Eroi speciali? | Di Bernhard Loyen

Rimane un atto di abilitazione!

Un commento di Bernhard Loyen.

Sì, ieri, 18 novembre 2020, cambierà di nuovo questo Paese. Con il voto sulla legge, modificata per la terza volta, “per la tutela della popolazione in caso di situazione epidemica di rilevanza nazionale”, una forza gestibile, i creatori delle aggiunte e delle innovazioni ad essa associate, hanno acquisito un potere definitivo.

La regolamentazione illegittima, che si presumeva da settimane, di sollevare e annunciare decisioni su una libertà d’azione giuridicamente del tutto illegittima da parte di una cricca in occasione di una cosiddetta “Conferenza del Cancelliere federale con i capi di governo dei Länder”, è stata ora portata al livello legislativo richiesto e decisivo con il voto di ieri. Vittoria di tappa per Merkel, Spahn, Drosten e Wieler. Vittoria a punti per l’industria farmaceutica.

In una votazione per appello nominale, 413 su 708 parlamentari hanno votato per una mozione corrispondente delle fazioni della coalizione, con 235 voti contrari e otto astensioni. 52 voti non sono stati espressi (1).

I cittadini interessati, soprattutto quelli critici, erano curiosi di sapere come si sarebbero posizionati i nostri rappresentanti eletti in questo ultimo massiccio intervento sui diritti civili. Politici, rappresentanti dei mezzi di comunicazione e comprensivi del Corona hanno espresso la loro indignazione in anticipo e all’unisono, poiché il termine “Atto di abilitazione” ha trovato sempre più spazio nelle discussioni. Pretenzioso o appropriato?

L’Handelsblatt chiarisce, cito: l’idea che questa sia una “legge abilitante” e la via verso la dittatura è assurda. Ma Internet è pieno di informazioni false che sembrano sostenere questa tesi. Tra i manifestanti ci sono anche i negazionisti della corona e gli estremisti di destra, non rimane pacifico (2).

Il ministro degli Esteri Heiko Maas ha inviato ieri un messaggio su Twitter, cito: “per aiutare con i fatti”: i nazisti hanno minato la democrazia con l’Atto di Abilitazione. Oggi stiamo facendo il contrario con la legge sulla protezione dalle infezioni. Si esclude l’arbitrarietà, si crea chiarezza giuridica (3).

Il notiziario di stato delle 20:00 su ARD ha confermato nel commento serale, cito: “La nuova legge sulla protezione dalle infezioni chiarisce molte cose, crea trasparenza e protegge espressamente il diritto di riunione. Non è vero che lo Stato sta ottenendo con noncuranza un maggiore accesso alla vita quotidiana dei suoi cittadini (4).

Questi sono i momenti che da marzo hanno reso sempre più disperato un cittadino che pensa alle cose. L’impudenza dell’ovvia menzogna, la falsa affermazione viene pubblicata senza conseguenze. Un altro esempio del commento di Tagesschau di ieri è, cito: “La protezione espressa è data a cose come il diritto di riunione, la permissibilità delle manifestazioni e anche l’accesso alle case di cura e agli ospedali…. Tutto questo è un progresso nella lotta contro il virus. La nuova legge crea maggiore certezza del diritto.

Certezza giuridica per chi? I cittadini o i pochi politici, come staffe e apriporta per l’OMS, il WEF e l’industria farmaceutica? Sul tema del diritto di riunione e della permissibilità delle manifestazioni, si può solo scuotere la testa quando si sa cosa è successo intorno alle grandi manifestazioni due volte in agosto a Berlino, l’ultima a Lipsia e soprattutto ieri, 18 novembre. Inoltre, le centinaia di piccole manifestazioni sconosciute in tutto il nostro Paese, che sono state e sono tuttora ostacolate e ostacolate.

La legge ampliata che è stata ora approvata contiene la seguente formulazione (5), citazione a pagina 33: “È ammessa una restrizione temporanea della libertà di riunione e della libertà di religione, tenendo conto della situazione attuale del contagio e dopo aver considerato l’obiettivo di ridurre il numero di infezioni in una situazione di pandemia volatile, con maggiori esigenze di giustificazione.

L’arbitrarietà è esclusa, si crea chiarezza giuridica, ha detto ieri il signor Maas. Se ne accorgerà lui stesso?

Secondo il Tagesschau, l’accesso alle case di cura e agli ospedali è attualmente protetto, cioè garantito. Molti ascoltatori e lettori faranno un respiro profondo a causa delle diverse esperienze. Attualmente, per esempio, non mi è permesso visitare mia madre di 83 anni durante le tre settimane di permanenza in una clinica di riabilitazione in Bassa Sassonia. Secondo il medico di famiglia, una visita sarebbe consentita solo se fosse, cito: in punto di morte.

Il cittadino deve imparare, non è un atto di abilitazione se le parole empowerment, autorizzazione, autorizzazione a prescrivere e base per l’autorizzazione appaiono sedici volte sulle 44 pagine.

Nell’indice della legge, che è stato immediatamente approvato ieri dal Bundesrat (6) e dal presidente della Confederazione (7), si trova la seguente sicurezza giuridica ai sensi dell’articolo 7 Restrizione dei diritti fondamentali, non confondete questo con l’arbitrarietà dello Stato, citazione: gli articoli 1 n. 16 e 17 limitano i diritti fondamentali della libertà personale (articolo 2 comma 2 frase 2 della Legge fondamentale), la libertà di riunione (articolo 8 della Legge fondamentale), la libertà di circolazione (articolo 11 comma 1 della Legge fondamentale) e l’inviolabilità dell’abitazione (articolo 13 comma 1 della Legge fondamentale).

Ieri il ministro Jens Spahn si è visto confermato nella sua esistenza, nelle sue decisioni dei mesi scorsi. Le contraddizioni dimostrate in varie dichiarazioni e interviste sono giustificate con i famigerati occhi da bassotto per quanto riguarda un difficile orientamento in un virus così imprevedibile e sconosciuto.

Uno dei tanti promemoria, il 14 marzo, il suo ministero ha emesso il seguente avvertimento, cito: “Si sostiene e si diffonde rapidamente che il Ministero Federale della Salute / il Governo Federale annuncerà presto ulteriori massicce restrizioni alla vita pubblica. Questo NON è vero! Si prega di aiutare a fermare la sua diffusione (8).

Otto mesi dopo, questo dimostrabile inganno cittadino culmina nella fustigazione di ieri a tutti i livelli di governo richiesti. La finta discussione, chiamata anche dibattito, è stata un alibi per suggerire alla maggioranza dei cittadini che tutto è corretto. Jens Spahn ha fatto una promessa ai parlamentari ieri. Devono trasmetterlo agli elettori. L’ora delle parole d’onore in questo Paese ha una tradizione dubbia. Tuttavia, vi do la mia parola che non ci sarà alcuna vaccinazione obbligatoria in questa pandemia. Smettila di dire il contrario (9).

Cosa ci mostra uno sguardo alla nuova legge ampliata di recente adottata? Si trova nell’indice dell’articolo 2, che recita – Ulteriore modifica della legge sulla protezione dalle infezioni. § L’articolo 36, punto 10, lettera b) è modificato come segue, citazione: “Il Governo federale è autorizzato, qualora il Bundestag tedesco abbia accertato una situazione epidemica d’importanza nazionale ai sensi dell’articolo 5, paragrafo 1, prima frase, a stabilire per legge, senza il consenso del Bundesrat … che le persone indicate in un’ordinanza di legge ai sensi del paragrafo 8, prima frase, sono obbligate a presentare ai vettori, all’autorità competente o alle autorità che sostengono tale autorità ai sensi del paragrafo 11, prima frase, la documentazione relativa alla vaccinazione per la malattia di cui al paragrafo 8, prima frase, ai vettori, all’autorità competente o alle autorità che sostengono tale autorità e che sono responsabili del controllo di polizia del traffico transfrontaliero”.

L’argomento descritto è l’ingresso dalle aree a rischio dichiarate dal governo federale. Un’ulteriore riflessione, questo significa anche il viaggio di ritorno, ad esempio dalle vacanze, se in futuro sarà ancora permesso o se sarà conveniente. Cosa significano queste parole?

Le innovazioni devono essere vendute. Questo richiede delle campagne. Finanziato con soldi delle tasse, confezionato in video. Il governo federale vuole far sorridere i suoi cittadini. Mesi di stanchezza meritano un po’ di distrazione e di divertimento. L’Ufficio del Cancelliere ha fatto produrre tre video con il titolo “Special Heroes”. Due pensionati e una coppia di pensionati (10) raccontano nel futuro immaginario come era allora, nel 2020, spiegano a posteriori la seconda ondata (11), il virus corona, il pericolo della situazione eccezionale per milioni di persone e quanto possano guardare indietro con orgoglio. Sulla loro realizzazione. L’unico protagonista più anziano ha addirittura ricevuto una medaglia (12). Cosa avevano fatto di eccezionale per aiutare il loro paese? Attenzione – non c’è una battuta, anche se dovrebbe essere uno scherzo – niente. Non hanno fatto nulla perché sono rimasti a casa, presumibilmente per proteggere gli altri.

Dovrebbe essere divertente, ma ammonitore. Questo per fare l’occhiolino, ma per chiedere obbedienza e per ricordarvi di obbedire mentre guardate, allora diventerete un vero eroe.

E’ stato fatto con intelligenza. Si chiama manipolazione pura. Significa anche che coloro che scendono in strada per preservare i loro diritti civili non sono eroi. Non ricevono una medaglia, non ricevono rispetto. Essi interferiscono con l’attuazione di grandi piani per la completa trasformazione della società. Evento 201, Il Grande Reset, la terza legge per la protezione della popolazione in una situazione epidemica di rilevanza nazionale, l’abolizione del denaro contante, la digitalizzazione della società sono pure fantasie di teorici della cospirazione, falsi e sì, chiare minacce alla nostra democrazia.

Non è solo così che vanno le cose da ieri. Ma fino ad oggi la generazione attuale ha avuto più dimestichezza con il cinema, i documentari e i libri di storia. Nel frattempo la realtà è sconvolgente.

Per noi la verità rimane. Noi, che abbiamo avvertito per mesi prima dell’evento finale del Reichstag tedesco del 18 novembre 2020, siamo i veri eroi. Potremo dimostrare a posteriori con le nostre conoscenze, le nostre immagini nella nostra testa e le foto archiviate, le migliaia di video – Abbiamo dato tutto.

La lotta deve ora continuare. Non arrendersi, rimane la prima premessa. Ora molti cittadini pensano che al più tardi entro la fine del 31 marzo 2021 lo spettro sarà finito. L’ho letto, sentito e visto sui media. Non stanno mentendo?

A pagina 43 della risoluzione che è stata approvata ieri, si può leggere, cito: “Per quanto riguarda il paragrafo 2: fino all’entrata in vigore del § 14 paragrafo 1, frase 4 e 5 IfSG, continua ad applicarsi la versione precedente. L’articolo 2 entra in vigore il 1° aprile 2021.

L’articolo 2 recita – Ulteriore modifica della legge sulla protezione dalle infezioni. Potrebbe significare l’abrogazione, ma la parolina magica significa anche che, date le dinamiche degli ultimi mesi, ci si può aspettare solo il peggio. Ancora più molestie attraverso i regolamenti. Ancora più coercizione attraverso i cambiamenti della legge. Ancora più incertezza sul futuro individuale. Per se stessi, per noi, per i nostri figli.

Holger, la lotta continua, ha detto Rudi Dutschke alla tomba di Holger Meins. Anche allora si diceva, che tipo di pazzi, idioti, nemici radicali dello Stato e minacciatori sistemici. Solo i membri della RAF erano membri della RAF alla tomba di Holger Meins o erano semplicemente cittadini preoccupati di quel tempo?

Infine, si adatta a questo pensiero. Il gruppo parlamentare dei Verdi, un ex partito di protesta di quei tempi, ha votato all’unanimità la legge il 18 novembre (nota dell’autore: un no, un’astensione non la rende migliore). I compiti a casa per le illusioni di potere nell’anno delle elezioni federali 2021. CDU e SPD sono “eroi speciali”, secondo la loro stessa definizione. L’AFD, i nazisti, i nazisti, i luridi bambini del parlamento, il lungo braccio della marmaglia della strada hanno espresso 82 voti. 82 volte no.

La Sinistra e il PLR sono ora sostenitori, se non simpatizzanti, dei nazisti, visto che anche loro hanno votato No? Tempi duri.

Che ognuno possa decidere da solo come gestire i prossimi mesi, forse anni. Ci vediamo in strada. Senza maschera e con la schiena dritta.

La lotta continua! Bisogna andare avanti!

Sorgenti:

  1. https://www.bundestag.de/parlament/plenum/abstimmung/abstimmung?id=698
  2. https://www.handelsblatt.com/politik/deutschland/infektionsschutzgesetz-lockdown-paragraf-im-eildurchgang-beschlossen-das-sorgt-fuer-unmut/26635596.html?ticket=ST-441457-OJXjVNNYDicLJ63unXfd-ap5
  3. https://twitter.com/HeikoMaas/status/1328994252731379714
  4. https://www.tagesschau.de/kommentar/corona-infektionsschutzgesetz-101.html
  5. https://dserver.bundestag.de/btd/19/239/1923944.pdf
  6. https://www.bundesrat.de/SharedDocs/drucksachen/2020/0601-0700/700-20(B).pdf?__blob=publicationFile&v=1
  7. https://www.sueddeutsche.de/politik/berlin-demo-infektionsschutzgesetz-bundestag-1.5119121
  8. https://twitter.com/BMG_Bund/status/1238780849652465664
  9. https://twitter.com/phoenix_de/status/1329059658963841024
  10. https://www.youtube.com/watch?v=UH1757U0aeg
  11. https://www.youtube.com/watch?v=krJfMyW87vU
  12. https://www.youtube.com/watch?v=BpYZvtmkGw4
  13. https://www.bundestag.de/parlament/plenum/abstimmung/abstimmung?id=698

+++

Si ringrazia l’autore per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Fonte dell’immagine:  ©BLoyen20

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort