E ogni giorno saluta la marmotta.

Un commento di Rüdiger Lenz.

Attenzione, alcuni passaggi di questo testo sono intesi in modo ironico. Quali? La persona illuminata lo scopre da sola con facilità.

Non so in che misura e quante persone qui hanno notato che ci sono persone molto potenti su questo pianeta che si prendono cura dei rifiuti umidi altrui. Dovrebbero possedere tutto ed essere più pericolosi di tutte le organizzazioni criminali di questo mondo messe insieme. Possono muovere interi eserciti, far esplodere bombe su bombe solo per guadagnare più soldi e potere. Ho anche sentito dire che c’è un numero incredibile di persone, si definiscono i risvegliati, che si bruciano nel cervello di ognuno di questi messaggi che hanno a che fare con loro. E questo, anche se sanno molto bene che è sempre stato e rimarrà tale per molto tempo a venire. Perché non succede nulla a causa del consumo di tali linee o conoscenze che potrebbero scuotere questi potenti. Credo che da questa parte qui si sia sufficientemente illuminati e che si sappia tutto questo e ci si adopera per questo cambiamento. Questa speranza di cambiamento si chiama soluzione. E la maggior parte delle persone qui sono molto eccitate quando qualcuno presenta delle soluzioni. Poi il diavolo sta uscendo e leccato intorno fino a quando le dita brillano.

La maggior parte delle persone qui sono stanche di leggere articoli più e più volte dove una guerra viene scatenata di nuovo, la Merkel diffonde un errore o una bugia di nuovo e così via. La gente è stanca, così stanca, da essere colata di ulteriori truffe. Soprattutto, vogliono più soluzioni. Non ne hanno mai abbastanza. O per niente? Piuttosto no. Perché non appena si offrono soluzioni qui su KenFM, allora ci si lamenta, non di tutti, ma di un numero non piccolo di utenti. Ed è irrilevante se questo autore li allega o se altri autori osano presentare soluzioni. Più le soluzioni vanno a fondo, più si scatenano con dispiacere sugli utenti. E anche qui si applica, non con tutti, ma con un gran numero. Se scrivo qui su Trump, Merkel o Maas, per esempio, il numero di click è molto alto, così come l’approvazione, perché queste persone sono eccellenti candidati per le proprie proiezioni. Se, d’altro canto, scrivo qui di soluzioni, si trasforma in un’esperienza esattamente opposta.

La maggior parte delle persone non vuole davvero nessuna soluzione? Allora cosa vogliono? Vogliono l’eroe forte, non prendiamoci in giro, vogliono l’uomo forte. Non i fabbricanti di armi di Annegret Kampf. Non li vogliono. E se siamo onesti, allora ci ha già fallito molto tempo fa. Friedrich Merz, un conoscitore di Black Rock, ha portato la vittoria interiore davanti a noi per molto tempo. Un uomo forte che sa come funziona con le nostre finanze, la nostra borsa. Sarebbe la soluzione per molti. Un uomo che può accecare tutto tranne il nostro successo. Siamo onesti, non mi interessa quando romba. Finche’ non ringhio alla mia porta di casa, non mi interessa. Questi mangiatori di cereali e carnivori. Non mi sorprende che siano cosi’ divertenti. Dovrebbero piuttosto mangiare un buon pezzo di carne. Poi tornavano a pensare in modo sano.

Un sociologo ha stabilito che gli elettori AfD non sono poveri maiali. Sono tutti ricchi. Le loro vere ragioni sono solo xenofobia. Oh, non puoi più dirlo. Xenofobia, questa è la parola giusta. Sono tutti, senza eccezioni, xenofobi. Un altro sociologo probabilmente scoprirà presto, scientificamente e scientificamente altrettanto valido e solido come la roccia corretta, che chi sceglie la sinistra o il verde, vive secondo il discorso sul Monte di Gesù. E di per sé, senza alcuna prova sociologica, è chiaro chi sostiene le bombe e i tappeti bombati e li trova molto piacevoli, come ha detto una volta il Cancelliere in una conferenza della CDU, che queste persone rappresentano naturalmente il centro del popolo in piena empatia con la pace e la carità. Gesù ballava davanti a loro con gioia e cantava un’alleluia dopo l’altra verso il cielo. Quando questa gente va al bagno, cagano angeli. Sì, così e in nessun altro modo la grande dottrina si basa su quella che una volta si chiamava vergognosamente la Germania nazista. Il governo può sparare, ma guai a chiunque dica: se la casa esplode, allora non tutti possono essere soddisfatti. E’ peggio di un bombardamento da moquette. Lo stato può essere fascista e nessuno se ne accorge.

Il nuovo centro, che è aspro, quasi amaro ma sempre uguale nella sostanza, ha vinto una vittoria politica in Turingia. È composto per il 31 per cento di elettori di sinistra e per il 23,4 per cento di elettori AfD. Che sia buono o meno, è il nuovo centro della Turingia e mostra l’intero paese. Ma lasciamo anche quello a sinistra. La sinistra sarà d’accordo con la CDU. Stefan Kuzmany, editorialista di Spiegel, scrive giustamente, citando l’inizio: “Quello che una volta era il bordo è ora il centro della Turingia. E i funzionari degli ex partiti di mezzo sono in piedi sul bordo e guardate, citazione finale.

Beh, fondamentalmente entrambe le parti sono una scelta per gli agenti. Ma chi li ha lasciati indietro? In Germania si preferisce lamentarsi dell’effetto piuttosto che della causa. Tu, la causa non è menzionata. Si finge che la miseria sia sorta dal nulla. L’avidità dell’élite tedesca nel suo insieme, insieme ad una politica bellica conforme all’estero, unita ad una sociologia di disprezzo per i più deboli, è la ragione dell’ascesa dell’AfD. E’ semplicemente propaganda sostenere che i tedeschi si sono risvegliati nuovamente ai nazisti e quindi al centro del bordo destro sempre più spesso che si rivolge al centro.

Lo stesso signor Lucke sta chiedendo un procedimento disciplinare contro di lui da parte del suo senatore. Vuole sapere se ha agito contro la Legge fondamentale e la democrazia. Dopo tutto, ha co-fondato il partito AfD e ne è stato a lungo il motore intellettuale. Ma dobbiamo incolpare tutti per quello che gli altri hanno fatto con esso? Non dovremmo poi anche noi chiamare Dio a rendere conto a Dio e dirgli che era un assassino di massa purosangue, un brutale conquistatore, mangiatore di denaro e la cosa più disumana che abbia mai messo piede su questa terra? Naturalmente nessun uomo lo fa, perché l’uomo ha e si prende cura dei suoi punti ciechi e punirà chiunque li illumina.

Ma basta con queste ripetizioni. Le soluzioni vogliono essere scritte, dette e implementate. Ma quali soluzioni sono quelle giuste?

Le soluzioni politiche sono spesso la morte di massa desiderata di altri, che devono essere marchiati come scarafaggi per non essere più visti come esseri umani. Un essere umano non può uccidere nessun altro essere umano, finché sente il suo opposto come essere umano, non può ucciderlo. Questo a prescindere dalle sue convinzioni politiche. Ma se si guarda alla storia umana e poi si chiedono soluzioni, si giunge rapidamente alla conclusione che la ripetizione delle numerose ripetizioni di soluzioni politiche non ha mai portato ad una soluzione dei conflitti. Le soluzioni politiche sono la guerra, non importa dove guardiamo. Sempre lì venivano rinchiusi o uccisi i diversamente abili. Sia come individuo che come massa. Chi vuole la pace deve scegliere la guerra. La guerra con le bombe, la guerra per i soldi e la guerra negli affari sociali. E tutti hanno scelto tali soluzioni, che si sia giurata l’umanità, Cristo o la svastica sulla bandiera. Hanno tutti preferito le stesse soluzioni. E oggi sappiamo che tali soluzioni non risolvono nulla. Stanno ancora spingendo il problema di fronte a loro. Da una generazione all’altra. Le persone intelligenti disegnano oggi lunghe catene d’azione che dimostrano che i problemi di oggi sono legati a secoli di problemi irrisolti. Forse non si è mai trattato di soluzioni, ma delle esigenze individuali di chi è al potere? Fondamentalmente, si può leggere tutto questo molto bene dallo psichiatra e psicologo Hans-Joachim Maaz. Ma chi agisce di conseguenza? Solo pochissimi. La maggior parte di loro si attiene a soluzioni alternative, in modo che il cambiamento non sia visibile di per sé. Il problema sono sempre gli altri e se non causassero il problema, allora io non avrei un problema. Per venire a uno con soluzioni è come andare al leone con una lattuga. Preferisce mangiare il cuoco.

Ebbene, e così è il conformismo quotidiano di tutti coloro che si svegliano per se stessi e si comprendono come consapevoli, ma solo una danza intorno ad un cerchio, che rimane sempre lo stesso cerchio. Il proprio ego. Lo fanno davvero solo perché, come alcuni sostengono, non vogliono trovare da soli soluzioni che richiedono le proprie mani per afferrare la propria vita? Il cerchio geostrategico è una danza intorno alle vie d’uscita, perché l’adulazione del male fa brillare il proprio bene, ma non fa mai del proprio stile di vita un dovere? Le soluzioni, ogni volta che si vedono all’orizzonte, vengono lanciate con le frecce, e se le soluzioni mostrano un eccessivo indurimento delle proprie scuse, allora vengono lanciate con tutto quello che si può ottenere. Sì, è così. E’ questa la vera malattia? Non ha un nome, perché nutre il problema. E così si rafforza esattamente ciò che questi censori soluzione pretendono di voler evitare. L’energia difensiva rafforza il problema. Ogni psicologo lo sa. Chiunque parli più a fondo di soluzioni ottiene sempre la risposta che non si sa molto di loro e che è irrilevante, perché le persone lassù fanno comunque quello che vogliono. La miseria deve essere eliminata prima di tutto, perché se non viene eliminata, si può fare quello che si vuole: quelli lassù dettare tutto, fare la guerra e farci rimanere poveri e dipendenti. E’ davvero vero?

Certo che non è vero. Perché se fosse vero, ci sarebbero solo persone che la pensano così. Ci sono gli altri che vivono la loro vita nonostante tutto, che sono felici e amano quello che fanno – senza adorare il noioso Mammona. Penso che non solo hanno la soluzione, ma la vivono. E quando chiedete loro qual è la soluzione, dicono: “Non vivete la vita degli altri. Vivi la tua vita. Scopri qual è la tua vita, cosa vuole da te, ma non essere una decalcomania di altri interessi o di altre persone. Fai della tua vita il tuo interesse. Puoi ottenere la pace solo privandoti di ciò che ti vendono come una vita normale. Non combatterlo. Non decidere contro gli altri o contro i malvagi. Decidi per te stesso, per la tua vita. E’ tutto. Se lo fai, la marmotta, che vuole essere accolta ogni giorno di nuovo da te, scompare da sola.

Questo non significa che anche la società narcisistica normopatica smetta di fare il suo male. Tu da solo non appartieni più ad essa, che fa parte della guarigione dell’intera società, ma soprattutto, non partecipi più. Non importa come lo gestisci. Lo slogan degli Illuministi è: non partecipare più. Chi, d’altra parte, conosce e illumina tutto, ma commette ancora gli stessi errori di quando non sapeva tutto, non lo sapeva ancora.

Il filosofo dell’Illuminismo non esige cambiamenti che egli stesso non ha attuato. L’Illuminismo è enormemente coerente. Tuttavia, con la sola bocca è ciarlataneria.

+++

Grazie all’autore per il diritto di pubblicazione.

+++

Suggerimento dell’immagine: GoodStudio / Shutterstock

+++

Potete trovare tutti gli altri articoli della categoria “dose giornaliera” sulla nostra homepage: qui e sulla nostra KenFM App.

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista editoriale.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni sulle opzioni di supporto possono essere trovate qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora puoi sostenerci anche con i Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqGpRNqSoW5TL1z1PZgZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort