Il denaro non igienico | Di Hansjörg Stützle

Sulla scia della crisi di Corona, l’abolizione del denaro contante è stata massicciamente spinta in avanti.

Un punto di vista da Hansjörg Stützle.

Nessuno ha l’intenzione di costruire un muro. E nessuno vuole abolire il denaro contante. Purtroppo, però, l’epidemia di Corona ha costretto molti commercianti ad adottare misure insolite. “Per motivi igienici vi chiediamo di pagare con la carta”. Tali segni si trovano su molti registratori di cassa. E alcuni di loro non si fermano all’adescamento. Non accettano più il denaro contante – una forma di pagamento ufficiale – per niente. La ragione addotta è che i micidiali virus corona potrebbero essere attaccati alle banconote e alle monete. Apparentemente non ai terminali delle carte, che vengono toccati da centinaia di persone ogni giorno. L’intero processo ha il forte odore di un’agenda più ampia. Le grandi potenze cercano da tempo di liberarsi del contante. Questo processo viene accelerato in modo massiccio da Corona. Le conseguenze includono un maggiore rischio di indebitamento, l’esclusione di persone “all’antica” o anche solo politicamente consapevoli, la completa controllabilità dei nostri processi di pagamento e un incalcolabile aumento di potere per alcuni istituti.

La crisi della corona assorbe gran parte del potenziale di attenzione della gente. E nella sua scia fioriscono sviluppi molto discutibili che passano quasi del tutto inosservati al pubblico. La cassa in particolare ne è influenzata. Corona accelera pericolosamente l’abolizione del denaro contante di molti anni. Ma prima di guardare agli sviluppi attuali in relazione alla crisi di Corona, dovremmo prima porci due domande importanti:

  • Perché è pericolosa l’abolizione dei contanti?
  • Quali conseguenze ha per noi personalmente e per la libertà della nostra società?

L’abolizione del denaro contante e i suoi effetti sono di solito completamente sottovalutati. Quasi nessun altro evento avrà un impatto così discutibile e cambierà il futuro della nostra società come l’abolizione del denaro contante. Le conseguenze sono molteplici. Per darvi una breve panoramica, vorrei prendere spunto da due esempi di vita reale qui sotto.

Effetti sulla vita di noi cittadini

Dopo l’abolizione del denaro contante, non abbiamo più il materiale didattico più didattico per insegnare ai nostri figli come gestire il denaro. Il contante può essere contato, diviso, impilato, impacchettato, impacchettato. Si può toccare, sentire, sentire e persino annusare. Non ha rivali come mezzo ideale per i bambini per imparare a gestire e scambiare denaro.

I centri di consulenza sul debito stanno già dando l’allarme che i mezzi di pagamento digitali ci stanno facendo perdere definitivamente il nostro rapporto con il denaro. Gli studi hanno dimostrato che le persone con pagamenti con carta consumano fino al 100% in più rispetto a quelle con pagamenti in contanti. Pagando con i sistemi di pagamento digitali, le persone perdono il loro rapporto con il denaro e la vita di milioni di persone viene destabilizzata di conseguenza. Le famiglie e le persone socialmente svantaggiate sono particolarmente colpite. L’abolizione del denaro contante perturba gravemente i poteri di autoguarigione dei cittadini in termini di finanze.

Impatto sulla società

L’impatto sociale di un’abolizione del denaro contante è ancora più drastico e molto più pericoloso. Ad esempio, l’abolizione del denaro contante porta a una cementazione inimmaginabile e a un’espansione quasi illimitata del potere delle corporazioni e delle istituzioni corrispondenti. Non solo la raccolta di dati senza soluzione di continuità di tutti i pagamenti digitali aumenta incommensurabilmente le possibilità di controllo sui cittadini e di sorveglianza, ma si crea una dittatura finanziaria – quasi inosservata dal pubblico. Questo termine all’inizio sembra irreale, ma purtroppo ne è la conseguenza.

Perché il controllo su tutto il denaro è concentrato e concentrato dall’abolizione del contante su un numero ristretto di decisori e istituzioni e ne innalza il potere e l’influenza a livelli inimmaginabili.

In questo modo ottengono il controllo e l’accesso completo a tutto il denaro esistente e possono così controllare gli affari mondiali quasi a volontà. Le detrazioni per interessi negativi o ondate di espropri sono poi solo una semplice pressione di un pulsante, perché tutto il denaro è intrappolato nel sistema bancario e non può lasciarlo – non c’è più denaro contante. Queste élite possono facilmente abusare del denaro espropriato per salvare le banche, per salvare le grandi società, per stabilizzare i mercati azionari, per le guerre e per molti altri discutibili interessi di potere. Si sta verificando uno spostamento di potere senza precedenti, con le élite che controllano il mondo e il corso della storia mondiale al centro e al di fuori dell’influenza dei cittadini.

La liquidità è temuta dal settore finanziario. Il denaro contante può mettere in pericolo o addirittura far crollare l’attuale sistema monetario e quindi il potere dell’industria monetaria, ad esempio da parte di una banca. Pertanto ci sono grandi sforzi da varie parti per indebolire il denaro contante con azioni molto sottili e per eliminarlo passo dopo passo.

Questi due esempi rappresentano solo una piccola parte delle conseguenze di un’abolizione del contante. Ma dovrebbero essere sufficienti per prendere la questione sul serio e darle tempo e spazio per affrontarla. Dopo tutto, l’abolizione del denaro contante non è finzione, ma amara realtà. Questo articolo mostra gli sviluppi su questo tema durante la crisi di Corona.

La crisi di Corona e le conseguenze fatali per il nostro denaro

Per il cittadino medio, pagare con la carta sta diventando sempre più comune. Prima del previsto, la scomparsa del denaro contante sarà uno sviluppo normale e casuale degli eventi odierni. Nel mio libro “Das Bargeldkomplott” (The Cash Conspiracy), descrivo che questo non accade per caso, ma è stato portato avanti per almeno un decennio da società e istituzioni molto potenti. L’attuale crisi di Corona fa il resto. Accelera di anni l’abolizione del denaro contante. Attualmente siamo in una fase molto pericolosa, forse addirittura decisiva, che sarà la campana a morto per il nostro denaro. Fortunatamente, il dado non è ancora stato lanciato. Ma abbiamo pochissimo tempo per agire.

Per poter cogliere gli effetti catastrofici della crisi di Corona in modo olistico, vorrei descrivere in quattro fasi gli sviluppi che si sono susseguiti dall’inizio. Poi entrerò nel dettaglio delle soluzioni – perché il denaro contante ha urgente bisogno del nostro aiuto!

Fase I: Blocco Marzo 2020

A metà marzo 2020 sono state chiuse tutte le attività non rilevanti dal punto di vista sistemico in Germania. Solo i negozi assolutamente necessari per l’approvvigionamento dei cittadini potevano rimanere aperti. Tra questi vi erano negozi di alimentari e negozi di bricolage come Aldi, Lidl, EDEKA, Obi e così via. Immediatamente e anche nelle settimane successive, questi gruppi in particolare hanno contribuito al controllo e all’attuazione degli ulteriori progressi e, soprattutto, all’interpretazione e all’attuazione delle regole di Corona.

I negozi preferivano i pagamenti con carta e non volevano più accettare contanti. Alle casse sono stati affissi dei cartelli con, ad esempio, la seguente scritta: “Per motivi igienici, vi chiediamo gentilmente di pagare con la carta”. Alcuni negozi hanno persino rifiutato completamente il contante. Una catena di fast-food ha scritto: “Niente più pagamenti in contanti: è possibile solo il pagamento elettronico”. A quel tempo ho ricevuto decine di lettere sul mio blog “Bargeldverbot.info” che riportavano esattamente questo. Anche il rifiuto completo del denaro contante mi è stato riferito più volte. Questa prima fase è durata circa 1 o 2 settimane.

Fase II: Il denaro contante viene emarginato e stigmatizzato

Il fatto che i commercianti rifiutino completamente il contante e accettino solo pagamenti con carta di credito non era ovviamente applicabile a lungo termine da parte dei commercianti. Da un lato, le banconote sono l’unica moneta a corso legale. Ciò significa che esiste un obbligo di accettazione in contanti, ossia che i rivenditori devono accettare contanti in linea di principio. Inoltre, milioni di cittadini non avrebbero più potuto acquistare beni di prima necessità, in quanto molti cittadini non hanno la CE o la carta di credito o non sono abituati a maneggiarli. Molti negozi non avevano nemmeno lettori di carte.

Inoltre, l’argomentazione di usare il denaro contante per infettarsi con Corona non era affatto conclusiva.

Per essere coerenti, si sarebbero dovuti rimuovere tutti i terminali delle carte in cui si inserisce il proprio codice segreto, poiché su questi, come su tutti gli altri oggetti toccati, avrebbero potuto esserci dei virus corona.

Istituzioni come la Deutsche Bundesbank o la Banca Centrale Europea hanno fatto dichiarazioni chiare al riguardo. La Deutsche Bundesbank ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“La probabilità di contrarre la malattia con il denaro contante è inferiore a quella di molti altri oggetti di uso quotidiano”.

Questa fase è caratterizzata dal fatto che quasi tutti i negozi hanno favorito i pagamenti con carta e lo hanno documentato chiaramente anche alle casse con cartelli. Una grande catena di vendita al dettaglio ha scritto: “Amiamo i pagamenti CE. Si prega di pagare con carta, se possibile”. Altri hanno trattato il denaro contante come un oggetto contaminato e inquinato: “Se volete pagare in contanti, mettete i soldi nell’apposito scomparto”.

Un sondaggio ha mostrato che nella crisi di Corona l’83,9 per cento di tutti i negozi aveva cartelli di questo tipo o simili alle casse. Una pubblicità per i sistemi di pagamento digitali che l’industria del denaro non avrebbe potuto desiderare di meglio – e completamente gratuita. Corona lo rende possibile! Questa fase è durata all’incirca fino al luglio 2020.

Fase III: Le conseguenze – molti non tornano in contanti

Da luglio, i commercianti hanno iniziato a rimuovere i cartelli sui quali hanno favorito i pagamenti con carta. È diventato sempre più improbabile affermare che si può essere infettati da Corona attraverso il denaro contante. Tuttavia, le conseguenze della fase I e II sono enormi. I pagamenti con carta, ad esempio, sono aumentati di ben il 48% durante la crisi della Corona. Si tratta di un aumento senza precedenti. A causa della crisi della Corona, la gente si è abituata ai pagamenti con carta di credito. Molti non torneranno in contanti. Le conseguenze sono:

  • Il denaro contante ha perso il suo dominio.
  • La gente si è abituata ai pagamenti con carta.
  • Condizionare le persone: “Il denaro è sporco, pieno di virus e pericoloso per la salute”.

Ma tutto questo è solo la punta dell’iceberg. Il vero danno che Corona ha fatto al denaro contante si trova altrove e può portare all’abolizione del denaro contante in breve tempo.

La Germania è stata un paese di denaro contante fino a Corona. I tedeschi amavano pagare in contanti, e fino ad allora quasi nessun commerciante ci aveva pensato, figuriamoci osare rifiutare il denaro contante. L’accettazione dei pagamenti con carta di credito era bassa e i commercianti temevano che se avessero rifiutato il contante, le loro vendite sarebbero crollate. Dopo gli ultimi mesi della crisi di Corona, il mondo sembra molto diverso.

Nel settore del commercio al dettaglio si è sviluppata una consapevolezza completamente nuova. I rivenditori si sono resi conto che è possibile rifiutare il denaro contante, e molti stanno seriamente considerando di farlo. Era solo questione di tempo prima che i primi rivenditori iniziassero a rifiutare il contante. Ed è esattamente quello che sta succedendo da qualche giorno. In Renania-Palatinato, ad esempio, la prima gelateria ha iniziato a non accettare contanti. Altri rivenditori sono nei blocchi di partenza per questo. Questa situazione è estremamente pericolosa per il denaro.

Fase IV: la Germania segue lo stesso percorso della Svezia

Il fatto che i commercianti si rivolgano ora a rifiutare completamente il contante è una pericolosa violazione della diga per l’abolizione del contante. Corriamo il rischio di percorrere in Germania la stessa strada che la Svezia ha intrapreso negli ultimi anni. Ancora oggi, in Svezia, non è più possibile attraversare la vita pubblica con il denaro contante. La maggior parte dei negozi, delle stazioni di servizio, ma anche dei servizi igienici pubblici e dei trasporti non possono essere pagati in contanti. È diventato anche difficile trovare banche e sportelli bancomat per procurarsi il contante. In Svezia è solo questione di tempo prima che il denaro contante venga completamente abolito. Viene discusso e richiesto in pubblico.

Dopo tutto, l’abolizione del denaro contante non dovrebbe essere per decreto, ma attraverso il commercio, come dimostro nel mio libro ‘The Cash Conspiracy’ . E prima di quanto pensiamo, noi cittadini non saremo più in grado di pagare in contanti nei punti vendita al dettaglio. Corona ha accelerato di anni l’abolizione del contante in brevissimo tempo. Anche se questo sviluppo sarebbe avvenuto anche senza Corona, in Germania ci sarebbero voluti almeno altri 2-5 anni. Avremmo avuto urgente bisogno di questo tempo per organizzarci, per agire contro questi sviluppi e per fare una campagna per la conservazione del denaro.

Cosa possiamo fare?

Il denaro è in una situazione precaria e molto pericolosa. Finché solo pochi negozi rifiutano il denaro contante, il nostro denaro non è ancora disponibile. Ma se questo crea un precedente e serve da modello per gli altri rivenditori, questa tendenza può svilupparsi in modo incontrollato e noi cittadini non possiamo più pagare in contanti in molti negozi in un tempo molto breve.

Il tasso di pagamento in contanti sta diminuendo rapidamente e l’infrastruttura di cassa non può più essere mantenuta.

Poi ci ritroviamo molto rapidamente al “Punto di non ritorno”. In altre parole, nel momento in cui diventa indipendente e l’eliminazione del contante non può più essere impedita. La seguente dichiarazione della Svezia dovrebbe essere un avvertimento sufficiente per noi: “Se la quantità di denaro contante continua a diminuire così rapidamente, sarà difficile mantenere l’infrastruttura”.

Il denaro è in grave pericolo. Spero di essere stato in grado di dimostrarlo con questo documento. Ma possiamo fare qualcosa per i contanti. A questo scopo, ho sviluppato numerose soluzioni sotto Bargeldverbot.info, come ognuno può contribuire attivamente a qualcosa di importante per la conservazione del denaro contante. A questo punto oggi le tre soluzioni ad hoc.

Negozi che rifiutano contanti, evitare

Il motivo principale per cui i rivenditori attualmente accettano ancora il contante e non lo rifiutano è che hanno paura delle conseguenze. In altre parole, che i clienti evitino il negozio, facciano acquisti altrove e quindi le vendite crollino. È quindi particolarmente importante che noi cittadini non giochiamo a questo gioco e che facciamo acquisti solo dove si accettano contanti. I negozi che si rifiutano di accettare contanti vanno assolutamente evitati.

Indipendentemente da questo, è importante pagare in contanti il più spesso possibile. Perché così facendo, mostriamo chiaramente la bandiera per i contanti. Si comporta come una scheda elettorale. Pagare in contanti, scegliere di ricevere il contante. Se si paga con la carta, si sceglie di prelevare il contante. È semplicissimo.

Negozi di boicottaggio

La soluzione precedente è molto importante, ma temo che non sarà sufficiente. Ciò è dovuto al fatto che i pagamenti con carta, e quindi l’accettazione dei mezzi di pagamento digitali da parte di Corona, sono aumentati rapidamente e continuano ad aumentare. Le numerose campagne pubblicitarie dell’industria del denaro negli ultimi anni, ma anche le azioni dei rivenditori durante la crisi Corona, stanno avendo un effetto. Oggi, la gente di solito raggiunge i sistemi di pagamento digitali senza riflettere e non si rende conto dei numerosi svantaggi e delle conseguenze che il suo comportamento ha per se stesso e per la propria libertà – anche per le generazioni future.

Io stesso non voglio abolire i sistemi di pagamento digitali, ma voglio contribuire a preservare il contante e quindi la nostra libertà. Per questo motivo sostengo che le persone non dovrebbero più scegliere i mezzi di pagamento senza riflettere, ma piuttosto con riflessione – in altre parole, prima di effettuare un pagamento, dovrebbero chiedersi se vogliono pagare con banconote o in contanti.

E questa decisione, che poi l’individuo prende, è per me inviolabile. Ma il problema è che la maggior parte delle persone sa troppo poco su questo argomento. Sarebbe quindi importante realizzare campagne educative, soprattutto nell’ambiente dei negozi che stanno iniziando a rifiutare il denaro contante e che stanno gettando le basi per l’abolizione del denaro contante. Per esempio, distribuire volantini educativi, ecc., in modo che la gente ci pensi. Possono quindi decidere in modo ponderato e qualificato se vogliono davvero fare acquisti in questo negozio e quindi promuovere in modo significativo l’abolizione del denaro contante.

Se i negozi del vostro quartiere cominciano a rifiutare il denaro contante, per favore fate queste azioni o venite da me e valuteremo insieme cosa possiamo fare.

Solo gli sconvolgimenti pacifici possono durare

Boicottando un negozio, stiamo camminando su una linea molto sottile che richiede molta attenzione. Non voglio attaccare o danneggiare nessuno con le mie azioni. Ma i commercianti che rifiutano di accettare denaro contante mostrano chiaramente il loro sostegno alla sua abolizione. Pertanto è legittimo, chiaro e inequivocabile mostrare la bandiera in cambio di denaro contante e difenderla.

Tuttavia, è importante che non si vada al confronto o addirittura alla “guerra”. In tutte le azioni, l’affetto, la compassione e l'”amore” devono risuonare. Qui seguo chiaramente i grandi che la nostra società ha prodotto, come Gandhi, il Dalai Lama, Mandela o Gesù, che non solo hanno predicato la non violenza e la compassione, ma li hanno anche vissuti. Quelle persone hanno cambiato il mondo. Solo su questa base si può realizzare uno sconvolgimento pacifico e sostenibile. Raccomando a tutti coloro che si impegnano per il denaro contante di agire su questa base. Ed è solo su questa base che anch’io userò le mie conoscenze e il mio lavoro per agire.

Hansjörg Stützle, nato nel 1970, dopo aver completato la sua formazione specialistica ha lavorato nella società di consulenza del padre per lo sviluppo aziendale integrale. Ha ricercato le verità di base sul denaro e ha unito queste conoscenze nel suo progetto “WertVoll Leben” (ValueFull Life), che ha messo a disposizione del pubblico in conferenze, seminari e cicli di formazione. È impegnato nella conservazione del denaro contante e ha lavorato per tre anni al libro “Das Bargeldkomplott” (La cospirazione del denaro contante), in cui documenta 15 anni di ricerche sullo strisciamento, ma non per questo l’abolizione accidentale del denaro contante.

+++

Questo articolo è apparso per la prima volta il 22 ottobre 2020 su Rubikon

+++

Nota sul contributo di Rubikon: Il presente testo è stato pubblicato per la prima volta su “Rubikon – Magazin für die kritische Masse”, nel cui comitato consultivo sono attivi, tra gli altri, Daniele Ganser e Rainer Mausfeld. Poiché la pubblicazione è stata fatta sotto una licenza libera (Creative Commons), KenFM si appropria di questo testo per un uso secondario e sottolinea esplicitamente che il Rubicone dipende anche dalle donazioni e ha bisogno di sostegno. Abbiamo bisogno di molti media alternativi!

+++

Si ringrazia l’autore per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Fonte dell’immagine: IMG Stock Studio / Persiane

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort