post indesiderati. Questo francobollo negativo ha l’effetto di censurare una posta in modo opaco, da parte degli operatori dei principali social media, facendo in modo che abbia una minore diffusione. È una forma di censura piuttosto efficace”.

Per la rivendicazione di un’infiltrazione di massa da parte di QAnon, un collegamento è quello di un post della NBC che proclamava a grandi lettere che i sostenitori di QAnon si erano uniti a migliaia di manifestanti in una manifestazione in Germania. Uno di loro era stato avvistato mentre teneva in mano il cartello “Mettete fine a questa pandemia adesso”. Collegato come seconda prova è un altrettanto indicibile articolo di Politico che lo suggerisce proprio nel titolo e nella rincorsa, ma ammette nel retro: “In Europa, il movimento finora rimane confinato ai margini”.

Tuttavia, ci sono molti paragrafi nella relazione su QAnon. La tesi iniziale è sostenuta solo dal fatto che tutto ciò che è in qualche modo critico nei confronti delle autorità viene venduto come “elemento dell’ideologia QAnon” che si sta diffondendo in Europa. Non potrebbe essere più dubbio.

Ottima ricerca di Pagella Politica e delle altre pedine di fatto senza nome! Mi ha certamente impressionato. Ciò che i tre elementi unificanti delle proteste sono, tuttavia, non mi è stato chiaro, nemmeno nella sintesi, che annuncia di nuovo tre elementi, e poi ne elenca due, la violenza estremista e il QAnon. La matematica non sembra essere la tazza di tè di tutti i controllori.

Rapporti di censura dalle piattaforme

Sul sito web di Soma si trovano anche link e una sintesi dei rapporti di settembre delle piattaforme di social media che sono state costrette dall’UE a censurare di più che non rientra nella linea ufficiale, o come dice l’UE “contenuti che potrebbero influenzare la politica di salute pubblica”.

Si apprende, tra l’altro, che Google Search, il motore di ricerca dominante a livello globale di Google, mostra di preferenza gli articoli delle organizzazioni di controllo dei fatti dell’UE. Inoltre, gli altri firmatari forzati del “Codice di condotta contro la disinformazione nell’ambito del Programma di monitoraggio e segnalazione Covid-19” scrivono ciò che hanno fatto per diffondere la linea ufficiale e respingere le opinioni e le informazioni non autoritarie, come ci sono Facebook, Microsoft, Twitter, TikTok e Mozilla.

+++

In questo contesto è consigliato il libro “Beautiful New Money” di Norbert Häring.

+++

Questo articolo è apparso per la prima volta il 17.12.2020 su norberthaering.de

+++

Si ringrazia l’autore per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Fonte dell’immagine: Dilok Klaisataporn / Shutterstock

+++

KenFM si sforza di presentare un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i post degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista del comitato di redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su altri modi per sostenerci qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort