Creare panico e governare! | Di Ernst Wolff

Un commento di Ernst Wolff.

“Voglio che tu vada nel panico”.

Questo è il consiglio che Greta Thunberg, l’icona del movimento Fridays for Futures, ha dato al suo pubblico in occasione di diversi spettacoli nel 2019. Non è un suggerimento molto utile, perché se si va nel panico, si perde il controllo delle proprie azioni, non sono più accessibili per argomenti razionali e possono quindi essere facilmente manipolati.

Non si dovrebbe rimproverare un minorenne senza alcuna esperienza di vita per una tale affermazione. Tuttavia, poiché Greta Thunberg è sotto gli occhi dell’opinione pubblica, avrebbe dovuto almeno essere messa al suo posto e resa consapevole dei problemi con la sua dichiarazione.

Invece, la politica, l’economia e i media hanno fatto esattamente il contrario: organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite le hanno dato un palcoscenico mondiale, politici e imprenditori di spicco come il Cancelliere Merkel e Klaus Schwab del WEF e persino il Papa le hanno concesso udienze, e i media di tutto il mondo hanno diffuso il suo messaggio negli angoli più remoti della terra.

Chi si chiede perché queste forze, in un’unità così intima, abbiano usato un bambino per raccomandare al mondo una pericolosa aberrazione del comportamento umano, quest’anno ha ricevuto la risposta: Mai prima d’ora nella storia dell’umanità il panico è stato usato come strumento di potere dai governanti in modo così avventato come nel 2020.

Perché? Perché il crollo del sistema monetario esistente e la scoperta globale dell’intelligenza artificiale, che sta costando centinaia di milioni di posti di lavoro in tutto il mondo, vengono utilizzati per una gigantesca ridistribuzione dal basso verso l’alto della ricchezza che non sarebbe possibile in condizioni normali. E perché coloro che spingono questa agenda e ne traggono profitto hanno scelto quest’anno di scegliere una malattia per rimuovere ogni resistenza fomentando il panico.

L’hanno fatto passo dopo passo: In primo luogo, hanno mandato il pubblico in uno stato di shock con notizie sempre più terribili. Poi hanno vietato a milioni di persone di esercitare la loro professione, le hanno costrette all’isolamento domestico per gran parte della loro vita e le hanno sottoposte a un bombardamento senza precedenti di mezze verità e disinformazione. Sfortunatamente, hanno avuto così tanto successo con gran parte della popolazione mondiale, che in seguito hanno potuto limitare drasticamente le loro libertà civili.

Questo, a sua volta, sta mettendo sempre più sotto pressione molti di coloro che hanno visto la partita e si ribellano alle menzogne ufficiali, facendo sì che il primo di loro si dimetta. Si chiedono perché si dovrebbe continuare a cercare di convincere la gente che si sta mentendo e imbrogliando quando le argomentazioni razionali non sono più accessibili. A questi scettici si raccomanda una citazione di Abraham Lincoln: “Si può ingannare una parte della gente tutto il tempo e tutta la gente una parte del tempo. Ma non si può sempre ingannare tutto il popolo”.

Questo vale anche per la tattica dello spavento del nostro tempo. In realtà, funziona soprattutto perché prima era accoppiato con un’ammortizzazione delle conseguenze economiche, in modo da mantenere il mito secondo cui i governanti si preoccupano del nostro benessere. Dopo tutto, ci sono le indennità di lavoro a orario ridotto, i pagamenti per le piccole e medie imprese, l’abrogazione della legge sull’insolvenza e altre misure che finora hanno ampiamente rassicurato la popolazione.

Ma questa fase della crisi si concluderà nelle prossime settimane. Presto assisteremo al crollo di diverse centinaia di migliaia di aziende, a un’esplosione senza precedenti di disoccupazione, alla distruzione di milioni di mezzi di sussistenza e a enormi distorsioni nel settore finanziario. La combinazione di questi fattori scatenerà un terremoto politico e sociale di proporzioni storiche e solleverà finalmente il velo del buon costume dalla politica.

La consapevolezza di essere stati truffati e ingannati con il pretesto della cura strapperà molti di coloro che sono ancora in panico dal loro precedente atteggiamento e farà loro capire che non è un virus a minacciare la vita su questo pianeta, ma una minuscola minoranza ultra-potente che, con l’aiuto di politici, giornalisti e scienziati in schiavitù, vuole prendere il controllo completo e condurre l’umanità nell’oscurità del fascismo digitale-finanziario.

Ma questo a sua volta non significa altro se non che la lotta non è nemmeno iniziata e che i veri conflitti sono ancora davanti a noi.

Ora il libro “The Wolff of Wall Street: Ernst Wolff erklärt das globale Finanzsystem” è disponibile nei negozi.

+++

Si ringrazia l’autore per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Fonte dell’immagine: zimmytws / shutterstock

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort