Cosa fa la Bundeswehr nella scuola materna? | Di Bernhard Loyen

Un commento di Bernhard Loyen.

Con gli eventi degli ultimi giorni, i regolamenti estesi, le ammonizioni e le minacce da parte dei politici, ora dovrebbe finalmente esserci chiarezza. Queste misure sono il risultato di una motivazione puramente politica, non di una necessità medica, cioè con motivazioni basate su valori virologici.

È stata la settimana della pura intimidazione della gente di questo Paese.

Il Cancelliere era preoccupato e ha fatto prontamente annunciare dal portavoce del governo Seibert, tramite il suo account Twitter, che il numero di nuove infezioni è in forte aumento (1). ARD e ZDF, il mondo dei media, le stazioni radio ripetono questo mantra minaccioso da allora, come previsto. Il restante cittadino pensante sa che ciò avviene solo attraverso i test PCR, che sono stati forzati e praticati milioni di volte. Il virus non vuole ancora fare il suo gioco, quindi il termine paura artificiale nuove infezioni deve essere mantenuto. Funziona. Una gran parte della popolazione rimane in un obbediente rigore di shock. Sia mentalmente che fisicamente.

L’esplosione localizzata di numeri, questo allarmismo artificiale, è naturalmente anche legato al reale arretrato di elaborazione dei test PCR nei laboratori. Die ZEIT lo sapeva già alla fine di settembre, cito:

cosa significavano migliaia di test a corona in attesa. Alcuni laboratori sono già in ritardo. I test non diretti non possono essere la strategia per l’autunno (2).

Ora i risultati stanno gradualmente scivolando, spingendo i risultati quotidiani alle altezze desiderate e i politici e i loro due portavoce Drosten e Wieler sono contenti. Lì abbiamo la prova, o come ha detto il capo di RKI Wieler, naturalmente, in modo molto preoccupante giovedì durante il sorprendente ritorno nel panico (3), cito: “È possibile che vedremo 10.000 nuovi casi al giorno”. In considerazione dell’alto tasso di nuove infezioni, l’Istituto Robert Koch ha ora avvertito di una diffusione incontrollata del coronavirus in Germania.

Come sempre dal RKI la parola magica possibile. Si può, no, non ci si può impegnare. È importante lanciare un avvertimento ai cittadini. Non è tutto chiaro. Niente di positivo, tranne risultati non conclusivi del test.

Le persone sensibilizzate se ne accorgono, il linguaggio, i rimproveri diventano più nitidi. Soprattutto questa settimana. In una sequenza di interviste di 46 secondi la frusta bavarese Markus Söder crea le seguenti parole da includere: Aree a rischio, divieto di alloggio, modelli, risultati dei test, misure di sicurezza, test gratuiti, test obbligatori (4).

Il motivo per cui la capitale del governo Berlino si sta trasformando nella zona di caccia dei cacciatori della Corona non è ancora del tutto chiaro. Paul Zimiak della CDU si aggrappa letteralmente in modo storicamente collaudato come guardiano di blocco (5), cito: “Berlino sta diventando un rischio per la salute di tutta la repubblica e ha un palese problema di applicazione della legge! Mentre i numeri dell’infezione stanno esplodendo, il Senato R2G è completamente disordinato. Ha bisogno di una chiara applicazione della legge e dell’ordine, invece di nuove regole burocratiche”.

Come berlinese, la prendo come una chiara minaccia. Molti cittadini non provano altro che intimidazione e impotenza. Hanno paura. Cosa viene dopo queste frasi? Far rispettare la legge e l’ordine? Come potrebbe apparire in pratica, come potrebbe influire sulla vita di tutti i giorni?

La Bundeswehr è già stata schierata a Berlino. Le autorità sanitarie sovraffollate hanno bisogno di assistenti di supporto con esperienza nelle aree di crisi. Il 01.10. Il sindaco Müller ha dato il benvenuto ai soldati in città. Citazione: “Se potessimo continuare ad usare le forze per seguire le catene dell’infezione (…), per esempio, allora continuerei ad essere molto contento del sostegno”… Era grato se le truppe a Berlino continuassero ad aiutare, come hanno fatto in altri stati federali. “E questa non è una missione di combattimento all’interno o qualsiasi altra missione all’interno”. (6) Percezioni di un politico di marshmallow con la spina dorsale morbida.

Nei reparti sanitari di undici distretti di Berlino sono già stati dispiegati 60 soldati in missioni parallele. Solo Friedrichshain-Kreuzberg continua a rifiutare lo schieramento. All’inizio della settimana, altri 180 soldati si sono uniti alla missione, secondo il senatore della sanità Dilek Kalayci della SPD, che sostiene le misure (6).

La missione viene utilizzata, ad esempio, per seguire i contatti delle persone infette. I soldati potrebbero anche aiutare nelle squadre di prova. Il padre di una figlia di tre anni e mezzo ha avuto questa esperienza questa settimana. Scusate, possono i lettori e gli ascoltatori chiedersi irritati? Come è nato questo incontro? Sono stato contattato e sono stato quindi in grado di seguire questo evento con – e dopo.

In un quartiere di Berlino Ovest, una maestra d’asilo è risultata positiva al test di Corona. Questo quartiere era anche un cosiddetto quartiere hotspot fino a ieri. Anche in questo caso, l’uso completamente irreale di un limite arbitrario di 50 persone infette per 100000 abitanti (7). La direzione del centro diurno ha poi obbligato i colleghi rimasti a consentire anche l’esecuzione di un test.

Ho quindi cercato informazioni sul dipartimento della salute del rispettivo distretto in merito alle situazioni corrispondenti e al kitatesting. Sotto la rubrica Informazioni sulle scuole e gli asili ho trovato la nota informativa: Cosa devono fare le scuole in caso di un caso corona? e una lista di controllo. Non c’è nessuna nota: cosa devono fare gli asili nido in caso di caso corona?

Tuttavia, troverete i punti della sezione: Test per tutti gli educatori negli asili nido di Berlino e strategia di test negli asili e nelle scuole a partire da luglio di quest’anno (8). Sotto questo punto si nota quanto segue, cito: “Come terza componente, tutto il personale educativo e non educativo delle scuole e degli asili di Berlino ha la possibilità di essere testato con il supporto del Dipartimento del Senato per la salute, l’assistenza infermieristica e l’uguaglianza. Oltre alla diagnostica individuale, l’esame mira a comprendere meglio e a contenere il rischio di catene di malattie e infezioni nei centri diurni.

Tuttavia, non vi è alcuna indicazione della necessità di effettuare test sui bambini degli asili nido corrispondenti dopo che una forza pedagogica di un gruppo di assistenza è risultata positiva. Il risultato di questo asilo nido è stato che tutti i colleghi hanno avuto un risultato del test che ora è richiesto – negativo. L’insegnante, che aveva superato il test positivo, era stato in quarantena domestica da quando era diventato noto. Anche i bambini del rispettivo gruppo hanno dovuto rimanere a casa, per ridurre il rischio di mescolanza di gruppo. Così la direzione del centro diurno ha inviato un’argomentazione scritta ai genitori.

Venerdì scorso i genitori interessati hanno ricevuto un’e-mail la settimana scorsa che li informava che martedì di questa settimana si sarebbe svolto un test nell’asilo nido – sui bambini del gruppo interessato. La frase successiva nella lettera della direzione dell’asilo nido conteneva anche l’informazione che una squadra della Bundeswehr avrebbe condotto il test.

Ora sorgono delle domande. Perché in genere i bambini dai tre ai cinque anni devono essere sottoposti a test? Rappresentano un gruppo a rischio? Con l’esperienza dei mesi passati, rappresentano davvero un pericolo per genitori e nonni? I bambini devono essere sottoposti a tale procedura in questo anno terribile, con tutte le sue sollecitazioni per le piccole anime? Se questa follia è già in atto nel distretto, devono essere assolutamente le forze della Bundeswehr a visitare questo asilo nido?

Sono stato quindi sul posto e ho cercato di ottenere risposte anche dalle autorità competenti. Prima di tutto le esperienze sul posto, all’asilo nido.

I tre membri dello staff che hanno realizzato il progetto sono arrivati inaspettatamente in un autobus a noleggio. Molto amichevoli, si sono rifiutati di rispondere a qualsiasi domanda. Un uomo e una donna erano ovviamente militari, in base alle loro uniformi. La terza persona era una donna in borghese. Non volevo provocare l’ormai già tesa situazione e sono rimasto fuori dall’area del centro diurno. I genitori interessati sono stati informati in anticipo di utilizzare l’ingresso principale, gli altri genitori avrebbero dovuto utilizzare un ingresso laterale.

Durante il periodo di attesa ho contattato i genitori interessati. La situazione, uno spaccato della società. C’erano barriere linguistiche da parte di madri e padri turchi o arabi. Si vorrebbe tanto rispondere, ma il tedesco non è buono. Anche questo è comprensibile, tutto di fretta al mattino. I bambini dovevano essere portati a casa dopo la fine del test. Lo stress della cura contro la gestione del tempo. La maggior parte di loro è infastidita dagli eventi. Cosa ti rimane? Bisognava sottomettersi. Si avrebbe libertà di scelta, possibilità? No.

Ho avuto brevi conversazioni con cinque genitori. Gli europei dell’Est sono pragmatici. Comunque, è meglio. Non ha importanza. Puoi starne certo. Con un padre polacco in attesa della moglie e del figlio, una lunga chiacchierata in tedesco rotto. E’ peggio in Polonia, dice. Qui in Germania va tutto bene. Il problema, la grande paura del virus. C’è una grande paura. Gli ho chiesto: chi è responsabile della paura, dell’insicurezza tra la gente? Sorrideva, alzava le mani e diceva: “Certo, i media. Da dove prende le sue informazioni? Solo Internet.

Ho chiesto alle persone con cui ho parlato se avevano preparato i bambini per il contatto con i loro zii dell’esercito? No, come puoi spiegarlo a questi topolini? Gli intervistati sarebbero rimasti sorpresi dal fatto che ci fossero in realtà due persone in uniforme in piedi nella sala creativa. Un padre mi ha mostrato una foto. Avrebbe insistito. Il soldato ora aveva una specie di camice chirurgico sopra la sua uniforme. Inoltre, indossava una maschera facciale e una protezione facciale in plastica. Un’idea che ispira fiducia? No. Nessuno dei ragazzi voleva che facesse il test. Paura, incertezza, niente lacrime.

Un padre tedesco, con un paradenti davanti all’asilo nido, ha pensato che fosse tutto sopravvalutato, così la discussione. L’esame sarebbe importante. Perfettamente appropriato e da sostenere di conseguenza in questi tempi. Non capirebbe le critiche alla gestione dell’asilo nido, anche per quanto riguarda l’appoggio dei membri delle forze armate tedesche. Un altro padre mi ha detto che nel gruppo di chat obbligatorio la reazione al suo interrogatorio sarebbe stata quella di cambiare semplicemente l’asilo.

Una madre la vedeva in modo diverso. Anche lei, non tedesca, ha trovato parole chiare. Questo è stato un male per i bambini. Tutta questa follia di Corona. Non lo sopportava più. Regolamenti, divieti. Non sa più come prendersi cura del bambino. Ha ancora un lavoro, tutto è solo un peso. Se i risultati del rapporto fossero arrivati e una quarantena prolungata, non ci avrebbe nemmeno pensato. Finora è stato un brutto anno.

Ho parlato con un padre per un tempo più lungo. Era, diciamo così, confuso sullo svolgimento della prova su suo figlio. No, anche questo bambino non voleva ricevere la bacchetta in bocca dalla strana donna. Appena lungo al palato, il soldato spiegò al padre insicuro. All’inizio si controllava solo il nome e il numero di telefono. Se il test è risultato positivo. Nessuna firma, nessuna dichiarazione sulla privacy, niente.

Chiese al soldato se questo era il famoso test PCR. Con sua grande sorpresa, lei non sapeva la risposta.

Il che mi porta alle mie domande al dipartimento della sanità della contea. Tramite la hotline ho raggiunto un dipendente molto cordiale. Sì, avrebbe già letto la mia posta, ma su questo argomento dovrei chiedere un piano più in alto, per così dire. Mi ha dettato la corrispondente lettera di contatto e, purtroppo, ho aspettato fino a stamattina le risposte alle seguenti domande:

Perché un risultato positivo da parte di una delle insegnanti, e negativo da parte degli altri insegnanti, ha portato a prendere in considerazione la possibilità di effettuare dei test nella scuola materna, nel caso di tutti i bambini del gruppo in questione?
Gli asili nido del vostro distretto saranno generalmente visitati in futuro da educatori che risultano positivi o saranno effettuati test sui bambini?
I test corrispondono ai comuni test di PCR o è stata effettuata un’altra variante di test?
Al test hanno partecipato tre persone, tra cui due membri della Bundeswehr. Queste due persone avevano una formazione medica o avevano le conoscenze necessarie per eseguire i test in modo professionale?
Come spiegato, non è stata data alcuna risposta. Il suddetto padre mi ha spiegato la procedura del test. Ha preso in mano il test e ha fatto una semplice sbavatura sul palato posteriore di suo figlio. In seguito la donna ha preso di nuovo la penna, l’ha rimessa nella busta e l’ha messa in una busta che conteneva già 5-10 altri tubetti. Ha chiesto due volte se era il noto test PCR, che faceva sembrare il soldato sopraffatto. Lei ha risposto che si trattava di un tampone. La donna in borghese presente ha finalmente risposto e ha detto, cito: sì, sì, questo è il test PCR.

Stiamo chiedendo troppo ai nostri figli?

Un definitivo – sì. Come ho imparato nel frattempo, tutti i bambini sono risultati negativi. Tra l’altro, perché tutto questo sforzo, tutti questi costi? Ancora più importante: perché questo peso sui piccoli? Era un’azione ormai nota e di assoluta necessità? Quanti eventi di questo tipo sono sconosciuti? Forse non hanno proceduto in modo così armonioso. Ha lasciato lacrime e dolore. Quanti bambini tra i tre e i dieci anni, anche più grandi, avranno memorizzato questi mesi, queste esperienze ed eventi nella loro anima? Cosa portano con sé nel loro sviluppo individuale? Quali immagini, quali eventi? Vale davvero la pena tutto questo per sconvolgere questi delicati esseri così presto? Sì, per dare loro una forma.

La ragazza araba ha riso quando le ho spiegato cosa intendevo con Nutella-Schnute. Con il ragazzo ho parlato di figure di castagno. su animali e mostri e tecniche individuali. Cos’è una lattina di puntura? Un’altra ragazza mi ha chiesto perché ero così grande e io ho risposto perché mi piace ancora tanto il latte. Oh sooo. È meraviglioso vedere questo sorriso aperto sul tuo viso.

GG sta per la costituzione tedesca. Quando i cittadini svegli pensano che questa follia attuale non può continuare, deve finire, il prossimo aumento surreale arriva. Il duo teatrale Spahn e Wieler ha tenuto ieri un’altra delle temute conferenze stampa. Già all’inizio della settimana Steffen Seibert è stato in grado di estendere la formula AHA di due lettere (9). Balla Balla Actionism. Sono state aggiunte una A per l’applicazione corona e una L per la messa in onda regolare. Il cittadino responsabile continua ad essere istruito come un bambino.

E ora tutti: AHA + A e L, imparate diligentemente, ma in fretta.

Posso fare di meglio, pensò RKI-Wieler, ma non sarà divertente. Da ieri, la formula estesa è ora chiamata, interamente dallo scienziato,

AHA + A + L – GGG

Meno GGG? Citazione di Wieler (10): …e con tempo più fresco cercano di evitare i tre G. Le camere chiuse. Gruppi e folle, conversazioni in un’atmosfera vivace…

Se un sistema politico vuole far testare i bambini piccoli da soldati in uniforme, se le autorità lo trasmettono, se gli assistenti competenti lo fanno, cioè questa catena funziona senza intoppi, allora la normalità che rimane nel cortile della scuola, nei campi da gioco, alle feste di compleanno dei bambini, a un certo punto viene vista come una conversazione in un’atmosfera vivace. Il ricercatore dell’infanzia Michael Hüter l’ha detto senza pietà in una recente intervista:

“Un’intera generazione è stata traumatizzata collettivamente” (11)

Dov’è il grido dei genitori? La protesta del personale dell’asilo, degli educatori, degli insegnanti, dei direttori? Cosa c’è che non va in voi?

L’anno 2020. La vita, la gioia di essa, permanentemente ridotta. Prendere la gioia della vita, non lasciarla accadere. Distruggere le basi della vita, abolirle. Rubare le prospettive. Polverizzare le biografie. GG diventa GGG. Questa è la sconvolgente realtà.

Cos’altro deve succedere, essere decretato?

Pertanto – domani 10.10.2020 – 11:59 a Berlino, Adenauerplatz o in qualsiasi altra città, luogo o villaggio. Per strada. Mostra la presenza.

Ognuno per sé.

Tutti – per i nostri figli!

Fonti:

  1. https://twitter.com/RegSprecher/status/1314154092466499584
  2. https://www.zeit.de/wissen/gesundheit/2020-09/corona-tests-rueckstau-labore-ergebnisse-dauer-auswertung-covid-19
  3. https://www.welt.de/vermischtes/article217390402/RKI-Chef-Wieler-Ist-moeglich-dass-wir-am-Tag-10-000-neue-Faelle-sehen.html?lid=1645381&wtrid=newsletter.eilmeldung.newsteaser…standardteaser
  4. https://twitter.com/BR24/status/1313843157168279555
  5. https://twitter.com/PaulZiemiak/status/1313831113526251520
  6. https://www.berliner-zeitung.de/mensch-metropole/jens-spahn-regt-sich-ueber-friedrichshain-kreuzberg-auf-li.108706
  7. https://www.rbb24.de/politik/thema/2020/coronavirus/beitraege_neu/2020/10/berlin-charlottenburg-wilmersdorf-corona-risikogebiet-test.html
  8. https://www.berlin.de/sen/bjf/coronavirus/aktuelles/schrittweise-schuloeffnung/
  9. https://twitter.com/RegSprecher/status/1314154092466499584
  10. https://twitter.com/ARD_BaB/status/1314192974054600708
  11. https://www.youtube.com/watch?v=k7blF3wmoeE

+++

Si ringrazia l’autore per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Fonte dell’immagine:  ©BLoyen20

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort