Il nuovo assolutismo – Il regno di Gates | di Dirk Pohlmann

Un commento di Dirk Pohlmann.

Quando Bill Gates annunciò al World Economic Forum di Davos nel 2008 che si sarebbe ritirato da Microsoft per lavorare esclusivamente come filantropo nella sua Bill and Melinda Gates Foundation, un mormorio passò sulla stampa. Incredibile. Certo, il mecenatismo, le donazioni in beneficenza, sono sempre stati gli Stati Uniti, ma non era questa la prova che il capitalismo è più che la forma economica più efficace della storia dell’umanità, che è anche moralmente superiore a tutte le altre ideologie? Il sistema economico globale, che si realizza nella sua forma pura solo negli Stati Uniti, con i quali gli Stati Uniti sono diventati l’unica superpotenza al mondo nel XX secolo, si è mostrato nella sua perfezione come una forza per il bene e la bontà! Alleluia!

Il giubilo che scoppiò allora prevale ancora oggi. Era iniziata la trasformazione del capitalista predatore Bill Gates in un santo pilastro. Bill Gates, la cui società ha avuto 204 interventi contro lo Stato americano per pagare meno tasse, e che è stato condannato a circa 1,7 miliardi di euro di multe dalla sola Commissione Europea per aver imbavagliato le licenze, era sulla via della posizione di benevolo salvatore del mondo che occupa oggi.

Già nel 2011 il Daily Mail scriveva con riverenza che Bill Gates non avrebbe più occupato il primo posto nella lista degli uomini più ricchi del mondo perché aveva donato 28 miliardi del suo patrimonio. Tuttavia, la sua discesa al secondo posto nella lista dei super-ricchi ha fatto sì che Bill Gates salisse al primo posto nella lista dei Kings of Hearts. In un discorso al World Economic Forum di Davos, Gates ha parlato del “capitalismo creativo” che avrebbe sviluppato. Il suo discorso aveva un carattere messianico con sfumature di falsa modestia. La Fondazione di beneficenza Bill e Melinda Gates ha ora a disposizione un capitale di 51 miliardi di dollari. Questo la rende la più grande fondazione del mondo. Uno strumento di bontà su base scientifica. C’è una sola vera medicina e Bill ne è il profeta. Una forma moderna di re divino. Se Bill fosse un russo, Spiegel e Tagesschau lo chiamerebbero “oligarca e autocrate”.

Quale influenza abbia l’ex uomo più ricco del mondo nella lotta contro Covid 19, per esempio, è ormai ben noto al di fuori delle redazioni appena menzionate. Da quando il presidente Trump ha smesso di finanziare l’OMS, il Regno di Gates è diventato il più grande investitore dell’OMS. Poiché Gates, attraverso la sua fondazione, domina anche quello che oggi è il secondo investitore dell’OMS, GAVI, la Global Alliance for Vaccines and Immunisation, la Bill and Melinda Gates Foundation ha finalmente fondato questa organizzazione non governativa ed è il suo principale finanziatore, il suo predominio è innegabile. A meno che non si sia uno dei fact-checker di Der Spiegel, che ha scoperto che questo fatto può essere visto come una teoria di cospirazione di Ken Jebsen, diffusa deliberatamente attraverso i social media. Der Spiegel ha certamente trascurato solo il fatto che la rivista statunitense Politico, che da un lato chiede con incredulità perché Gates non determina sempre la politica statunitense Covid 19, dall’altro afferma sobriamente che “le priorità di Gates sono diventate le priorità dell’OMS”. Oppure che “Foreign Affairs”, probabilmente la più importante rivista politica sulla politica estera statunitense pubblicata dal Council on Foreign Relations, riporta dalla scatola di cucito che ci sono solo “alcune iniziative politiche o regolamenti emanati dall’OMS che entrano in vigore senza essere prima esaminati in votazioni non ufficiali dallo staff della Gates Foundation”. O che un membro dello staff di un’organizzazione governativa internazionale che chiede l’anonimato ha detto in un’intervista a “Global Health Watch”: “Le persone dell’OMS sembrano essere impazzite completamente. Per Gates è solo “Sì, signore”. “Sì, signore, su tutto.”

Ma Bill Gates non è solo nello Spiegel, che sostiene disinteressatamente con 2,3 milioni di euro per migliorare il reportage sui problemi globali, e nel Tagesschau un monarca corteggiato, ma anche su CNN, MSNBC, BBC, Fox, CBS, oh Dio, solo la lista dei media americani è troppo lunga, per leggerlo qui, ma comprende anche il più famoso spettacolo comico degli Stati Uniti, il Daily Show, che ha reso omaggio a Bill Gates in modo spiritoso e devoto, intervistato non può essere definito così, o il New York Times, che ha definito Bill Gates “l’uomo più interessante del mondo”.

A proposito, anche l’ABC, la BBC, Al Jazeera, il Daily Telegraph, il Financial Times e il Guardian, così come lo Spiegel, sono stati sostenuti da Gates nella loro copertura dei problemi globali. Altruisticamente. Il che ha contribuito ad un significativo miglioramento della qualità dei reportage dei suddetti media. Senza dubbio.

Si potrebbe dire che la Bill and Melinda Gates Foundation ha investito bene i 250 milioni di dollari che ha donato in modo altruistico per sostenere la rendicontazione.

Si potrebbe dire che la Bill and Melinda Gates Foundation ha avuto molto successo nel sostenere le sue organizzazioni associate. Solo così è possibile che il miracolo quasi biblico che la Fondazione Gates dia via il suo capitale, ma che lo faccia crescere costantemente. Certo, la parola “aumentare” non è del tutto esatta. Infatti, il suo capitale è raddoppiato negli ultimi 10 anni. Attraverso un abile investimento. Ad esempio nelle aziende che la Bill and Melinda Gates Foundation sostiene con contributi di dotazione esenti da imposte per i loro progetti di ricerca e per lo sviluppo di vaccini. Quindi questo è un modello a circuito chiuso. La Fondazione Gates distribuisce i fondi della fondazione alle aziende in cui viene investita, partecipa al loro successivo aumento dei prezzi delle azioni, perché Gates domina i settori della politica sanitaria in cui opera, in quanto sovrano assoluto, quando Gates investe, anche altri vogliono trarre profitto e distribuisce nuovamente gli utili delle azioni come donazioni alle aziende e così via.

Non sorprende quindi che la Bill and Melinda Gates Foundation proponga soluzioni scientifiche brevettuali che hanno tutte una cosa in comune: sono prodotte dall’industria farmaceutica.

La Fondazione Gates lo dice direttamente nel più bel discorso di PR. La chiama “la ricerca di modelli di collaborazione più efficiente con i produttori di vaccini per identificare e stipulare accordi reciprocamente vantaggiosi”.

Quindi, naturalmente, è di grande aiuto quando i leader della Gates Foundation hanno esperienza nel settore privato. Più specificamente, l’industria farmaceutica. In particolare, le aziende farmaceutiche che sono state e sono sostenute dalla Fondazione Gates. La Gates Foundation ha investito, tra gli altri, in Merck, Glaxo Smith Kline, Eli Lilly, Pfizer, Novartis e Sanofi. Anche in questo caso, sarebbe più facile dire in quali giganti farmaceutici non si investe. In realtà, nessuno. Come ho detto, ci sono anche dei legami personali. Penny Heaton, l’ex direttore del Vaccine Development presso la Bill and Melinda Gates Foundation, ha ricoperto in precedenza posizioni di rilievo presso Merck e Novartis. Trevor Mundel, Presidente del Global Health Department della Gates Foundation, è stato in precedenza ai vertici di Novartis e Pfizer. Il suo predecessore, Tachi Yamada, era un top manager della Glaxo Smith Kline.

Certo, questi legami interpersonali e gli investimenti quasi non egoistici nelle aziende in esame hanno un sapore, si potrebbe anche dire che è glutammato puro, ma non è utile quando professionisti esperti benedicono le buone opere della Gates Foundation?

Si potrebbe pensare di sì, se si vuole credere nel bene nelle reti dell’oligarchia. Ma è molto inquietante che continuino ad accadere cose spiacevoli.

Un esempio è la più importante e più grande campagna di vaccinazione della Gates Foundation e dell’OMS, la vaccinazione contro la difterite, il tetano e la pertosse, che deve essere somministrata ad ogni bambino africano. Il vaccino somministrato ai bambini africani non viene più utilizzato negli Stati Uniti e nella maggior parte dei paesi industrializzati. Nel 1977, “The Lancet”, una delle pubblicazioni mediche più rinomate al mondo, affermava che i rischi della vaccinazione contro la pertosse erano maggiori di quelli derivanti dall’infezione da pertosse. Poiché gli effetti collaterali del vaccino, quali danni cerebrali, convulsioni e morte, sono diventati più comuni, il vaccino DTP è stato ritirato dal mercato negli Stati Uniti e in altri paesi industrializzati e sostituito dal nuovo vaccino DTaP modificato. Tuttavia, i Paesi africani continuano ad essere incoraggiati ad usare il pericoloso vaccino DTP, a ricevere sostegno finanziario per esso, e GAVI lo ha reso una priorità assoluta per tutti i bambini africani.

Che accettino o meno la proposta della Fondazione Gates di trattare tutti i 7 miliardi di persone con un nuovo vaccino Covid-19, basato su una nuova tecnologia non testata nemmeno sugli animali, e di modificare geneticamente il loro corpo, sia che credano o meno che sia garantito senza effetti collaterali e guardino con fiducia al loro futuro, dipende da loro.

Oppure no. Che siano vaccinati o meno è ovviamente una loro libera decisione. Ed è libera decisione dello Stato se non accettano di non ammettere i loro figli al doposcuola, se non sono vaccinati, se non possono andare a scuola, ma sono puniti perché non rispettano l’obbligo scolastico, se non possono frequentare l’università, se non possono volare o guidare senza la tessera di vaccinazione elettronica. Oppure utilizzare la S-Bahn. Ciò significa che possono guardare avanti alle condizioni di sorveglianza cinese, solo senza la rapida crescita della prosperità di cui godono i cinesi, negli ultimi 10 anni il reddito medio è quintuplicato.

Confida nel fatto che Re Bill abbia a cuore solo i suoi interessi? Così come fornisce solo il meglio per il vostro computer con Windows? Ovvero un sistema operativo tanto soggetto a errori quanto monopolistico? Notate qualcosa di insolito? Sì? No?

Ma non importa cosa pensi, Bill Gates deciderà comunque come va la tua vita. Cosa vi verrà inoculato. I capi di Stato pendono dalle sue labbra, le aziende dai suoi finanziamenti. I media celebrano una forma di governo che può essere descritta come monarchia assoluta. Nell’impero di Re Bill, e questo è il mondo intero, solo UNO determina da che parte sta. È inutile indagare su quale virologo è collegato a lui e come, quale azienda produttrice di vaccini dipende dalla Gates Foundation. Sono tutti, che ti piaccia o no. Tutti devono cantare la sua canzone perché mangiano il suo pane. Non ci sono critiche alla situazione, se non da parte di esperti in pensione che non hanno una casa da pagare, che non hanno una carriera davanti a loro. Ma che poi vengono denunciati come idioti e teorici della cospirazione, nei media, che, ma lasciamo perdere, lo sanno già.

Questo è il nuovo coraggioso mondo del capitalismo di sorveglianza. Governance da parte di esperti. Da uomini e donne come Bill e Melinda Gates, Jeff Bezos, Eric Schmidt, Peter Thiel, Michael Bloomberg, Elon Musk. Mogol del capitalismo finanziario, che si sono qualificati per la leadership costruendo corporazioni. Diventa la presa di potere ostile del capitalismo. Per i sinistrorsi che pensano che sia già così: succede sempre il peggio. Non hanno avuto modo di conoscere questa nuova forma di governo, il cui governo “ottimizzerà” la democrazia obsoleta.

Ma lo conosceranno. Con la nuova Guerra Fredda contro la Cina, legittimata da Covid-19. La campagna mediatica per questo è iniziata anche nei media tedeschi. Aumenterà. Aumenterà. La Cina è la nuova Russia. Xi Jinping è il nuovo Putin Godseibeiun. Covid-19 rende possibili molte cose, tra cui il disaccoppiamento economico dalla Cina e la ristrutturazione sociale ed economica nei paesi occidentali. In Germania: la presa di potere ostile della classe media. La regola delle locuste. La grande pulizia. Questo probabilmente inizierà al più tardi in autunno, quando un’ondata di insolvenze inonderà non solo la Germania. Informati, analizza in modo indipendente.

Perché a quel punto forse anche i social media saranno stati censurati, cosicché commenti come questo probabilmente non saranno più su YouTube o Facebook.

+++

Si ringrazia l’autore per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Fonte dell’immagine: Shutterstock / Frederic Legrand – COMEO

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort