Allora c’è solo una cosa!

Un adattamento di Nino Schrepfer.

Tu. L’uomo alla macchina e l’uomo in officina. Quando domani ti diranno di non fare più tubi dell’acqua o pentole per cucinare – ma di lavorare brevemente e di stare a casa. allora c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. Ragazze dietro il bancone e ragazze in ufficio. Quando domani ti ordinano di tenere una distanza di un metro e mezzo, o meglio due metri, e di coprirti il viso, c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. Proprietario della fabbrica. Domani, quando ti diranno
Accettate prestiti per pagare i vostri figli e nipoti, poi c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. Ricercatore in laboratorio. Se domani ti ordinano di inventare un nuovo virus contro la vecchia vita, allora c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. Poeta in camera tua. Se domani ti ordinano di non pensare ai tuoi pensieri, di scrivere poesie su ciò che ti presentano, allora c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. Dottore al letto d’ospedale. Se ti dicono domani…
si dovrebbe inoculare le persone contro la loro volontà, c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. Pastore nel pulpito. Quando domani vi diranno di seminare il timore tra i vostri credenti nel nome di Dio, c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. Capitano sul piroscafo. Quando domani vi ordineranno di non salvare persone annegate – ma di consegnare la vostra merce il più rapidamente possibile, c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. Poliziotto in strada. Se domani vi ordinano di arrestare le persone che si battono per la libertà, c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. Sartoriale sulla tua tavola. Se ti ordinano domani,
si dovrebbero tagliare le maschere, c’è solo una cosa da fare:

Dite di no!

Tu. Giudice in toga. Se domani vi ordinano di sostenere il diseredamento del popolo con la vostra autorità, allora c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. L’uomo in panchina. Se domani vi ordinano di dare il segnale di partenza per la stazione di quarantena, c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. L’uomo nel villaggio e l’uomo in città. Quando domani verranno a portarvi l’ordine di inoculazione, c’è solo una cosa da fare:

Dite NO!

Tu. Madre in Normandia e madre in Ucraina, tu, madre a Frisko e a Londra, tu, all’Hoangho e al Mississippi, tu, madre a Napoli e ad Amburgo e al Cairo e ad Oslo – madri in tutti i continenti, madri nel mondo, se domani ti ordinano di far nascere bambini artificialmente secondo la loro scelta, ragazze e ragazzi senza coscienza e soldati obbedienti per nuove battaglie, madri nel mondo, allora c’è solo una cosa:

Dite NO! Madri, dite NO!

Perché se non dite NO, se non dite NO, madri, allora:
…allora..:

Nelle rumorose e vaporose città portuali, le grandi navi gemeranno in silenzio
e come titaniche carcasse di mammut ondeggiano pigramente contro i morti, le pareti solitarie delle banchine, le alghe, le alghe e le cozze occidentalizzano il corpo, un tempo luccicante e in piena espansione, che odorava pacificamente di pesce putrido, friabile, languido, morto –

i tram giacciono stupidamente ammaccati e sfaldati come gabbie di vetro lucide e insensate, accanto agli scheletri d’acciaio aggrovigliati di fili e binari, dietro a capannoni di tetto marci, in strade di crateri smarriti –
un silenzio grigio fango, fitto, plumbeo si arrotolerà, vorace, crescerà, crescerà nelle scuole e nelle università e nelle case da gioco, sui campi sportivi e nei parchi giochi dei bambini, raccapricciante e avido, inarrestabile –

la natura solare e allegra della persona che ama la pace marcirà, la coesione si asciugherà nella terra appassita, l’empatia si congelerà sui campi incolti e l’amore estenderà le sue gambe rigide verso il cielo come sgabelli da mungitura rovesciati –

negli istituti le brillanti invenzioni dei grandi medici saranno utilizzate in modo improprio per il loro progetto del nuovo ordine mondiale e del controllo delle nascite –

nelle cucine, nelle camere e nelle cantine, nelle celle frigorifere e nei magazzini gli ultimi alimenti biologici, gli ultimi bicchieri di fragole, zucca e succo di ciliegia saranno marci – il pane sui tavoli ordinatamente disposti e sui piatti sterili diventerà scarso e il sostituto artificiale del burro avvelenerà il vostro organismo, il grano nei campi sarà concimato con il veleno dagli aratri più moderni, sarà come un esercito in piedi, preciso, impeccabile, artificiale
e le ciminiere dei fumatori, le ciminiere delle fabbriche di calpestio saranno vuote, gestite dall’intelligenza artificiale, poiché la forza lavoro umana è ora sostituibile e potrete godere di una vita controllata dagli altri nel vostro ufficio di casa –

allora l’ultimo uomo libero, con la camicia di forza e le vene gonfie di tranquillanti, si siederà sulla sedia del suo ufficio senza risposta e solo sotto il velenoso sole splendente e sotto le stelle ondeggianti, solitario tra le inconfondibili fosse comuni dei ribelli, Resistenti, liberi pensatori e teorici della cospirazione e i freddi idoli delle gigantesche città deserte, l’ultimo uomo libero, magro, pazzo, bestemmiatore, lamentoso – e il suo terribile lamento:

PERCHÉ?

si allontanerà senza risposta nella steppa, attraverserà le file degli ubbidienti, si allontanerà tra le macerie delle chiese, applaudirà contro alti bunker, cadrà in pozzanghere di sangue, inascoltato, senza risposta, l’ultimo grido animale dell’ultimo animale, l’uomo

– tutto questo arriverà, domani, domani forse, domani forse, forse già stasera, forse stasera,

se – se –

a meno che tu non dica di no.

Allora c’è solo una cosa da fare! (1) è uno dei più famosi testi in prosa dell’autore tedesco Wolfgang Borchert (2). Fu scritta come sua ultima opera poche settimane prima della sua morte, il 20 novembre 1947, e fu eseguita per la prima volta alla radio nell’anniversario della morte di Borchert.

(citato da: Wolfgang Borchert, Das Gesamtwerk, Rowohlt 1986, pagina 318 e seguenti)

Fonti:

  1. https://www.youtube.com/watch?v=I_4mH0MBviE
  2. https://www.forum.lu/wp-content/uploads/1981/11/1108_51-52_Schaus.pdf

+++

Si ringrazia l’autore per il diritto di pubblicare l’articolo.

+++

Fonte dell’immagine:  © KenFM0520

+++

KenFM si sforza di ottenere un ampio spettro di opinioni. Gli articoli di opinione e i contributi degli ospiti non devono necessariamente riflettere il punto di vista della redazione.

+++

Ti piace il nostro programma? Informazioni su ulteriori possibilità di supporto qui: https://kenfm.de/support/kenfm-unterstuetzen/

+++

Ora potete anche supportarci con Bitcoins.

Indirizzo BitCoin: 18FpEnH1Dh83GXXGpRNqSoW5TL1z1PZgZK

Auch interessant...

Kommentare (0)

Hinterlassen Sie eine Antwort